Venerdi' 24 Febbraio 2017

Emorroidi: cause, sintomi e trattamento

  • Pubblicato il:  20/01/2017

Le emorroidi sono vene gonfie intorno all'ano o nel tratto inferiore del retto, e possono essere interne o esterne.
Le emorroidi interne si trovano all'interno del retto, mentre quelle esterne si formano al di fuori dell'apertura anale.

Le emorroidi possono provocare dolore e prurito, e spesso possono sanguinare durante i movimenti intestinali.

Collegamenti sponsorizzati

Si calcola che circa il 75% delle persone sviluppa almeno un episodio di emorroidi durante la vita, con maggior incidenza nelle persone di età compresa tra 45 e 65 anni.

Quanto tempo durano i sintomi delle emorroidi?

Se le emorroidi sono piccole, i sintomi possono regredire nel giro pochi giorni e senza trattamento. Potrebbe essere necessario un cambiamento nella dieta e dello stile di vita.

emorroidi
Alcuni emorroidi interne diventano così grandi che a volte fuoriescono dall'ano, e vengono chiamate emorroidi prolassate.
In questi casi la guarigione può richiedere più tempo e, a volte, può può essere necessario un trattamento medico.

Alcune donne possono sviluppare emorroidi durante la gravidanza, perché l'aumento della pressione nell'addome, in particolare nel terzo trimestre, può rendere le vene nel retto e dell'ano più grandi.

Inoltre, gli ormoni della gravidanza possono indurre le vene a gonfiarsi.
Se si sviluppano le emorroidi durante la gravidanza, i sintomi possono durare fino al parto.

Quali sono i sintomi delle emorroidi?

Anche se a volte le emorroidi non provocano alcun sintomi, un movimento intestinale può irritare le emorroidi interne e causare sanguinamento.

Se il emorroidi interne fuoriescono dall'apertura anale, possono causare sanguinamento e i sintomi nella zona anale includono:
- forte prurito
- bruciore
- disagio
- dolore
- presenza di un grumo
- gonfiore

Questi sono gli stessi sintomi che si possono sperimentare se si hanno le emorroidi esterne.

Cosa fare per avere del sollievo dalle emorroidi?

Se avete un episodio di emorroidi, alcuni cambiamenti nello stile di vita possono aiutare a guarire più velocemente.

Una delle cause di emorroidi è l'alimentazione inadeguata.
L'aggiunta di più cibi ricchi di fibre alla vostra dieta, come le verdure, frutta e cereali integrali, può aiutare ad ammorbidire le feci e a rendere più facile il loro passaggio.

Bisogna anche bere molta acqua per alleviare la stitichezza e ridurre lo sforzo durante la defecazione.

Di seguito alcuni accorgimenti che possono aiutare ad alleviare i sintomi:
- Ridurre al minimo il tempo sul water.

- Quando si sente lo stimolo di andare in bagno, fatelo il prima possibile.

- Se sei incinta, cercate di dormire su un fianco, per contribuire ad alleviare la pressione sulla parte intorno all'ano.

- Chiedete al vostro medico uno sciroppo per rendere le feci più morbide o un integratore di fibre, come psyllium o metilcellulosa.

- Un cucchiaio di olio aggiunto al cibo può aiutare ad ammorbidire le feci.
.
- Mantenere sempre la zona anale pulita. Fate la doccia regolarmente, e utilizzare salviette umide per pulire la zona intorno l'ano dopo ogni evacuazione intestinale.

- Come sollievo potrete immergere la zona anale per qualche minuto in acqua calda.

Per alleviare il disagio, si potrebbero anche provare a utilizzare farmaci da banco per uso topico, come il gel emorroidario a base di fenilefrina (Preparazione H).

Questi prodotti sono utilizzati solo se le emorroidi sono sporgenti e infiammate.
Limitare l'uso di prodotti che contengono steroidi perché a lungo termine possono causare l'assottigliamento della cute intorno all'ano.
Se i farmaci da banco non hanno effetto, parlate con il medico per cercare un trattamento adeguato.

Clicca per ingrandire le foto

Quali sono le opzioni di trattamento?

Le piccole emorroidi spesso spariscono senza trattamento o con trattamenti fatti in casa e le modifiche dello stile di vita.

Se ci sono problemi o complicazioni continue, come il sanguinamento, si deve consultare il medico.
Il medico inizialmente dovrà escludere altre cause del sanguinamento, come il cancro al colon o il cancro anale.

Se i sintomi si aggravano, il medico può raccomandare procedure mediche per rimuovere o ridurre le emorroidi.

Ci sono alcuni trattamenti ambulatoriali minimamente invasivi, tra cui:
- legatura elastica: è il trattamento non chirurgico più comune, e consiste nel legare una fascia stretta alla base delle emorroidi in modo da impedire l'afflusso di sangue. L'ottanta per cento delle persone con problemi di emorroidi sono sottoposte a questo tipo di trattamento.

- Criopterapia per ridurre le emorroidi.

- Scleroterapia: il medico inietta una sostanza chimica che riesce a ridurre le emorroidi.

Se il problema emorroidale è grave o se le emorroidi non rispondono ai trattamenti medici, potrebbe essere necessario in intervento per rimuoverle chirurgicamente.

Quali sono i fattori di rischio per le emorroidi?

I fattori di rischio per le emorroidi sono per lo più legati ad un aumento della pressione sulle vene anali e rettali.

Una storia familiare di emorroidi può aumentare la probabilità di sviluppare emorroidi, ma in generale i fattori di riscio principali sono:
- età
- gravidanza
- obesità
- rapporto anale
- costipazione o diarrea frequente
- stare troppo tempo seduti sul water
- non assumere sufficiente fibra alimentare
- uso eccessivo di clisteri o lassativi
- sforzi eccessivi durante la defecazione

Le emorroidi emorroidi possono tornare?

I ricercatori non hanno condotto molti studi sul tasso di recidiva delle emorroidi.

In uno studio nel 2004 venne controllato il tasso di recidiva delle emorroidi in 231 persone.
Alcuni dei partecipanti ha effettuato un trattamento a casa mentre altri avevano avuto un intervento chirurgico.

emorroidi possono tornare
Emorroidi sono riapparse nel 6,3% delle persone che hanno avuto un intervento chirurgico e nel 25,4% delle persone che hanno fatto un trattamento a casa.

Consigli per la prevenzione delle emorroidi

Cambiamenti nella dieta e nella routine quotidiana possono aiutare aiutare a tenere lontane le emorroidi.

Seguire questi suggerimenti:
- Mangiare la quantità raccomandata di cibi ricchi di fibre e bere molti liquidi per mantenere le feci morbide e prevenire sforzi durante i movimenti intestinali. Parlate con il medico per un eventuale lassativo naturale.

- Fate esercizio fisico regolare per aiutare a mantenere i movimenti intestinali più regolari.

- Se siete in sovrappeso, cercate i ridurlo per evitare una maggiore pressione sulle vene nel retto e dell'ano.

Collegamenti sponsorizzati
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.
Condividi questo Articolo su:
Accedi
Accedi con il tuo Social Network

Oppure usa i tuoi dati di accesso

Error message here!

Hide Password non vadlida!

Hai dimenticato la password?

Hai dimenticato la Password? Inserisci la mail di accesso e ti invieremo una nuova password.

Mail non valida !

Torna al Login

Chiudi