Sabato 24 Ottobre 2020

Salmonella del Cane e come curarla

Foto Salmonella del Cane e come curarla

Parecchi batteri della specie salmonella sono in grado di produrre nel cane una diarrea acuta infettiva. La salmonella sopravvive per molti mesi o anni nel suolo e nel letame. Il cane contrae la malattia consumando cibi crudi o commercialmente contaminati, ingerendo concime animale o mediante il contatto orale con superfici in precedenza contaminate dalla diarrea di un cane infetto. Questa infezione batterica è un rischio per i cani che vengono nutriti con una dieta a base di cibi crudi, a meno che non venga praticata costantemente una eccellente gestione dell'igiene del cibo.

I cuccioli e i giovani adulti sono più soggetti a contrarre l'infezione, nel caso in cui la loro naturale resistenza sia stata compromessa da una infezione virale, malnutrizione, parassiti o qualora siano stati ospiti di quartieri affollati e malsani.

Sintomi

I segni della malattia includono febbre, vomito e diarrea. Le feci del cane infetto possono essere sanguinolente e maleodoranti. Qualora vomito e diarrea siano persistenti, è possibile l'insorgenza di disidratazione. I batteri presenti nel sangue possono causare la formazione di ascessi nel fegato, nei reni, nell'utero e nei polmoni del cane. La malattia, nella sua forma acuta (che dura dai 4 ai 10 giorni), può essere seguita da una diarrea cronica che tende a persistere per più di 1 mese. I cani affetti da diarrea cronica espellono la salmonella mediante defecazione.
Le feci emesse rappresentano una potenziale fonte di infezione per altri animali e per gli esseri umani.

Come curarla

Icasi di lieve entità rispondono bene al ripristino dei liquidi, l'atto terapeutico abitualmente denominato reidratazione. Molte specie di salmonella sono resistenti agli antibiotici comuni. In effetti, gli antibiotici possono favorire la crescita di batteri resistenti e prolungare l'espulsione fecale dei batteri stessi. Di conseguenza, gli antibiotici vengono impiegati solo nel caso in cui il cane sia gravemente malato. Solitamente gli antibiotici scelti sono sulfamidici e chinoloni.

Prevenzione

La salmonellosi è una zoonosi (malattia infettiva degli animali trasmissibile all'uomo). Pertanto, è necessario praticare una eccellente routine di igiene nel caso in cui il proprio cane sia affetto da salmonellosi. E' importante indossare appositi guanti durante l'operazione di pulizia delle feci dell'animale e disinfettare le zone dove il cane infetto ha defecato.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->