Mercoledi' 28 Giugno 2017

Reflusso gastrico: rimedi naturali

  • Pubblicato il:  20/01/2017

Il reflusso acido è un problema di salute molto comune, che colpisce circa il 50 per cento degli italiani.
Altri termini utilizzati per questa condizione sono la malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) o ulcera peptica.

Collegamenti sponsorizzati

Il sintomo caratteristico del reflusso acido è il "bruciore di stomaco", una sensazione dietro lo sterno che a volte si sposta su per la gola.
In alcuni casi, questo dolore può essere così forte da essere scambiato per un attacco di cuore.

Il reflusso acido è causato da un'eccessiva quantità di acido nello stomaco, ed è il motivo per cui vengono prescritti farmaci acido-bloccanti.

Quali sono le cause del bruciore di stomaco?

Dopo che il cibo passa attraverso l'esofago e va nello stomaco, si dovrebbe chiudere una valvola muscolare chiamata sfintere esofageo inferiore che impedisce al cibo o all'acido di tornare su.

Il riflusso acido si verifica quando questa valvola non funziona come dovrebbe, permettendo all'acido presente nello stomaco di risalire nell'esofago.
E' importante capire che il reflusso acido non è una malattia causata dall'eccessiva produzione di acido nello stomaco, ma è un sintomo più legato da altri problemi, come:

- Ernia iatale
- Helicobacter pylori (batterio presente nella metà della popolazione mondiale, ed è stato identificato come agente potenzialmente cancerogeno dello stomaco)

reflusso gastrico
Anche se queste due condizioni non sono correlate, ma molte persone che presentano un'ernia iatale hanno anche l'Helicobacter pylori.
Se si ha un'ernia iatale, è molto utile fare della terapia fisica sulla zona, e molti chiropratici sono esperti in questa regolazione.

Altre cause di reflusso gastrico

Oltre alle precedenti condizioni di base, bisogna fare attenzione ad alcuni farmaci da banco che possono causare bruciori di stomaco.

In genere sono farmaci anti-ansia e antidepressivi, antibiotici, farmaci per la pressione arteriosa, nitroglicerina, farmaci per l'osteoporosi, e antidolorifici.

Se il bruciore di stomaco è causato da un farmaco, la risposta bisogna contattare il medico, e affrontare il bruciore di stomaco farmaco-indotta, come ad esempio:

- Evitare di prendere dosi eccessive a quelle raccomandate o prescritte

- Alcuni farmaci vanno presi a stomaco pieno in modo da causare meno effetti collaterali come il bruciore di stomaco. Controllare l'etichetta e le istruzioni, o rivolgetevi al medico o al farmacista per avere dei consigli su quando e come prendere le medicine

- Si potrebbe modificare la dose o passare ad un altro farmaco. Alcuni farmaci possono essere disponibili in forma di crema, piuttosto che in pillole, con minore probabilità di causare pirosi

- Bere una tazza di tè allo zenzero

Clicca per ingrandire le foto

Perché i farmaci per il bruciori di stomaco possono fare più male che bene

Uno dei farmaci più comunemente prescritti per il bruciore di stomaco e il reflusso acido sono gli inibitori della pompa protonica (PPI), che sono molto efficaci nel bloccare la produzione di acido nello stomaco.

Anche se ciò potrebbe apparire come un rimedio appropriato, nella maggior parte dei casi è in realtà il peggiore approccio.
Ci sono tantissimi articoli nella letteratura medica che dimostrano che la soppressione dell'acido dello stomaco non affronta il problema, ma tratta solo temporaneamente i sintomi.

Farmaci inibitori della pompa protonica come Nexium, Prilosec, Prevacid sono stati originariamente studiati per il trattamento di limitati problemi e dovrebbero essere usati solo in caso di:
- ulcere sanguinanti
- sindrome di Zollinger-Ellison (una condizione rara che provoca la produrre di acido in eccesso)
- reflusso acido grave, in cui l'endoscopia ha diagnosticato un esofago danneggiato

Gran parte dei problemi con questi farmaci è che quando si eliminano grosse quantità di acido nello stomaco, si riduce la capacità del corpo di debellare i batteri.

Così, se il bruciore di stomaco è causato da un H. pylori , in realtà rende la condizione peggiora e aggrava ancor più il problema.
Oltre a questo, la riduzione di acido nello stomaco diminuisce il meccanismo di difesa primaria contro le infezioni di origine alimentare, aumentando il rischio di intossicazione alimentare.

Questi farmaci possono anche causare potenzialmente gravi effetti collaterali, tra cui la polmonite, osteoporosi, fratture dell'anca, e l'infezione da Clostridium (un dannoso batteri intestinali).

Gli inibitori della pompa protonica tendono a causare dipendenza

E' anche interessante notare che si potrebbe creare una dipendenza da farmaci PPI, quindi non si deve interrompere l'assunzione di inibitori della pompa protonica senza prima consultare il medico.

Idealmente, si dovrebbe iniziare diminuire gradualmente la dose.
Arrivati alla dose più bassa è possibile iniziare a sostituire il farmaco con uno bloccante H2 come Tagamet, Cimetidina, Zantac, o Raniditine.

Mentre riducete le dosi di questi farmaci è importante modificare lo stile di vita.
Gli antibiotici possono tipicamente sradicare l'Helicobacter pylori, ma vi sono molte altre strategie efficaci che possono funzionare.

Prodotti alimentari non trasformati e probiotici

IPer trattare il bruciore di stomaco e l'indigestione acida è quello di ripristinare il vostro equilibrio naturale e la funzione gastrica.

Mangiare alimenti trasformati e zuccheri può solo aggravare il reflusso acido alterando l'equilibrio dei batteri nello stomaco e nell'intestino.
Vi consigliamo di mangiare un tante verdure di qualità, magari biologiche, e alimenti non trasformati.

Bisogna anche eliminare dalla vostra dieta alimenti contenti caffeina, alcol e nicotina.

Successivamente, è necessario assumere abbastanza batteri benefici dall'alimentazione, per bilanciare la vostra flora intestinale, nonchè per una corretta digestione e l'assimilazione del cibo.

Potrebbero essere d'aiuto i probiotici prodotti da alimenti fermentati.
Se non si mangiano alimenti fermentati, molto probabilmente sarà necessario integrare con un probiotico su base regolare.

I cibi fermentati che si possono aiutare sono:
- verdure fermentate
- derivati ​​dal latte, come yogurt, kefir e panna acida
- Pesce, come sgombri etc

Altri rimedi sicuri ed efficaci per eliminare il bruciore di stomaco e il reflusso acido

Oltre a verificare la dieta giorno per giorno e ottimizzare la flora intestinale, ci sono altre strategie può anche aiutare a combattere il bruciore di stomaco e senza farmaci.

ACETO DI MELE
Come accennato in precedenza, il reflusso acido in genere è causato dalla presenza di troppo poco acido nello stomaco.
Si può facilmente migliorare il livello di questo acido prendendo un cucchiaio di aceto di mele in un bicchiere d'acqua.

BICARBONATO DI SODIO
Mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio sciolto in un bicchiere di acqua può facilitare i sintomi del reflusso acido perchè aiuta a neutralizzare l'acidità di stomaco.

bruciore stomaco
SUCCO DI ALOE
Il succo della pianta di aloe aiuta naturalmente a ridurre l'infiammazione, e può alleviare i sintomi del reflusso acido.
Bere circa mezza tazza di succo di aloe vera prima dei pasti.

Per evitare il suo effetto lassativo, cercare un marchio che indichi l'assenza di questo fenomeno.

RADICE DI ZENZERO O CAMOMILLA
Lo Zenzero è conosciuto per avere un effetto gastro-protettivo bloccando l'acido e sopprimendo l'helicobacter pylori.

E' migliore al lansoprazolo per prevenire la formazione di ulcere e viene usato per i disturbi gastrici fin dai tempi antichi.
Aggiungere due o tre fette di radice di zenzero fresco in una tazza di acqua calda. Lasciate macerare per circa mezz'ora, e bere circa 20 minuti prima del pasto.

Prima di dormire, provare una tazza di camomilla, che può aiutare a lenire l'infiammazione dello stomaco e aiutarvi a dormire.

Collegamenti sponsorizzati
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento