Lunedi' 23 Ottobre 2017

Come calmare un Gatto spaventato

  • Pubblicato il:  08/03/2017

Il vostro gatto ha paura? E' spaventato? E' naturale avere paura, è quello che ci tiene in vita, ma potrebbero sorgere alcuni problemi quando si ha spesso paura o se il gatto ha paura di oggetti che non sono pericolosi per la sua vita.

In questo articolo, ci accingiamo a concentrarsi principalmente su come calmare un gatto spaventato.

Collegamenti sponsorizzati

Spiegheremo brevemente anche come aiutare il vostro gatto a non avere paura, anche se non andremo troppo sui dettagli, dal momento che si tratta di un argomento lungo e la paura può essere espressa in diversi modi.

I segni di paura nei gatti

Prima di entrare nello specifico, cerchiamo come capire se il nostro gatto ha paura.

Perché? Perché spesso vediamo persone confondere la paura con l'aggressività, quindi vediamo insieme i segni più evidenti di quando un gatto è spaventato:

  • postura accovacciata

  • orecchie e baffi appiattite

  • sibili

  • il gatto tenta di scappare

  • posizione della schiena arcuata

  • pelo e occhi drizzatati

  • il gatto potrebbe tremare

ATTENZIONE: a volte gatti agiscono in modo aggressivo alla paura, ma l'aggressività è l'ultima risorsa per un gatto. Quindi, per quanto possibile, lasciate che il vostro gatto eviti i momenti di paura prima che si verifichi un’aggressione.

gatto pauroso

Identificare la causa della paura del gatto

Ci sono diverse cose di cui un gatto potrebbe aver paura, ed ognuna di loro richiede approcci diversi.

I gatti possono avere paura dei loro proprietari, dei bambini o degli sconosciuti.
A volte i gatti hanno paura di una persona specifica.

Una paura molto comune nei gatti è quella per altri animali, in genere cani e gatti.

Altre paure sono quelle per i luoghi, soprattutto la paura della clinica veterinaria , così come la paura per i rumori forti, come i temporali e fuochi d'artificio.

Ultimo, ma non meno importante, i gatti possono anche avere paura della separazione, anche se non è così comune come l'ansia da separazione vista nei cani.

Non è raro per un gatto aver paura di più cose, e, a volte, sì, i gatti possono sembrare paurosi quasi di tutto.

In questi casi, l'aiuto di un veterinario comportamentista è la soluzione, ma prima bisogna essere in grado di identificare la fonte della paura, e solo dopo iniziare a lavorare sul comportamento del gatto aiutandolo a superare le sue paure.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Cosa fare se il gatto ha paura

Identificata la fonte della paura del vostro gatto, avete diversi modi per aiutarlo:

  • aiutare il vostro gatto ad evitare un oggetto o la persona che incute timore

  • aiutarlo ad accettare un oggetto o la persona non minacciosa

  • aiutare il gatto a ritrovare fiducia in una cosa o persona non minacciosa, anche se precedentemente il gatto ha avuto una brutta esperienza

  • aiutare il gatto a convivere con l’oggetto che incute paura

Quale strada scegliere dipende dalla causa della paura.

Se il vostro gatto ha paura di voi, non c'è altra scelta che cercare di diventare amici. In ogni caso, si deve decidere quale sarà la soluzione migliore è più efficace.

gatto scappa dalla paura
Come posso fare a far evitare al gatto la fonte che causa paura?

  • DATE AL GATTO IL SUO SPAZIO
    Il gatto ha bisogno dei proprio nascondiglio, preferibilmente in un luogo elevato e sicuro.

    Buoni esempi sono gli alberi per gatti, mensole, scatole, mobili per la, o semplicemente una stanza tranquilla.

    Le due caratteristiche più importanti sono due:
    1) Deve tenere il gatto lontano dalla fonte di paura

    2) Il vostro gatto non deve essere disturbati si trova in questi spazi

  • VIE DI FUGA
    Date al vostro gatto una via di fuga. Cioè, create la possibilità per il vostro gatto di poter fuggire dalla sorgente che causa paura.

    Ad esempio, se ha paura dell’aspirapolvere, assicuratevi che non rimanga intrappolato e che possa facilmente correre in un'altra stanza.

  • LIMITARE LA FONTE DI PAURA
    Non tutte le paure, come i temporali, possono essere attutite, ma dove possibile, gli incontri con la causa della paura devono essere rimossi.

    - Se il gatto ha paura del cane, limitatene il contatto.

    - Se il gatto ha paura di essere punito, non punirlo ma fategli capire che ha sbagliato.

    - Se il gatto ha paura dei gatti esterni, è possibile mettere delle tende o evitate che entrino nella sua zona

IMPORTANTE: se la fonte della paura è presente tutti i giorni e non può essere evitata, il gatto deve essere addestrato a non aver paura di essa.

Come comportarsi

A meno che il vostro gatto abbia paura di voi, siete voi il suo miglior amico.

  • Non punire il gatto
    - Non punite il vostro gatto se ha paura.
    - Non è colpa sua se è timoroso, e la punizione non farà altro che peggiorare le cose

  • Rimanetegli vicino
    Se il vostro gatto ha paura di qualcosa, la vostra presenza può essere di conforto e fare la differenza.

  • Non siate troppo invadenti
    Non assillate il vostro gatto.
    Spesso vediamo persone che cercano di calmare il loro gatto in tutti i modi, creando però ancora più stress e ansia.

    Se il vostro gatto si calma, bene, ma a volte è meglio lasciarlo da solo.

  • Aiutatevi con qualche dolcetto
    I gatti amano le lecconerie.

    Se sappiamo che si avvicina un evento che potrebbe provocare in lui paura, prepariamo qualcosa di buona da dargli (ma senza esagerare).

  • Giocate con il vostro gatto
    Proprio come mangiare, giocare può attirare l'attenzione del vostro gatto facendolo distrarre dalla paura.

    Il gioco è più divertente, dura più a lungo, ed è più sano e salutare.

Reintrodurre la fonte della paura

A volte, la fonte che causa una paura nel gatto è inevitabile, come la paura per il cane di famiglia o per il nuovo tappeto che avete appena comprato.

gatto ha paura
In tali casi può essere necessario un processo graduale di reintroduzione della fonte.

  • Scegliere un posto tranquillo
    Bisogna scegliere un posto con il minor numero di distrazioni possibili.
    Inoltre, il gatto deve già conoscere il luogo e, come detto sopra, preparategli anche una via di fuga e un posto dove rifugiarsi.

  • Controllare la fonte della paura
    Assicuratevi che il vostro cane non sia agitato e non stia per scatenarsi contro il vostro gatto.
    Per esempio, mettete il cane al guinzaglio o spegnete.

  • Piccole sessioni
    A volte l'esposizione all’evento pauroso anche per un solo minuto è troppo.
    Iniziate con breve sessioni e man mano aumentatene la durata.

  • Utilizzare distrazioni e ricompense
    Quando si introduce l'oggetto o la persona che provoca ansia e paura nel gatto, si potrebbe distogliere la sua attenzione con l'uso di giochi, lecconerie o accarezzatelo e parlando con lui in modo rassicurante.

    E’ importante che il gatto venga avvicinato allo stimolo della sua paura in modo graduale.

  • Aumentare gradualmente il tempo di ogni sessione
    Aumentate gradualmente le sessioni fino a quando non vi è alcun segno di paura.

È possibile utilizzare sostanze calmanti?

L'industria farmaceutica offre diversi rimedi per aiutare il vostro gatto a superare la paura. I più comuni sono:

  • Rimedi alle erbe
    Essi possono essere acquistati nelle cliniche veterinarie, in alcuni negozi di animali, e on-line senza prescrizione medica.

    Tuttavia, non devono essere utilizzati senza prima esservi consultati con il veterinario, e mai per gestire la paura a lungo termine.

  • Feromoni felini
    I feromoni sono sostanze rilasciate dai gatti per confortarsi e comunicare con altri gatti.

    Derivati sintetici possono essere usati per creare un ambiente rilassante per il vostro gatto.
    Tali feromoni sono disponibili in diverse forme: spray, diffusori e collari.

  • Farmaci
    Esistono dei farmaci per i gatti paurosi, ma dovrebbero essere utilizzate solo se il veterinario le prescrive

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere