Domenica 24 Maggio 2020

Protesi per cani: cosa c'è da sapere

Protesi e impianti artificiali per cani

Se un cane si ferisce gravemente ad una gamba, la pratica veterinaria standard è di amputare l'arto del cane. Si pensa è che un cane può cavarsela egregiamente con tre gambe invece di quattro. Questo è in parte vero, ma sicuramente non sarà in grado di correre liberamente e saltare come vorrebbe.

C'è anche un aumentato rischio di artrite per i cani (e altri animali) costretti ad adattarsi alla vita senza un arto, e inoltre potrebbero avere una vita media inferiore.
Fino a poco tempo fa, l'amputazione era l'unica opzione, oggi, invece, alcuni bravi veterinari, stanno ricorrendo sempre maggiore successo all'impianto di arti artificiali, e stanno cambiando la qualità di vita di questi cani.

Arti High-TechBill Bickley, un tecnico ortopedico e protesista per gli esseri umani, ha fondato un'azienda che crea protesi high-tech per cani e gatti a Houston, Texas. E' una delle tante aziende che nel mondo creano plantari (dispositivi di supporto) e protesi (arti artificiali) per animali.

Bickley è coadiuvato da Hans Debot, fondatore della deBotech, una società che utilizza la fibra di carbonio per la costruzione di aeromobili, bob olimpici, e altro ancora. Il materiale di fibra di carbonio è unico per robustezza e flessibilità, fornendo quindi la combinazione perfetta per una protesi per cane.

Sono riusciti a mettere a punto una gamba posteriore con rigidità progressiva, passando gradualmente da una zona meno flessibile a zone più flessibili. Bickley ha poi creato un 'piede' iniettando gel di silicone nella parte inferiore della gamba per permettere al cane con un atterraggio morbido.

Il costo di una protesi di una gamba per cane è di circa 1.200 Euro. I costi di manutenzione per sostituire le parti usurate sono all'incirca 100 Euro l'anno.

Ci sono altri produttori in America che creano arti artificiali per animali, come la OrthoPets. La OrthoPets crea protesi scansionando l'arto e successivamente creando un modello 3-D perfettamente uguale.

I fondatori della OrthoPets, Martin e Amy Kaufmann, hanno scritto un libro sui plantari animali e le protesi che uscirà nel 2016. Sperano che questo libro possa contribuire a cambiare il protocollo standard insegnato nelle scuole veterinarie e aumentare la conoscenza delle protesi per animali.

Come la tecnologia salva la vita

Se il vostro cane o gatto ha un difetto di nascita paralizzante o una lesione, è possibile utilizzare protesi o ortesi per migliorare la sua qualità di vita.

Nakio (vedi foto) è stato il primo cane a ricevere quattro arti artificiali dopo che i suoi proprietari lo abbandonarono in una casa pignorata.
Le sue zampe e la coda sono rimaste congelate in una pozzanghera in cantina, perdendo tutte e quattro le zampe. Dopo essere stato adottato da un assistente veterinario, Nakio ha ricevuto quattro protesi dalla OrthoPets, tra cui una "presa antiscivolo" che gli permette di correre e saltare anche su superfici lisce.

C'è anche Oscar il gatto, che ha perso le zampe posteriori in un incidente. Il dottor Noel Fitzpatrick, un chirurgo neuro-ortopedico, ha collaborato con ingegneri biomedici per sviluppare impianti protesici che imitano il cammino naturale di un gatto.

Motala, un elefante in Thailandia, ha ricevuto una protesi ad una gamba, dopo essere stato ferito con una mina, così come ha fatto Prato, un vitello che ha perso le gambe posteriori a causa di un congelamento.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->