Mercoledi' 30 Settembre 2020

Epatite nel Cane: sintomi e trattamento

L'epatite è una malattia del cane in cui vi è l'infiammazione del fegato provocata da diverse cause.
In questo articolo cercheremo di fornirvi alcune informazioni circa i sintomi e il trattamento dell'epatite nei cani.


Da cosa è causata l'epatite nel Cane

Il fegato è un organo essenziale per l'equilibrio biologico del nostro animale e viene coinvolto nel metabolismo, nel corretto smaltimento delle tossine, immagazzina energia, sintetizza le proteine, produce la bile e partecipa all'assimilazione delle sostanze nutritive.

L'epatite canina è causata da una infiammazione del fegato, che può essere provocata da malnutrizione o dalla ripetuta esposizione a varie tossine, e colpisce gradualmente il fegato causando spesso un danno cronico.

Quando il danno epatico colpisce le funzionalità di questo organo possiamo notare alcuni gravi segni che indicano un malfunzionamento non solo del fegato, ma di tutto l'organismo.


Tipi di epatite canina

L'epatite nei cani può avere diverse cause a seconda dell'origine:

EPATITE COMUNE
E' causata dall'infiammazione dovuta all'esposizione a farmaci tossici che possono produrre danni al fegato.
I sintomi si verificano quando il danno è grave.

MALATTIA EPATICA AUTOIMMUNE
E' causata da una reazione del sistema immunitario che attacca gli epatociti (cellule del fegato del cane), ritenendoli patogeni.

EPATITE INFETTIVA
E' l'infiammazione del fegato causata dal tipo 1 degli adenovirus canini, quindi è una malattia virale acuta e si può diffondere attraverso l'urina, l'acqua contaminata o oggetti contaminati.

Colpisce soprattutto i cani sotto ad 1 anno di vita e il decorso della malattia varia di solito tra 5 e 7 giorni, prima che si verifichi un miglioramento. Questa malattia è anche conosciuta come Epatite di Rubarth.

L'epatite infettiva di solito ha una buona prognosi a patto che non si presenti in forma iperacuta. In questo caso, il cane potrebbe morire in poche ore e la prognosi dipende da caso a caso.

Sintomi dell'epatite canina

Ricordiamo che in ogni caso siamo di fronte ad una infiammazione del fegato, quindi, indipendentemente dalla causa, i sintomi dell'epatite nei cani sono i seguenti:

- Sete eccessiva
- Ittero (colorazione gialla degli occhi e delle mucose)
- Sangue nelle mucose
- Dolore addominale che può portare all'immobilismo
- Febbre
- Perdita di appetito
- Naso e occhi che colano
- Vomito
- Edema sottocutaneo

Un cane affetto da epatite non per forza deve mostrare tutti i sintomi sopra elencati.

Il trattamento dell'epatite canina

Il trattamento dell'epatite nei cani dipende dalla causa della malattia.

- Nel trattamento dell'epatite comune si interviene in genere sui sintomi, ma bisogna anche valutare se c'è danno epatico.

- Nell'epatite autoimmune oltre al trattamento sintomatico il veterinario dovrà valutare l'eventuale prescrizione di un farmaco immunomodulatore che agisce sul sistema immunitario al fine di prevenire danni al fegato.

- Nel caso dell'epatite infettiva o virale, oltre al trattamento sintomatico non esiste alcuna cura.
Potrebbero essere utilizzati alcuni antibiotici per controllare le infezioni secondarie, soluzioni isotoniche per prevenire la disidratazione, una dieta protettiva e ipoproteica per il fegato.

Ricordate sempre che deve essere il veterinario a diagnosticare una malattia e a consigliare un cambio dell'alimentazione, e solo lui è la persona che potrà prescrivere un trattamento farmacologico per il vostro animale.


La prevenzione dell'epatite nei cani

Per evitare che il cane contragga l'epatite comune e autoimmune è importante che egli goda di buona salute e di un alta qualità di vita, quindi dobbiamo offrirgli un'alimentazione che soddisfi tutte le sue esigenze nutrizionali.

Nel caso dell'epatite infettiva, la vaccinazione è lo strumento più efficace per la prevenzione, e abbiamo diverse opzioni:

SIERO POLIVALENTE
Impedisce l'infezione a breve termine ed è consigliato quando non è ancora possibile avviare il programma di vaccinazione.

VACCINO CON VIRUS INATTIVATO
Due dosi sono necessarie e il periodo di protezione varia tra i 6 e i 9 mesi

VACCINO CON VIRUS ATTENUATO
E' richiesta solo una dose e la protezione è efficace a lungo periodo

Verificare con il proprio veterinario quale tipo di prevenzione è la più appropriata per il vostro animale.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->