Venerdi' 20 Ottobre 2017

Radiografie addominali per Gatti

  • Pubblicato il:  29/08/2017
Foto Radiografie addominali per Gatti

Collegamenti sponsorizzati
Le radiografie sono esami diagnostici che consentono al veterinario di valutare i tessuti, gli organi e le ossa che si trovano sotto la pelle del gatto in modo non invasivo e totalmente indolore. I raggi x addominali sono indicati per diagnosticare alcune condizioni nei gatti con sintomi addominali come il vomito, il gonfiore, la costipazione o la diarrea.

Questo test può essere utile anche nei casi di febbre senza una causa apparente, trauma addominale, ferite addominali profonde, perdita di appetito o perdita di peso.

Spesso, le radiografie sono molto utili quando si ha il sospetto che il gatto abbia ingerito un corpo estraneo, o quando le analisi del sangue indicano un problema con gli organi addominali, o se viene rilevato del dolore addominale durante l'esame fisico.

Grazie alle radiografie è possibile sapere se il gatto è in gravidanza e quanti sono di feti presenti, o diagnosticare eventuali problemi renali, vescicali o del tratto riproduttivo.

Cosa rileva una radiografia addominale?

I raggi X addominali forniscono un'immagine delle ossa e dei contorni di alcuni organi interni, tra cui il fegato, lo stomaco, l'intestino, i reni, la vescica e l'utero.

Questo test può essere estremamente utile per individuare eventuali alterazioni come la forma, la posizione e la dimensione. Purtroppo, strutture importanti possono talvolta impedire la corretta visualizzazione, quindi potrebbero esserci delle limitazioni.

Ad esempio, un tumore può essere nascosto da un organo perché hanno la stessa "opacità", o alcuni oggetti esterni ingeriti (come alcune plastiche) possono essere invisibili ai raggi x.

Quindi, le radiografie addominali sono un ottimo "test di screening", ma a volte non rilevano eventuali problemi interni. In alcuni casi, infatti, bisogna ricorrere ad altre procedure diagnostiche come l'ecografia o l'endoscopia.

Collegamenti sponsorizzati

Come viene fatta la radiografia al gatto?

È necessario disporre di attrezzature specialistiche e costose per esporre e sviluppare la pellicola ai raggi x.

L'addome del gatto viene misurato con uno speciale righello e viene impostato il tempo di esposizione ai raggi x. L'animale viene poi messo delicatamente di fianco in modo da ispezionare la vista "laterale".

I raggi x invisibili passano da l'otturatore della macchina radiografica, attraversano l'animale, e impressionano a pellicola posta al di sotto. A secondo della densità dei tessuti e degli organi e della capacità dei raggi x di passare attraverso questi tessuti, si avranno diverse tonalità di grigio.

Questo processo viene poi ripetuto con il gatto sdraiato sulla schiena per ottenere la vista "ventro dorsale". Le due lastre permetteranno al veterinario di arrivare ad una diagnosi o comunque di avere una visione più approfondita dell'addome dell'animale.

La pellicola viene poi sviluppata i circa 10 / 20 minuti. Esami radiologici più complessi, come le radiografie con bario, richiedono più tempo.

In alcuni casi, il veterinario può richiedere l'assistenza di un radiologo o di un specialista per valutare e interpretare le radiografie.

E' necessaria l'anestesia?

Nella maggior parte dei gatti non sono necessari ne la sedazione ne l'anestesia; tuttavia, alcuni gatti provano disagio o sono troppo ansiosi e spaventati quindi il veterinario potrebbe leggermente sedarli.

Nella maggior parte dei casi, il gatto non sedato viene assistito da assistenti che indossano appropriati camici di piombo per ridurre al minimo l'esposizione ai raggi x.

Quanto costano le radiografie per gatti?

Il costo di un esame radiologico per il gatto varia notevolmente in base a diversi fattori, anche se in genere una normale radiografia dovrebbe aggirarsi intorno ai 70 / 100 euro.

Questi prezzi sono solo per i raggi X e non includono la sedazione, un prelievo di sangue o altri servizi.

Altri tipi di radiografie

Esistono diversi metodi radiologici che possono essere utilizzati per ottenere un'immagine radiografica del gatto. A seconda della condizione e dell'ubicazione dell'area interessata, un veterinario può richiedere i raggi X di tali zone, come il torace , i denti o l'addome.


  • Radiografia del torace: una radiografia toracica viene spesso utilizzata per esplorare i problemi respiratori che coinvolgono i polmoni, tra cui:
    • Asma e bronchite
    • Infezioni virali o batteriche (Pneumonia, Calicivirus Felino, Virus Leucemia Felina)
    • Tumori

    Le radiografie del torace possono aiutare anche a identificare malattie cardiache come la cardiomiopatia ipertrofica, la cardiomiopatia restrittiva e la cardiomiopatia dilatativa.

  • Radiografie dentali: sono dei test abbastanza comuni, e vengono utilizzati per diagnosticare alcune condizioni relative ai denti, alle gengive e ad altre zone della cavità orale del gatto.

    Le radiografie dentali possono aiutare anche a diagnosticare problemi come la malattia periodontale e le masse tumorali.

Per alcuni proprietari, il pensiero che il loro gatto possa essere sottoposto ad un esame radiografico può sembrare un po' strano. Tuttavia, i raggi X sono uno dei migliori strumenti per identificare malattie, lesioni o traumi tra gli animali.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento