Martedi' 25 Aprile 2017

Appendicite: sintomi e cure

  • Pubblicato il:  27/01/2017

L' appendicite è l'infiammazione acuta dell'appendice, un segmento intestinale di circa dieci centimetri situato nella prima parte dell'intestino crasso (tra il piccolo intestino e colon destro).

Collegamenti sponsorizzati

L'appendicite provoca dolori addominali, febbre e disturbi digestivi, e la diagnosi richiede la resezione chirurgica perché non c'è corrispondenza tra i segni clinici e la gravità delle lesioni anatomiche.

l picco di incidenza è tra i 15 e i 30 anni, anche se di appendicite possono soffrire persone di qualsiasi età.

Se non trattata, l'appendice può perforarsi mettendo in pericolo di vita il soggetto interessato.

I sintomi dell'appendicite

Di solito, l'inizio è improvviso con un dolore acuto nella zona della fossa iliaca destra, che è l'area in basso a destra dell'ombelico.

Il dolore è acuto e si irradia verso la parte bassa della schiena e la l'apice della coscia destra.

Potrebbe manifestarsi vomito e nausea, e alcune volte è associata stitichezza.

La febbre è di solito lieve, intorno a 38,5°.
I battiti cardiaci sono accelerati in relazione a questa ipertermia.

La lingua è ricoperta da un rivestimento biancastro.
All'esame fisico, l'addome è gonfio e non si distende normalmente.

Una palpazione dolce e attenta rivela una dolore costante, che diventa acuto nel punto di Mac Burney (nel mezzo di una linea immaginaria che va dall'ombelico fino alla spina iliaca anteriore superiore).

Il dolore diventa più profondo se si alza la gamba destra del paziente.

Tuttavia, bisogna essere consapevoli del fatto che la diagnosi di appendicite non è facile, perché vari possono essere i sintomi che possono e non possono coesistere.

Altre forme di appendicite

I segni clinici non sono purtroppo sempre facili da riconoscere.

Ci sono poi alcuni casi atipici, dove fare una diagnosi è molto più difficile:

  • Appendicite del bambino e dell'anziano

  • Appendicite nelle donne in gravidanza

  • Appendicite causata dal trattamento antibiotico prescritto per i non vedenti

  • Appendicite con sede ectopica (diversa dal normale): sottoepatico, pelvico, retro-cecale...etc


Clicca per ingrandire le foto

La peritonite

La peritonite è l'infiammazione del peritoneo, causata dalla rottura delle pareti dell'appendice.

La peritonite è spesso la forma rivelatrice di una appendicite perforata.

La peritonite purulenta ha un esordio improvviso, segnato da un forte dolore nella zona della fossa iliaca, che man mano si estende rapidamente in tutto l'addome.

Il vomito è costante, la febbre è di 40 °C e i battiti accelerati.

I sintomi sono chiari: l'addome è gonfio e che non si distende.

La palpazione rivela una contrattura rigida, i muscoli addominali sono dolorosi ed il paziente cerca di allontanare la mano del medico mentre palpa il ventre.

In caso di peritonite, il trattamento chirurgico è urgente.

Il chirurgo troverà del pus nel peritoneo e la perforazione appendicolare.

Altri test e analisi

La diagnosi di appendicite acuta è soprattutto clinica, ma ulteriori test possono essere utili.

L'emocromo mostra la presenza di leucocitosi con granulociti.
Il tasso di sedimentazione accelerato.

Gli esami di imaging (ecografia) possono essere utili in caso di difficoltà nella diagnosi,fornendo delle immagini tipiche.

La radiografia dell'addome mostra nel 10% dei casi una calcificazione opaca.

appendicete bambini

Da non confondere con ...

Dobbiamo distinguere l'appendicite acuta da altre malattie il cui quadro clinico può essere simile:

  • Polmonite in basso a destra (radiografia del torace)

  • Colica renale

  • Pielonefrite (infezione del rene), che è diagnosticabile tramite ecografia

  • Epatite virale (dosaggio delle transaminasi)

  • Gravidanza ectopica e la torsione di una cisti ovarica

Tra le condizioni chirurgiche, bisogna escludere anche le infezioni del diverticolo di Meckel, il morbo di Crohn , una colecistite acuta , un'ulcera perforata o una pancreatite acuta.

Trattamento dell'appendicite


APPENDICECTOMIA CLASSICA
L'appendicectomia classica viene eseguita in anestesia generale con intubazione.

L'incisione viene eseguita in basso a destra ed è di soli pochi centimetri.
In caso di difficoltà il chirurgo potrebbe ampliare tale incisione.

La procedura comporta la rimozione dell'appendice malata.
Il tempo medio è di 30 minuti.

Dopo l'intervento, la flebo viene rimossa dopo circa 6-8 ore.
Il dolore viene tenuto sotto controllo con farmaci, lo stato di nausea con vomito a volte perdurano per uno o due giorni.

Il giorno dopo, il paziente può alzarsi in piedi.
Anticoagulanti e antibiotici non sono utilizzati in modo sistematico.

L'emissione di gas è l'inizio della guarigione, e si può uscire dall'ospedale dopo alcuni giorni.
In genere si può tornare a lavoro dopo 2 o 3 settimane.

intervento appendicite
APPENDICECTOMIA IN LAPAROSCOPICA
L'appendicectomia può essere eseguita per via laparoscopica.

La laparoscopia spesso è la chiave per la diagnosi dei dolori nella fossa iliaca destra e permette allo stesso tempo il trattamento.

La procedura viene eseguita in anestesia generale.

Si tratta di un tubo composto da fibre ottiche, che permetteranno ad una videocamera di catturare le immagini dell'addome.

Collegamenti sponsorizzati
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.
Condividi questo Articolo su:

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere

Accedi
Accedi con il tuo Social Network

Oppure usa i tuoi dati di accesso

Error message here!

Hide Password non vadlida!

Hai dimenticato la password?

Hai dimenticato la Password? Inserisci la mail di accesso e ti invieremo una nuova password.

Mail non valida !

Torna al Login

Chiudi