Sabato 24 Giugno 2017

Calcoli renali nel Gatto: sintomi e trattamento

  • Pubblicato il:  16/08/2016

I calcoli renali nei gatti si formano per diversi motivi.
I gatti con piccoli calcoli renali possono non mostrare sintomi,e in genere vengono diagnosticati casualmente tramite le radiografie del ventre eseguite per altra causa.

Dal momento che i calcoli renali nei gatti non sembrano dolorosi, perché dovremmo preoccuparci?

Collegamenti sponsorizzati

Un calcolo renale che permette il normale flusso di urina fuori può essere messo periodicamente controllato dal veterinario guarda con attenzione, ma alla fine non trattato.

Tuttavia, se la pietra diventa molto grande, o se si staccano pezzetti che vanno a depositarsi negli ureteri (i tubi lunghi e stretti che collegano ciascun rene alla vescica urinaria), è probabile che diventino molto dolorosi.

Le coliche renali provocano nel gatto intenso dolore, malessere e vomito; il rene, inoltre, può gonfiarsi e danneggiarsi.
Se il blocco dovesse essere presente in ambedue i reni, il vostro gattino avrà bisogno di una urgente visita veterinaria, una ostruzione urinaria è molto pericolosa per il gatto.

Segni di calcoli renali nei gatti

I segni ed i sintomi della presenza di calcoli renali ne gatto potrebbero includere:
- febbre
- disagio addominale
- dolore ai reni
- sangue nelle urine (ematuria)
- variazioni della minzione (aumento o diminuzione)
- letargo
- scarso appetito
- vomito
- perdita di peso

Clicca per ingrandire le foto

Diagnosi di calcoli renali nei Gatti

La maggior parte delle pietre di solito compare nelle radiografie, ma quelle più piccole potrebbe nascondersi dietro gli intestini.

Un altro motivo per cui i semplici raggi X potrebbero non fornire informazioni sufficienti, è dovuto al fatto che alcuni tipi di pietre non sono visibili.
Un esempio sono le pietre di urato, che potrebbero essere causate a seguito di una malattia del fegato.

Una volta che è stata diagnosticata la pietra, il veterinario eseguirà alcuni test per capire il tipo.
Test possono includere:
- emocromo completo (CBC)

- esame biochinico del sangue con elettroliti

- esami alle urine; la qualità delle urine può predire la malattia renale e aiutare ad identificare l'infezione batterica o il tipo di cristalli che formano la pietra.

- urinocoltura, per identificare un'infezione batterica e stabilire la migliore terpia antibiotica

- radiografie addominali per esaminare la dimensione e la forma dei reni ed evidenziare eventuali calcoli urinari

- monitoraggio della pressione arteriosa sistemica, una importante complicanza della malattia renale

- ecografia addominale, per verificare la posizione di eventuali pietre e il sospetto di ostruzioni

Cause e tipi di calcoli renali nei gatti

maggior parte dei gatti colpiti da calcoli renali sono quelli di mezza età o più anziani.

Calcoli renali metabolici sono molto più comuni nei gatti con infezione di base, ed il veterinario può determinare il trattamento in base al tipo di pietra.

Il trattamento dei calcoli renali nei gatti

Uno dei motivi per cui bisogna trattare la formazione di calcoli renali è perchè il gatto potrebbero sviluppare ripetute infezioni batteriche urinarie.


Con alcuni tipi di calcoli urinari, il veterinario può decidere di trattare la condizione in modo conservativo, con una combinazione di antibiotici, una dieta mirata e molti liquidi.
Per sciogliere i calcoli renali completamente spesso ci vogliono mesi, e non sempre possibile.

E' probabile che il vostro gattino, non avrà bisogno di alcun trattamento specifico per rimuoverlo, ma è bene essere preparati.
Gli sforzi medici per sciogliere i calcoli renali sono di solito più sicuro di un intervento chirurgico, ma non funzionano per la maggior parte delle pietre.

Poiché la maggior parte dei calcoli renali non si dissolvono, i piani per il trattamento risultano difficile, e si deve optare per la chirurgia specializzata.
Questa deve essere sempre eseguita da un medico veterinario esperto, per non rischiare di danneggiare in modo permanente il rene.

Ci sono tecniche speciali per rompere una pietra (la litotripsia per esempio) ma di solito non sono raccomandati per i gatti, perché i frammenti tendono a posizionarsi negli ureteri.

Per alcuni gatti, gli specialisti possono consigliare il trattamento con un endoscopio (un piccolo dispositivo con una luce).
Per le situazioni di emergenza, quando gli ureteri sono bloccati, potrebbero essere eseguite alcune tecniche di bypass intorno gli ureteri bloccati.

E' sempre giusto chiedere al medico se la chirurgia è l'unica opzione, o se ci potrebbe essere una tecnologia all'avanguardia da provare, invece del taglio chirurgico.

Collegamenti sponsorizzati
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere