Venerdi' 20 Ottobre 2017

Infezione batterica dei reni (pielonefrite) nel Cane

  • Pubblicato il:  24/02/2016
Foto Infezione batterica dei reni (pielonefrite) nel Cane

La Pielonefrite nei Cani

La Pielonefrite è un'infezione batterica dei reni del cane ed è spesso causata da un abbassamento delle difese immunitarie del corpo.
Collegamenti sponsorizzati

La pielonefrite del cane può essere causata anche da calcoli renali o quando i batteri si diffondono dal tratto urinario inferiore a quello superiore. Il blocco di un rene o dell'uretere può portare a complicazioni gravi tra cui la la sepsi, un'infezione batterica del sangue o la urosepsi, infezione del tratto urogenitale con una risposta infiammatoria sistemica.

Sintomi

Tra i principali sintomi di questa patologia del cane ci sono:
- Febbre
- Difficoltà a urinare
- Sangue nelle urine
- Urina maleodeorante
- Urine pallide
- Sete frequente (polidipsia)
- Poliuria (minzione frequente)
- Mal di schiena e dolori addominali

Le cause

Escherichia coli e Staphylococcus spp. sono le cause batteriche più comuni che possono provocare l'infezione. Altri batteri noti che possono causare la pielonefrite sono Proteus, Streptococcus, Klebsiella, Enterobacter , e Pseudomonas spp. Questi batteri possono infettare comunemente il tratto urinario inferiore, ma possono ascendere fino al tratto urinario superiore.

Collegamenti sponsorizzati

Diagnosi

Il veterinario eseguirà un esame fisico completo sul cane, tra cui un profilo chimico del sangue, un esame emocromocitometrico completo, un esame delle urine e un pannello elettrolitico.

Se il cane ha già una infezione del tratto urinario inferiore, è più vulnerabile a contrarre una pielonefrite. Il veterinario può eseguire una ecografia o una radiografia del tratto urinario (urografia) per indagare la causa ed escludere un'infezione del tratto urinario inferiore.

La diagnosi definitiva richiede culture di urina ottenuti dalle pelvi renale o parenchima , o, come ultima risorsa, una biopsia dei reni. .

Un campione di fluido prelevato dalle pelvi renali, utilizzando una procedura chiamata pielocentesi, può essere eseguita attraverso la pelle sotto guida ecografica, o durante in intervento chirurgico esplorativo. Se il cane soffre di calcoli renali, sarà necessaria un'incisione nel rene del cane (nefrostomia) per prelevare campione del calcolo.

Trattamento

Possono essere prescritti inizialmente antibiotici, che saranno modificati, se necessario, in base ai risultati della cultura delle urine del cane e il profilo di sensibilità. La chirurgia potrebbe essere presa in considerazione se il cane ha una pielonefrite nel tratto urinario superiore, o se il tratto urinario è ostruito.

Se sono presenti dei calcoli renali, la chirurgia potrebbe rimuoverli, a meno che il vostro veterinario ritiene che le pietre possono essere disciolte attraverso un cambiamento della dieta (questo funziona solo per calcoli renali di cristalli di Fosfato), oppure utilizzando una terapia ad onde d'urto per frammentarle e consentire loro di passare più facilmente durante la minzione.

Cosa fare

Il veterinario potrebbe pianificare un appuntamento di follow-up ed eseguire analisi delle urine e urinocoltura sul cane la settimana successiva all'inizio del trattamento antibiotico. Questi test sono poi ripetuti, ad uno che a quattro settimane, dopo aver concluso il ciclo di trattamento per assicurarsi che il cane sia guarito.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere