Sabato 22 Settembre 2018

Pesce Rosso: cura e alimentazione

  • Pubblicato il:  13/12/2017
Clicca per ingrandire le foto

Quando si parla di pesci per acquari, uno dei più cercati è il pesce rosso. Molte persone trovano questi simpatici pesci dai colori vivaci molto divertenti, compresi il modo in cui nuotano nelle loro vasche e mangiano le piante e i cibi che gli vengono dati.

Collegamenti sponsorizzati

Se state pensando di comprare un pesce rosso per l'acquario, leggete prima questo articolo, e saprete come prendervi cura di loro nel migliore dei modi.

Origini del pesce Pesce rosso

Il pesce rosso, o Carassius auratus auratus, è un pesce d'acqua dolce originario della Cina. Si ritiene che il suo antico antenato fosse la carpa cinese Crucian, anche se alcune ricerche recenti sembrino indicare che possano discendere dalla carpa prussiana.

Il pesce rosso è uno dei più antichi pesci domestici del mondo. Esistono diversi documenti di pesci colorati che venivano tenuti negli stagni già dal III° secolo dC, e dal VII° secolo, venivano tenuti in contenitori trasparenti per far mostrare i loro colori vivaci.

Durante la dinastia Song (960-1279), l'addomesticamento del pesce rosso fu completato. Nel 1162, l'imperatrice della dinastia Song ordinò la costruzione di uno stagno per raccogliere una varietà di pesci rossi e dorati. A quei tempi, alle persone al di fuori della famiglia imperiale era proibito tenere un pesce rosso della varietà d'oro (gialla).

Durante il 1620, questi pesci furono molto apprezzati nell'Europa meridionale, soprattutto per le loro squame metalliche. Divenne una tradizione per gli uomini sposati offrire alle loro mogli un pesce rosso nel loro primo anniversario, come simbolo dei futuri anni a venire.

Tipi di pesci rossi

L'allevamento selettivo ha prodotto una vasta gamma di colori di pesci rossi. Alcuni di questi sono ormai molto lontani dal colore dorato che dà loro il nome.

Vogliamo mostrarvi tre delle varietà più resistenti di pesci rossi che possono essere tenuti negli acquari di casa:

  • Pesce rosso comune: questa varietà ha un corpo allungato e piatto. La testa è ampia ma corta e le pinne di solito sono completamente erette. Il contorno della pinna dorsale è leggermente concavo.

    pesce rosso comune
    La maggior parte delle varietà di pesci rossi più pregiati derivano da questa semplice razza.

    È un pesce abbastanza resistente, che può prosperare e vivere felicemente in un acquario o in uno stagno. La vita media di questi pesci è di 10-15 anni e possono trovarsi di vari colori, tra cui il rosso, l'arancio/oro, il bianco, il nero, il cioccolato, il blu o giallo.

  • Pesce rosso "Cometa": è una delle varietà più popolari di pesci rossi e rappresenta una scelta eccellente per i principianti.

    Il pesce rosso cometa è molto simile al pesce rosso comune e si distingue per la sua pinna lunga e biforcata. Hanno una coda che è quasi uguale alla lunghezza del corpo.

    I pesci cometa sono la varietà più agile di pesci rossi. Sono molto resistenti e possono essere tenuti in stagni o in acquari all'aperto. Essendo molto attivi, è normale vederli nuotare spesso.

    pesce rosso cometa
    I colori di questo genere di pesce sono il giallo, il rosso, l'arancione, il bianco o il rosso/bianco. Possono vivere fino a 10-15 anni in condizioni ottimali.

  • Pesce Rosso "Shubunkin": è un pesce rosso dalle scaglie perlate, una miscela di scaglie trasparenti e metalliche. Gli acquariofili chiamano questo pesce "il pesce rosso calico".

    pesce rosso Shubunkin
    Ne ammirerete la colorazione mista di grigio, bianco, blu, rosso, marrone, giallo e arancione. Le specie con colori blu sono considerate le più rare e quindi le più preziose.

    Questi meravigliosi pesci rossi provengono dal Giappone e possono crescere fino a 4-6 cmi nell'età adulta.

Collegamenti sponsorizzati

Cura del pesce rosso

  • L'acquario per il pesce rosso. Se state pensando di acquistare una piccola ciotola per il vostro pesce rosso, ripensateci. Il pesce rosso morirà in breve tempo perché l'ammoniaca si accumula rapidamente in un contenitore troppo piccolo. L'ammoniaca contamina l'habitat e avvelena i pesci.

    La dimensione standard dell'acquario per un pesce rosso è di almeno 56,7 litri.

    La dimensione del contenitore dipenderà anche dal tipo di pesce rosso che avete acquistato. Ad esempio, il pesce rosso comune può crescere fino a 30 cm, quindi ha bisogno di un acquario più ampio.

    Quando pulite il contenitore o l'acquario, assicuratevi di non usare sapone perchè potrebbe essere tossico per il pesce.

  • Piante e accessori ornamentali. Anche se i pesci rossi sono lenti e robusti, apprezzeranno sicuramente se metterete alcune decorazioni nel loro acquario.

    Le piante vere sono perfette perché riescono ad assorbire l'ammoniaca, i nitriti e i nitrati che si possono formare nell'acqua. Tuttavia, i pesci rossi sono dei mangiatori voraci e potrebbe essere necessario cambiare le piante nel caso in cui inizino a mangiarne le foglie.

    Potete optare per una pianta di plastica, ma non riempite l'acquario perché il pesce potrebbe ferirsi e non avere spazio per nuotare.

    Evitare di mettere decorazioni vuote perchè possono diventare terreno fertile per i batteri, soprattutto se poco curate. Assicuratevi che l'acquario sia posizionato vicino ad una buona fonte luminosa.

    I pesci rossi sono attivi soprattutto durante il giorno, il che significa che devono mantenere un ciclo di veglia/sonno regolarr e sano.

  • Filtro dell'acqua. Il pesce rosso ha bisogno di almeno un filtro nell'acquario, e deve avere tre funzioni.
    • Meccanico: per l'eliminazione di particelle di grandi dimensioni come rifiuti e alimenti che non vengono mangiati.
    • Chimico: per eliminare gli odori e le sostanze chimiche presenti nell'acqua.
    • Biologico: per abbattere i rifiuti e l'ammoniaca usando batteri benefici.

    Avere un acquario con acqua sempre pulita e un filtro funzionante manterrà sicuramente il vostro pesce rosso sano e felice.

  • Il fondo: sarà importante anche selezionare il substrato appropriato. I pesci rossi sono costantemente alla ricerca di cibo e appena possono iniziano a setacciare il fondo dell'acquario alla ricerca di alimenti. Il problema nasce dal fatto che la ghiaia può essere risucchiata in bocca.

    La soluzione più semplice a questo problema è l'uso di rocce di fiume o ghiaia come substrato negli acquari per pesci rossi.

    Gli escrementi di cibo e del pesce stesso tendono ad accumularsi intorno alle grosse rocce e possono rapidamente contaminare l'acqua. Quindi se scegliete questo tipo di substrato dovreste ricordarvi di pulirli bene durante manutenzione ordinaria.

Cosa mangiano i pesci rossi?

Mai, mai sovralimentare il pesce rosso. I pesci rossi sono creature molto voraci e possono morire se mangiano troppo.

Date loro da mangiare una o due volte al giorno. Se usate cibi galleggianti, immergeteli un po' nell'acqua prima di darli al pesce. Questo ridurrà la tendenza del pesce a inghiottire più aria di quanto ne abbia bisogno.

Seguite una dieta varia, anche perchè il pesce rosso si stanca di mangiare lo stesso cibo più e più volte. Alcuni cibi consigliati sono i vermi, i gamberetti e le verdure, perché anche i pesci hanno bisogno delle loro proteine ​​e vitamine.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere