Venerdi' 15 Dicembre 2017

Che cosa è il Pedigree

  • Pubblicato il:  02/06/2015
Foto Che cosa è il Pedigree

Collegamenti sponsorizzati
Se siete interessati all'acquisto di un cucciolo di cane di razza, il venditore dovrebbe farvi vedere il pedigree prima di venderlo. Il pedigree è una delle cose che un allevatore serio usa per pianificare una nuova cucciolata. Un acquirente deve quindi sempre richiedere questo certificato e un allevatore responsabile sarà orgoglioso di mostrarvelo e spiegarverlo. Se l'allevatore non sembra saperne molto di pedigree, fate attenzione.

Cos'è esattamente il pedigree?

E 'abbastanza semplice: è un albero genealogico. Normalmente, un allevatore fornirà un pedigree con quattro o cinque generazioni. Il pedigree inizia a sinistra con la razza del vostro cane e si sposta verso destra indicando le generazioni precedenti, compresi i nomi registrati degli antenati. Molto spesso i pedigree daranno informazioni aggiuntive, come ad esempio i colori dei cani, i voti, e gli onori speciali.

Allora perché preoccuparsi di avere il pedigree ?

Per diversi motivi. In primo luogo, il pedigree ti dà l'indicazione che l'allevatore è serio, responsabile di cani di qualità, o solo un piccolo produttore di cucciolate che cerca di fare qualche soldo. Come si può, per una persona comune, capire la differenza? Nella parte superiore verranno inseriti i dati identificativi del cane che state acquistando (il gruppo di appartenenza della razza, numero di registrazione al ROI (Registro delle Origini Italiano), data di registrazione, sesso, razza, nome del cane, data di nascita, codice identificativo del microchip, colore del mantello, dati dell'allevatore). Nelle note in alto a destra vengono riportati i timbri ufficiali per la displasia e dna. Successivamente troviamo l'albero genealogico del cane e verranno indicati i titoli degli avi (ovviamente se ne esistono). Infine l'ultima sezione indica il proprietario del cane; in genere riporta il nome dell'allevatore e successivamente, recandovi presso l'E.n.c.i., potrete effettuarne il passaggio di proprietà a nome vostro.

Collegamenti sponsorizzati

Iscrizione del pedigree

L'allevatore dovrà procedere a iscrivere entro 25 giorni dal giorno dell nascita del cucciolo il modello A presso una delegazione dell'E.n.c.i., ed entro 90 giorni dovrà compilare il modello B, in cui verrà evidenziato il numero del microchip e il nome dei nuovi proprietari.
Per sapere se i genitori del vostro cucciolo hanno registrato un pedigree, potrete consultare online, sul sito dell'E.n.c.i., il database genealogico on-line inserendo il nome dell'allevatore e quello del cane. I tempi burocratici per la completa iscrizione dei pedigree in italia variano dai 4 agli 8 mesi, spesso anche un anno.
Per quanto riguarda i cani provenienti dall'estero, che sono provvisti di documentazione, dovrete possedere il certificato di pedigree compilato nel paese di nascita e dovrà essere presente il simbolo della FCI (Federazione Cinologica Internazionale). Appena si è in possesso di questi documenti ci si potrà recare presso la propria delegazione E.n.c.i. ed avviare le pratiche per la registrazione del cane nel libro genealogico italiano, così da essere riconosciuto anche in Italia.

Quanto costa il Pedigree

Il Modello A ha costa 15,00 Euro, mentre il Modello B ha un costo di 15,00 Euro più 5,00 Euro per diritti di segreteria. Un Pedigree quindi costa all'incirca 35,00 euro.

L'importanza del Pedigree

Un cane senza pedigree è un cane senza storia, e questo potrebbe nasconderci la presenza di malattie genetiche importanti, che si manifestano poi con malattie gravi e debilitanti (displasia dell'anca, del gomito, problemi agli occhi, problemi riproduttivi ecc.).
Quindi, non lasciatevi fregare da chi vi vorrà vendere un cucciolo sprovvisto di pedigree, spesso con un costo inferiore, perché molto probabilmente state acquistando un meticcio e non un cane di razza. Se proprio volete risparmiare andate in un canile…li ci saranno tanti cani di cui non conoscerete l'albero genealogico, ma che vi sapranno ripagare a dovere per averli salvati da quella gabbia…


Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere