Martedi' 27 Ottobre 2020

Perchè le zanzare mordono alcune persone rispetto ad altre?

Alcune persone possono sedersi comodamente fuori per tutta l'estate e non soffrire di dolorose e fastidiose punture di zanzara. Altre, invece, diventano oggetto dei morsi nonostante usino creme e prodotti repellenti. Perché succede?


Si stima che il 20% delle persone sia particolarmente "delizioso" per le zanzare. E sebbene gli scienziati non abbiano ancora una cura per questi fastidiosi morsi, piuttosto che prevenirli con un repellente, ci sono una serie di idee sul perché alcuni mortali sono più inclini ai morsi di altri.

La chiave sta nell'invisibile paesaggio chimico dell'aria che ci circonda. Le zanzare sfruttano l'ambiente attraverso comportamenti specifici e organi sensoriali affinati per trovare le vittime seguendo le sottili tracce chimiche lasciate dai nostri corpi.

In particolare, le zanzare sfruttano l'anidride carbonica per trovare i loro ospiti. Quando espiriamo, l'anidride carbonica presente nei nostri polmoni non si mescola subito con l'aria. E' proprio questa sostanza che le zanzare seguono come briciole di pane.

"Le zanzare iniziano a dirigersi verso questi accumuli di anidride carbonica", afferma Joop van Loon, entomologo dell'Università di Wageningen nei Paesi Bassi.

Un essere umano produce circa un chilogrammo di CO2 al giorno e ogni volta che espira, circa 13 volte al minu

to, emette più di cento milligrammi di questo gas. Le zanzare rilevano la presenza di un possibile ospite con le pulsazioni di CO2, che varia tra gli adulti (più anidride carbonica durante la respirazione) e i bambini (meno anidride carbonica durante la respirazione) e in base alla dieta e all'esercizio fisico.zanzare pungono perche

Anche l'acido lattico che emettiamo durante la respirazione o attraverso il sudore attira questi insetti. Le persone anziane e le donne in gravidanza emettono più acido lattico e CO2, quindi sono perfette per le zanzare. Così come le persone che hanno appena fatto un intenso esercizio fisico sono molto "attraenti" per questi insetti.

La cosa diventa seria quando le zanzare si trovano a circa un metro da un gruppo di possibili bersagli. In spazi ristretti, le zanzare tengono conto di molti fattori che variano da persona a persona, come la temperatura della pelle, la presenza di vapore acqueo e il colore.

Gli scienziati ritengono che la variabile più importante da cui dipendono le zanzare quando scelgono una persona piuttosto che un'altra è rappresentata dai composti chimici prodotti dalle colonie di microbi che vivono sulla nostra pelle.

Questi pacchetti di sostanze chimiche sono complessi e comprendono più di 300 composti diversi e variano da persona a persona in base alla variazione genetica e all'ambiente.

Ad esempio, secondo uno studio del 2011 pubblicato sulla rivista PLOS ONE, gli uomini con una maggiore diversità di microbi sulla pelle tendono ad avere meno punture di zanzara rispetto agli uomini che ne hanno meno. Inoltre, i ricercatori hanno scoperto che gli uomini con meno microbi diversi tendono ad avere i seguenti batteri nei loro corpi: Leptotrichia, Delftia, Actinobacteria Gp3 e Staphylococcus.

Un altro recente studio ha affermato che una singola bottiglia di birra può rendere una persona più attraente per gli insetti. Ma sebbene i ricercatori sospettassero che ciò fosse dovuto al fatto che bere aumenta la quantità di etanolo escreto nel sudore o perché la temperatura corporea aumenta, nessuno di questi fattori è correlato agli sbarchi di zanzare, il che rende la loro affinità con i bevitori qualcosa di misterioso.

Le sottili differenze nella composizione di questo "cocktail" chimico possono spiegare le grandi variazioni nella quantità di morsi che una persona riceve rispetto ad un'altra. La composizione di queste colonie microbiche può variare nel tempo nello stesso individuo, in particolare se quella persona è malata.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->