Venerdi' 20 Ottobre 2017

Cecità nel Cane: cosa fare

  • Pubblicato il:  03/05/2016
Foto Cecità nel Cane: cosa fare

La cecità nel cane è la mancanza o la perdita della capacità della vista.
Molti casi di cecità del cane si pensa siano genetici e sono specifici per alcune razze.

Collegamenti sponsorizzati

La cecità può interessare uno o entrambi gli occhi e può progredire gradualmente o in modo rapido; i cani che perdono la vista gradualmente tendono a compensare meglio questa condizione.

Cause di cecità nel Cane

Qualsiasi condizione che impedisce alla luce di raggiungere la retina può alterare la visione di un cane.

Tra queste ricordiamo il danneggiamento della cornea, della retina o altre strutture dell'occhio.
La cecità può essere causata da
- Cataratta
- Glaucoma
- Uveite
- Trauma corneale
- Ulcerazione corneale
- Lussazione del cristallino
- Distacco della retina
- Emorragia retinica
- Degenerazione e atrofia della retina
- Lesioni cerebrali che colpiscono il nervo ottico (ipoplasia congenita del nervo ottico, cancro, trauma, atrofia, ascessi)
- Gonfiore cerebrale (edema)
- Avvelenamento da ivermectina o piombo
- Malattie infiammatorie, infettive o neoplastiche del cervello.

Molte cause di cecità canina possono avere una base genetica e possono essere specifiche per età e razza.
I disturbi della vista sembrano essere più prevalenti nei cani colore bianco, tra cui Boxer bianchi e Alani.

Collegamenti sponsorizzati

Come la cecità colpisce i cani

La cecità può interessare uno o entrambi gli occhi.
Se colpisce solo un occhio, viene chiamata cecità unilaterale, mentre se interessa entrambi gli occhi, è considerata bilaterale.

I sintomi della cecità

I sintomi della perdita della vista nel cane spesso possono essere i seguenti:
- Il cane sbatte contro oggetti o strutture nel proprio ambiente
- Goffaggine
- Deficit della vista in penombra e al buio (perdita della "visione notturna")
- Difficoltà a trovare ciotole di cibo e d'acqua, giocattoli e altre cose familiari
- Difficoltà cattura palle o altri oggetti
- Camminare con il naso rivolto verso terra
- Disorientamento
- Confusione
- Letargo
- Debolezza
- Ansia
- Depressione
- Arrossamento e gonfiore degli occhi
- Opacità dell'occhio

I cani la cui perdita della vista avviene gradualmente tendono a compensare meglio rispetto a quelli con un esordio improvviso, soprattutto se la perdita della vista è molto lenta e progressiva.

Prognosi

La prognosi della perdita della vista per i cani è molto variabile e dipende quasi interamente dalla causa che la genera.

Ad esempio, i cani nati ciechi (cecità congenita) probabilmente non saranno mai in grado di vedere.

I cani che sviluppano una perdita visiva acuta possono invece riacquistare la vista, soprattutto se la diagnosi è precoce e il trattamento aggressivo. Purtroppo, in molti casi, la cecità è irreversibile.

La maggior parte delle cause di cecità non sono fatali, e i cani colpiti solitamente sono in grado di vivere una vita relativamente normale, completa e funzionale.

Cani a maggior rischio

Cani di qualsiasi età o razza possono essere soggetti a cecità.

Alcune razze hanno un aumentato rischio di sviluppare un glaucoma primario, tra cui il Beagle, Bassett Hound, Bovaro delle Fiandre, Chow Chow, Cocker Spaniel, Bassotto, Dalmata, Alano, Barbone, Shar-Pei, Malamute, Siberian Husky e alcune razze Spaniel.

Se la causa della cecità è dovuta alla lussazione del cristallino, le razze ad alto rischio sono il Terrier, Spaniel, Pastore Tedesco, Barboncini, Toy Poodles e i Chihuahua.

Se la cecità è causata dal distacco della retina, gli Shih Tzu sembrano avere un maggior rischio.

I cani più vecchi tendono ad sviluppare la cecità associata al cancro e al distacco della retina.
I cani con diabete mellito non curati sono predisposti a sviluppare la cataratta, che può contribuire alla cecità.

Cani con ipertensione (pressione alta) sono ad aumentato rischio di sviluppare il distacco della retina con conseguente perdita della vista.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere