Giovedi' 23 Marzo 2017

Mastite nel Cane: sintomi e trattamento

  • Pubblicato il:  28/07/2016

La mastite nel cane è una delle malattie più comuni che colpiscono le cagne femmina durante l'allattamento e che hanno appena partorito, ma può anche verificarsi anche durante la gravidanza.

Se abbiamo un cane in famiglia è importante conoscere i sintomi della mastite, il trattamento e le cure a disposizione per migliorarne la condizione.

Collegamenti sponsorizzati

In questo articolo parleremo delle mastiti nei cani in modo da sapere come si dovrebbe agire in questi momenti.

Cos'è la mastite

La mastite è un'infezione della mammella del cane che normalmente si verifica durante la gravidanza e l'allattamento. La causa principale è l'abbassamento delle difese immunitarie della madre dopo la nascita dei suoi cuccioli.

Questa mancanza di difese fa sì che alcuni germi, cosiddetti stafilococchi, si riproducano nel latte materno per poi passare nel seno, producendo un'infezione dolorosa per il cane.

In molti casi, quando i cuccioli istintivamente possono graffiare il capezzolo della madrecon le unghie affilate. E' in questo momento che la mastite può svilupparsi, e se non trattata adeguatamente può generare problemi anche nei cuccioli. Il latte diventa tossico e potrebbero anche morire.

Clicca per ingrandire le foto

I sintomi della mastite canina

Sapere come identificare i sintomi di una mastite nel nostro cane è fondamentale per iniziare il trattamento il più presto possibile, alleviare il disagio e salvare la vita dei cuccioli.

Se sospettate che il vostro cane sia affetto da mastite, prestate attenzione ai i primi sintomi di questa grave malattia, soprattutto alla mancanza di appetito.

Altri sintomi iniziali sono:
- Vomito
- Diarrea
- Disagio generale
- Aumento della frequenza cardiaca
- Temperatura corporea elevata
- Apatia
- Dolore ai capezzoli
- Irritabilità

Anche se questi sintomi possono essere prova che che il cane soffre di mastite sicuramente il dolore o gonfiore dei capezzoli è il sintomo più chiaro.

Un'altra conseguenza grave è la tossicità del latte della madre che può causare l'avvelenamento dei cuccioli, la comparsa di tumori del seno e perfino la morte dei cani neonati.


Il trattamento delle mastiti nei cani

Se avete il minimo sospetto che il vostro cane abbia la mastite la prima cosa da fare è di andare subito dal veterinario di fiducia per eseguire un esame fisico, esami del sangue e una coltura batterica.

La somministrazione di antibiotici aiuta a combattere le infezioni e l'applicazione di impacchi caldi migliora lo stato del seno.

Se non viene eseguito alcun trattamento veterinario spesso si dovrà ricorrere alla rimozione del seno colpito, ed è un processo costoso per il proprietario ma anche rischioso per il cane.

La prevenzione della mastite canina

Per prevenire adeguatamente il verificarsi di un'infezione causa della mastite, è importante pulire i seni della cagna con una garza bagnata regolarmente.
Controllare i capezzoli su base giornaliera e le unghie dei cuccioli devono essere tagliate e corte per evitare graffi.

Collegamenti sponsorizzati
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.
Condividi questo Articolo su:

Articoli da non perdere

Accedi
Accedi con il tuo Social Network

Oppure usa i tuoi dati di accesso

Error message here!

Hide Password non vadlida!

Hai dimenticato la password?

Hai dimenticato la Password? Inserisci la mail di accesso e ti invieremo una nuova password.

Mail non valida !

Torna al Login

Chiudi