Giovedi' 23 Marzo 2017

Il gatto mangia troppo (polifagia)? Cause e rimedi

  • Pubblicato il:  09/08/2016

È sempre prudente conoscere le abitudini alimentari del proprio gatto, in quanto un cambiamento può indicare spesso un potenziale problema.
Tale cambiamento può essere improvviso, come l'aumento dell'appetito (noto come polifagia).

Collegamenti sponsorizzati

La maggior parte delle persone associano la malattia con la perdita di appetito, ma anche un aumento dell'appetito può essere segno di un problema di fondo.

Cause di aumento dell'appetito nei Gatti?

- Acromegalia
Ormone della crescita in eccesso di solito come conseguenza di un tumore della ghiandola pituitaria.

-Alcuni farmaci

- Sindrome di Cushing
Malattia causata da una eccessiva produzione di cortisolo da parte del surrene o veterinario indotta, causata dalla somministrazione di corticosteroidi.

- Chetoacidosi diabetica
Causata dal diabete non controllato, ed il corpo comincia ad abbattere il grasso come fonte alternativa.
Durante questo processo, i prodotti di scarto noti come "chetoni" iniziano ad accumularsi nel corpo elevando l'acidità del sangue.

- Il diabete mellito
Causato da una insufficiente produzione di insulina o da un problema delle cellule che rispondono all'insulina.

- Insufficienza pancreatica esocrina
Secrezione insufficiente di enzimi pancreatici necessari per digerire il cibo.

- Ipertiroidismo
In genere è una malattia causata da un tumore benigno della ghiandola tiroide.

- Malattie infiammatorie intestinali
Un gruppo di malattie in cui alcuni tipi di cellule infiammatorie invadono il tratto gastrointestinale.

- Gravidanza

Altri sintomi

A seconda della causa, possono essere presenti altri sintomi che accompagnano l'aumento dell'appetito.
Le cose da monitorare sono:
- Diarrea
- Aumento della sete e della minzione
- Vomito


Clicca per ingrandire le foto

Dignosi di polifagia felina

Il veterinario eseguirà un esame fisico completo del gatto e avrà bisogno di conoscere da voi la sua storia clinica.
Vi chiederà se avete notato altri cambiamenti nel gatto come l'aumento della sete e della minzione, cambiamenti nel comportamento, ecc

Alcuni test che potrà eseguire sono:
- Emocromo completo
- Profilo biochimico
- Analisi delle urine

Al termine di queste prove, potrebbe effettuare altri test più accurati, quali:

Test di stimolazione ACTH
Questo test misura la capacità delle ghiandole surrenali a rispondere ad un ormone conosciuto come ormone adrenocorticotropo (ACTH) che viene generato nella ghiandola pituitaria, e, viaggiando attraverso il flusso sanguigno alle ghiandole surrenali, stimola la secrezione di altri ormoni come l'idrocortisone dalla corteccia.

Il test di stimolazione ACTH misura i livelli di cortisolo nel sangue del gatto prima e dopo un'iniezione di ACTH sintetico.

Test di soppressione con desametasone
Noto anche come test di soppressione ACTH, può aiutare a distinguere tra iperadrenocorticismo dipendente (ADH) e iperadrenocorticismo dipendente (PDH).
Misura la risposta delle ghiandole surrenali all'ACTH.

Il Desametasone è uno steroide sintetico (simile al cortisolo) che sopprime l'ACTH.
I livelli di cortisolo dovrebbero diminuire in risposta alla somministrazione di desametasone.

Cortisoluria
Questo test misura i livelli di cortisolo nelle urine e viene misurato contro i livelli di creatinina.
Se il livello è normale, può essere esclusoi l'iperadrenocorticismo nel gatto.

fTLI (felino tripsina)
Questo test misura le concentrazioni di proteine ​​tripsina nel siero.

Test di soppressione T3
Questo consiste nel prelievo del sangue per controllare i livelli di T3 e T4, 7 dosi orali del T3, ormone tiroideo, e un esame del sangue dopo la somministrazione dell'ormone.

In un gatto normale, il livello di T4 scenderà, mentre in un gatto con ipertiroidismo i livelli di T4 rimarranno gli stessi o aumenteranno leggermente.

Come si cura?

Il trattamento dipende dalla causa sottostante e può includere:
- L'acromegalia: non esiste una cura per l'acromegalia, il trattamento si basa a ridurre le condizioni di base.

- Alcuni farmaci: sospensione dei farmaci, ove possibile.

- Sindrome di Cushing: sospensione graduale del farmaco se veterinario-indotto.

- Chetoacidosi diabetica: i casi lievi necessitano solo un monitoraggio dei livelli di glucosio a casa, ma i casi più gravi possono richiedere liquidi per via endovenosa, la somministrazione di insulina ad azione rapida per abbattere i livelli di zucchero e una terapia di supporto.

- Il diabete mellito: cambiamenti nella dieta, passaggio a una dieta a basso contenuto di proteine ​​e fosforo, iniezioni di insulina.
Se i cambiamenti nella dieta non sono sufficienti controllare la malattia.

- Pancreatica esocrina: estratto di enzimi pancreatici per sostituire i bassi livelli di enzimi pancreatici, dieta ricca di proteine ​​e a basso contenuto di grassi, e in alcuni il veterinario potrebbe prescrivere antibiotici.

- Ipertiroidismo: terapia con iodio radioattivo per debellare il tumore o un intervento chirurgico per rimuoverlo.

- Malattie infiammatorie intestinali: cambiamenti nella dieta, come ad esempio una dieta altamente digeribile a basso contenuto di grassi, e se necessario la somministrazione di steroidi e antibiotici.

- Gravidanza: un gatto in stato di gravidanza richiede più calorie, soprattutto verso la fine della gravidanza e mentre allatta i suoi cuccioli.

Collegamenti sponsorizzati
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.
Condividi questo Articolo su:

Articoli da non perdere

Accedi
Accedi con il tuo Social Network

Oppure usa i tuoi dati di accesso

Error message here!

Hide Password non vadlida!

Hai dimenticato la password?

Hai dimenticato la Password? Inserisci la mail di accesso e ti invieremo una nuova password.

Mail non valida !

Torna al Login

Chiudi