Venerdi' 24 Febbraio 2017

Pancreatite nel cane: cos'è e come curarla

  • Pubblicato il:  24/05/2016

Il pancreas è un organo vitale che si trova sul lato destro dell'addome del cane.
Ha due funzioni; produrre enzimi che aiutano nella digestione del cibo, e produrre ormoni, come l'insulina. Quando il pancreas si infiamma, il disturbo viene chiamato pancreatite.

Collegamenti sponsorizzati

Si tratta di un processo patologico che si nota comunemente nei cani, senza esclusione di età, sesso, razza o predisposizione.

Ci sono due forme principali di pancreatite acuta (improvvisa insorgenza) :
- mite (forma edematosa)
- emorragica (più grave)

Alcuni cani che recuperano da un episodio acuto di pancreatite possono continuare ad avere recidive ricorrenti di malattia cronica.
L'infiammazione associata causa un versamento di enzimi digestivi nella cavità addominale, provocando danni secondari agli organi circostanti, come il fegato, le vie biliari, la cistifellea e l'intestino.

Quali sono le cause di pancreatite nel Cane

La causa di pancreatite nel cane non è nota. Tuttavia, ci sono diversi fattori contribuenti, come l'alimentazione troppo ricca di grassi, o alla somministrazione di farmaci corticosteroidi.

In condizioni normali, gli enzimi digestivi prodotti dal pancreas si attivano quando raggiungono l'intestino tenue. Nella pancreatite, questi enzimi sono attivati ​​prematuramente nel pancreas invece che nel piccolo intestino.
Ciò comporta che il processo di digestione avvenga nel pancreas stesso.

I segni clinici della pancreatite nei cani sono spesso variabili, e l'intensità della malattia dipende dalla quantità di enzimi che sono attivati prematuramente.

Clicca per ingrandire le foto

Segni clinici della pancreatite nei Cani

La diagnosi di pancreatite si basa su tre criteri:
- segni clinici
- test di laboratorio
- radiografie (raggi X) e / o ecografia.

La malattia tipicamente si manifesta con i seguenti sintomi:
- nausea
- vomito
- febbre
- dolore addominale
- diarrea
Se l'attacco è grave, possono verificarsi tremori acuti, depressione e morte.

Gli esami di laboratorio di solito rivelano un numero di globuli bianchi elevati, anche se un numero di globuli bianchi elevati può essere causato anche da altre condizioni mediche oltre che da pancreatite.

L'aumento degli enzimi pancreatici nel sangue è probabilmente il criterio migliore per individuare le malattie del pancreas, ma, anche in questi casi, alcuni cani con pancreatite potrebbero mostrare livelli normali.

Radiografie ed ecografie possono mostrare una superficie infiammata del pancreas.

Come si cura la pancreatite nel Cane

Il trattamento della pancreatite dipenderà dalla diagnosi precoce e dalla terapia medica tempestiva.
Il trattamento prevede la somministrazione di fluidi per via endovenosa per mantenere i liquidi e l'equilibrio elettrolitico normale e farmaci anti-infiammatori per ridurre l'infiammazione del pancreas e rendere il cane più a suo agio.

Se il cane presenta uno stato di shock il veterinario potrebbe aumentare l'apporto di fluidi endovenosi, antibiotici e anti-emetici (farmaci che bloccano il vomito).

E' anche importante iniziare i fluidi orali e gli alimenti il prima possibile per mantenere gli enterociti sani (cellule che rivestono il tratto intestinale).

Qual'è la prognosi?

La prognosi dipende dalla gravità della malattia e dalla risposta che ha il cane alla terapia iniziale.
I cani che presentano stati di shock e depressivi hanno una prognosi riservata. La maggior parte delle forme lievi di pancreatite, invece, hanno una buona prognosi.

Ci possono essere problemi a lungo termine?

Ci sono diverse possibili complicazioni a lungo termine che possono seguire gravi o ripetute pancreatiti.

Se la maggior parte cellule che producono enzimi digestivi vengono distrutte, il cane potrebbe avere problemi di digestione del cibo. Questa condizione è nota come insufficienza pancreatica e può essere trattata con la somministrazione giornaliera di compresse di enzimi in polvere date insieme cibo.

Se sono le cellule di insulina ad essere distrutte, la malattia può portare allo sviluppo del diabete mellito.

In casi rari, possono verificarsi, come conseguenza di pancreatite, aderenze tra gli organi addominali.
Tuttavia, la maggior parte cani recupera senza effetti a lungo termine.

Collegamenti sponsorizzati
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.
Condividi questo Articolo su:

Articoli da non perdere

Accedi
Accedi con il tuo Social Network

Oppure usa i tuoi dati di accesso

Error message here!

Hide Password non vadlida!

Hai dimenticato la password?

Hai dimenticato la Password? Inserisci la mail di accesso e ti invieremo una nuova password.

Mail non valida !

Torna al Login

Chiudi