Domenica 19 Febbraio 2017

Arresto cardiaco nel cane: sintomi e cure

  • Pubblicato il:  21/02/2016
Foto Arresto cardiaco nel cane: sintomi e cure

Arresto cardiaco nel cane

L'arresto cardiaco nel cane (noto anche come arresto cardiopolmonare o arresto circolatorio) si verifica quando la normale circolazione del sangue nel cane cessa a causa dell'incapacità del cuore del cane di contrarsi (insufficienza cardiaca).

Il sistema respiratorio e quello cardiovascolare lavorano in modo coordinato.
Collegamenti sponsorizzati

Pertanto, se un cane non riesce a respirare per più di sei minuti potrebbe andare incontro ad insufficienza cardiaca e ad un arresto cardiaco, entrambi i quali sono spesso fatali.

L'arresto cardiaco si può presentare nei cani di ogni età, sesso o razza.

Sintomi

La circolazione del sangue potrebbe non subire danni se il cane riprende a respirare entro quattro minuti.

Tuttavia, se la durata dell'evento è superiore ai sei minuti, potrebbe andare incontro ad un arresto cardiaco.

I sintomi più comuni associati a questa emergenza comprendono:
- Pupille dilatate
- Perdita spontanea di coscienza (sincope)
- Colorazione bluastra della pelle e delle mucose detta Cianosi (un segno che l'ossigeno nel sangue è diminuito)
- Respiro pesante (dispnea) e boccheggiante
- Ipotermia
- Mancanza di risposta alla stimolazione

Le cause

- Bassi livelli di ossigeno nel sangue arterioso (ipossiemia)
- Bassa ossigenazione (es possibile anemia)
- Malattie cardiache (ad esempio, infezioni, infiammazioni, traumi, neoplasie del cuore)
- Malattie metaboliche (es. diabete)
- Squilibri elettrolitici (per esempio, iperkaliemia , ipocalcemia , ipomagnesiemia)
- Bassi livelli di liquidi corporei
- Shock
- Uso di farmaci anestetici
- Avvelenamento del sangue causato da sostanze tossiche o batteri nel sangue (tossiemia)
- Trauma cranico
- Shock elettrico

Diagnosi

L'arresto cardiaco nel cane è una situazione di emergenza che richiede l'immediata assistenza veterinaria per valutare le condizioni dell'animale e le opzioni di trattamento.

Avrete bisogno di fornire una storia clinica completa della salute del vostro cane al veterinario, compresa l'insorgenza e la natura dei sintomi e i possibili incidenti che potrebbero aver scatenato l'arresto cardiaco.

Il veterinario eseguirà un esame fisico completo, concentrandosi sulle vie aeree del cane e la respirazione.
Il veterinario potrà anche monitorare costantemente i segni vitali del cane come la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca.

Gli esami diagnostici di routine utilizzati per determinare la causa dell'arresto cardiaco includono i raggi X al torace, emocromo, profilo biochimico, e analisi delle urine.

Saranno misurati i livelli dei gas nel sangue, tra cui l'ossigeno.

Nei cani sospettati di avere una malattia cardiaca potranno essere sottoposti ad ecocardiografia per valutare l'entità e la gravità del problema.

Trattamento

L'arresto cardiaco nel cane è un'emergenza pericolosa per la sua salute e richiede un ricovero immediato e un trattamento intensivo. L'obiettivo primario è quello di stabilizzare il ritmo cardiaco e la frequenza respiratoria del cane, e potrebbe richiedere la rianimazione cardiopolmonare.

Una volta che la trachea viene liberata il cane potrebbe essere intubato per facilitare la respirazione.

I cani con insufficienza cardiaca possono aver di bisogno di un massaggio cardiaco esterno per stimolare il cuore a battere normalmente.
In genere vengono somministrati farmaci per aiutare a normalizzare le funzioni cardiache.

Nel caso in cui questi trattamenti non funzionano, come ultima risorsa il veterinario potrebbe incidere la cassa toracica del cane per fornire una rianimazione toracica interna e per somministrare i farmaci direttamente nel cuore.

Prognosi

Il genere la prognosi dipende dalla causa dell'arresto cardiaco, la gravità e la risposta al trattamento.

Purtroppo, meno del 10% dei cani recuperano, anche dopo il trattamento di emergenza.

Se la condizione del cane non si stabilizza, potrebbe rimanere in ospedale per qualche giorno. Il veterinario può monitorare le funzioni cardiache e la pressione sanguigna e il trattamento di ulteriori complicazioni.

Collegamenti sponsorizzati
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.
Condividi questo Articolo su:

Articoli da non perdere

Accedi
Accedi con il tuo Social Network

Oppure usa i tuoi dati di accesso

Error message here!

Hide Password non vadlida!

Hai dimenticato la password?

Hai dimenticato la Password? Inserisci la mail di accesso e ti invieremo una nuova password.

Mail non valida !

Torna al Login

Chiudi