Domenica 19 Febbraio 2017

Demenza senile nei Cani: sintomi e trattamento

  • Pubblicato il:  17/08/2016

I cani anziani iniziano il loro invecchiamento tra i 6 e i 10 anni.
Il processo di invecchiamento nei cani è associato alla perdita progressiva di alcune funzioni, come il senso della vista e dell'udito, mentre l'olfatto è l'ultimo a subire variazioni.

Collegamenti sponsorizzati

La demenza è un disturbo che colpisce di frequente i cani anziani; si tratta di una disfunzione cognitiva, che può essere tradotta come segue: il cane inizia a perdere la sua capacità di ragionare.

I sintomi della demenza senile nei Cani

I sintomi della demenza senile nei cani possono anche essere viste in alcune condizioni, quindi se si avverti alcuni dei seguenti eventi andate dal veterinario con urgenza.

I comportamenti più comuni della demenza senile nel cane sono:

- Il cane non si orienta bene nello spazio, dimentica spesso i luoghi più familiari.

- Diminuisce la sua risposta a stimoli differenti, perde interesse per il contatto umano, oppure, al contrario, può anche sviluppare un forte comportamento di attaccamento.

- Cammina senza uno scopo specifico.

- E' inquieto e agitato, dorme durante il giorno e si alza spesso di notte.

- E' lento a rispondere o non risponde ai comandi.

- Mostra alterazioni dell'appetito.

- Comincia a fare i bisogni fisiologici all'interno della casa.

Clicca per ingrandire le foto

Il trattamento della demenza senile nei cani

Sono necessarie le cure veterinarie, il medico effettua una visita comportamentale e fisica completa che permette di verificare la diagnosi di demenza o sindrome da disfunzione cognitiva.

Nel caso diagnosi positiva dobbiamo precisare che la demenza senile non può essere curata, ma si possono alleviare i sintomi per migliorare la qualità della vita del cane anziano.

Nel caso in cui il veterinario decide prescrivere un trattamento farmacologico di solito ricorre ai seguenti farmaci:
- MAO (Inibitori Mono Amino Ossidasi) : Questo gruppo di farmaci, inibendo questo enzima riducono l'azione dei radicali liberi, esercitando una funzione neuroprotettiva.

- Ginko Biloba: E' un trattamento naturale, perché è un estratto vegetale che migliora il flusso di sangue al cervello e le funzioni della cognizione.

- Nicergolina: Questo principio attivo aumenta il flusso sanguigno nel cervello e riduce il rilascio di radicali liberi, esercitando anche un effetto neuroprotettivo.


Aiutare un cane con demenza senile

Se siete i proprietari di un cane che soffre di demenza senile, dovete sapere che potete fare tanto per migliorare la qualità della vita del vostro animale:

- La stimolazione del senso del tatto è di vitale importanza.

- La stimolazione del gusto è anche importante, non c'è niente di meglio che nutrire un cane con demenza senile, con una dieta gustoso e fragrante.

- Il cane senile percepisce il suo ambiente come più minaccioso e genera ansia quando non riesce a superare gli ostacoli, quindi cercate di abbattere quante più barriere ostacolano la sua mobilità.

- Rispettate il ciclo sonno-veglia del vostro cane, e, se si aggira di notte, cercate di dargli un ambiente sicuro e confortevole.

- Non rimproveratelo e non punitelo.

Collegamenti sponsorizzati
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.
Condividi questo Articolo su:
Accedi
Accedi con il tuo Social Network

Oppure usa i tuoi dati di accesso

Error message here!

Hide Password non vadlida!

Hai dimenticato la password?

Hai dimenticato la Password? Inserisci la mail di accesso e ti invieremo una nuova password.

Mail non valida !

Torna al Login

Chiudi