Domenica 19 Febbraio 2017

Vaccino Mixomatosi per il Coniglio

  • Pubblicato il:  19/08/2016

La mixomatosi è una malattia molto comune nei conigli. In questo articolo viene illustrato l'utilizzo della vaccinazione mixomatosi, disponibile in Europa, come misura preventiva contro la malattia per i conigli da compagnia.

La mixomatosi è molto contagiosa e si diffonde tra i conigli tramite insetti vettori, quali:
- pulci
- zanzare

Collegamenti sponsorizzati

L'infezione può quindi avvenire anche senza contatto diretto tra i conigli.

In Europa, abbiamo la fortuna di avere accesso ad una vaccinazione contro la mixomatosi e si consiglia di vaccinare ogni coniglio a partire dalle 6 settimane di vita.

Pur essendo la migliore protezione disponibile, questa vaccinazione non è efficace al 100% e alcuni individui vaccinati possono contrarre ugualmente la malattia.
Tuttavia, i conigli vaccinati infettati, svilupperanno una forma più lieve della malattia e avranno una maggiore possibilità di recupero.

La vaccinazione è controindicata in quegli animali in stato di gravidanza o malati, e sarà dovere del veterinario effettuare una visita approfondita prima dell'iniezione.

Clicca per ingrandire le foto

Il Vaccino contro la mixomatosi del Coniglio

Al momento attuale, vi è un solo tipo di vaccino contro la mixomatosi. Si chiama "Nobivac Myxo" della Intervet.

Al fine di stimolare una buona immunità, il vaccino viene diviso in 2 somministrazioni:
- la maggior parte viene somministrato sotto la pelle
- il rimanente è iniettato per via intradermica, cioè tra lo strato della pelle stessa.

I produttori consigliano di utilizzare la pelle alla base dell'orecchio per l'iniezione:
È anche possibile somministrare sia la parte sottocutanea che intradermica attraverso una singola iniezione alla base del collo.


Dopo la prima vaccinazione, sono necessari richiami regolari.
Dove il rischio di mixomatosi è alto, il vaccino deve essere somministrato ogni 6 mesi.

Prevenzione

La mixomatosi tende ad essere una malattia stagionale, con focolai che si verificano a fine estate.
Pertanto, il momento ottimale per la vaccinazione è in tarda primavera per fornire una buona protezione durante i mesi estivi.

Infine, è importante notare che il controllo degli insetti è un mezzo importante per ridurre al minimo il rischio di infezione.

Collegamenti sponsorizzati
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.
Condividi questo Articolo su:

Articoli da non perdere

Accedi
Accedi con il tuo Social Network

Oppure usa i tuoi dati di accesso

Error message here!

Hide Password non vadlida!

Hai dimenticato la password?

Hai dimenticato la Password? Inserisci la mail di accesso e ti invieremo una nuova password.

Mail non valida !

Torna al Login

Chiudi