Venerdi' 17 Novembre 2017

Mal di testa nel bambino: le cause

  • Pubblicato il:  27/01/2017

La cefalea è il dolore alla testa.
I mal di testa sono più comuni negli adolescenti e nei bambini, e nella maggior parte dei casi non sono un sintomo di una grave malattia.

Collegamenti sponsorizzati

Segni e sintomi del mal di testa

Il mal di testa si manifesta come un dolore acuto, una sensazione lancinante o come un dolore costante, ma non forte.

Il dolore può essere situato in uno o entrambi i lati della testa, ed il bambino può avvertire il dolore in una zona specifica della testa.

Chiedete al vostro bambino, se mostra anche altri sintomi, come ad esempio:

  • Cambiamenti nella concentrazione, memoria o nel parlare

  • Debolezza in un braccio o una gamba

  • Cambiamenti della vista o dell'udito

  • Febbre

  • Congestione nasale

  • Nausea o vomito

mal di testa bambino
Prestare molta attenzione al possibile innesco del mal di testa come ad esempio:

  • Mancanza di sonno

  • Dieta

  • Giocare con i videogiochi, guardare la televisione o luci lampeggianti

  • Storia di un pregresso trauma cranico

Cause del mal di testa

Il mal di testa può essere primario o secondario.

Le cefalee primarie sono correlate alle variazioni di sostanze chimiche nel cervello, dei nervi o della funzione dei vasi sanguigni, o alla tensione muscolare nella zona della testa o del collo.

La cefalea secondaria si verifica a causa di un'altra malattia in atto.

Tra queste malattie ci sono:

  • Infezioni minori o importanti

  • Allergie

  • Effetti causati da farmaci, stress o ansia

  • Sensibilità a certi alimenti o ingredienti

  • Ferita alla testa (trauma cranico)

  • Irritazione del seno paranasale

  • Problemi articolari odontoiatrici

  • Esposizione a farmaci o tossine

  • Problemi cerebrali, come aneurismi o tumori

E' molto probabile, però, che la cefalea del bambino sia un sintomo causato da una delle seguenti condizioni:

  • Raffreddore, influenza o malattia virale

  • Problemi dentali, mal di denti

  • Stress

  • Fame

Il pediatra può identificare la causa del mal di testa dalla storia clinica e tramite un esame fisico del bambino.

Solo in rari casi, il mal di testa del bambino è dovuto ad una grave malattia. Tuttavia, si dovrebbe sempre far visitare il bambino da un medico, soprattutto se mostra sintomi come:

  • Forte mal di testa improvviso

  • Mal di testa accompagnato da altri sintomi come vertigini, torcicollo, vomito o nausea, confusione, difficoltà a pronunciare parole o disturbi del linguaggio, perdita della vista o visione offuscata, debolezza in qualsiasi zona del corpo.

Se il bambino viene svegliato dal mal di testa, o se questa condizione disturba le attività preferite del bambino, dovrebbe essere visitato dal pediatra.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Tipi di cefalea

  • TTH
    Se il bambino si lamenta di mal testa cronico o ricorrente, potrebbe soffrire di mal di testa di tipo tensivo.

    Questo è il tipo più comune di cefalea nei bambini.

    Il mal di testa TTH è percepito come se si avesse una fascia stretta intorno alla testa, ed anche i muscoli del collo possono essere dolenti e tesi.

    Le cause della cefalea tensiva si sviluppano spesso nelle persone che utilizzano molto il computer, videogiochi o altre macchine per lungo tempo e senza pause.

    Il vostro bambino può soffrire di mal di testa di tipo tensivo, perché si sente in ansia a causa dei conflitti con i genitori, insegnanti o amici.

    Anche le variazioni di attività o della routine abituale del bambino possono causare tensione e mal di testa.

  • Emicrania
    I bambini possono soffrire di mal di testa.
    In genere questo problema inizia in adolescenza, ma a volte ne possono soffrire anche i bambini in tenera età.

    E' più probabile che, i bambini che soffrono di emicrania, hanno uno o più membri della famiglia affetti dallo stesso problema.

    In genere, questi bambini possono aver sofferto di mal di stomaco o vomito ricorrenti inspiegabili quando erano più piccoli.
    può ripresentarsi frequentemente.

    Il vostro bambino potrebbe mostrare altri sintomi prima della comparsa del mal di testa.
    Può avvertire dolore in una zona della testa, come ad esempio dietro un occhio.

    Il dolore può anche essere più generalizzato (in tutta la testa).

    Nelle donne giovani, i mal di testa da emicrania possono essere correlati al ciclo mestruale.

    L'emicrania può peggiorare se si è in presenza di luci o rumori forti, e di solito i sintomi si riducono se si rimane in un luogo tranquillo e buio.
    Il vostro bambino può mostrare altri sintomi come nausea e vomito.

  • Cefalea a grappolo
    La cefalea a grappolo è il tipo più doloroso di mal di testa.

    Si tratta di un forte mal di testa che può protrarsi anche per giorni o settimane.

    Tra due episodi di questo tipo di cefalea, vi sono intervalli di assenza di dolore.

    La maggior parte delle persone soffrono di almeno 2 episodi all'anno, ma ogni persona è diversa da un'altra.
    Le cefalee a grappolo sono rare soprattutto nei bambini, e non sono associate con malattia più gravi.

bambino cefalea

Cosa fare per il mal di testa nel bambino?

Il vostro bambino, come detto, può soffrire di mal di testa, perché ha fame.

Dategli del cibo e fategli fare un pisolino in un luogo tranquillo, a volte può aiutarlo a sentirsi meglio.

Se il mal di testa è grave, e solo dopo aver consultato il pediatra, potreste dargli un analgesico come il paracetamolo (tachipirina) o ibuprofene.

Se al vostro bambino è stata diagnosticato una emicrania o ha ricorrenti mal di testa, l'antidolorifico andrebbe somministrato al primo segnale del mal di testa. Questo contribuirà a fermare il mal di testa ed evitare sofferenze e disagi successivi.

Prima visita del medico

Se il bambino si lamenta di mal di testa ricorrenti o ripetuti, rivolgersi al proprio medico.

Prima della visita, annotate alcuni dettagli del mal di testa, per esempio:

  • il tipo di dolore

  • localizzazione del dolore (in quale zona della testa)

  • per quanto tempo dura (minuti o ore)

  • l'ora del giorno in cui il bambino avverte dolore (mattina, pomeriggio o sera)

  • fattori esterni quando inizia il dolore (c'è qualche luce intensa, è a casa, piscina, scuola ...?)

Se il bambino soffre di mal di testa ricorrenti, scrivete i tempi, la durata etc.. in un "diario".
Questo aiuterà il medico a trovare una diagnosi.

Quando cercare assistenza medica

Rivolgersi al proprio medico se:

  • il bambino ha mal di testa che dura da più di 2 giorni

  • se i mal di testa non dovessero migliorare nonostante l'uso di paracetamolo, ibuprofene o altri farmaci per il dolore

  • se il mal di testa impedisce le attività o la routine del bambino, come giocare, andare a scuola, mangiare, bere o dormire

  • se i mal di testa sono frequenti o più gravi del solito

  • se il mal di testa sveglia il bambino durante la notte ed è accompagnato da vomito o altri sintomi


Andare al pronto soccorso più vicino o chiamare il 118 se il bambino ha un mal di testa accompagnato dai seguenti sintomi:

  • forte mal di testa improvviso

  • mal di testa che peggiora o continua dopo aver battuto o ferito la testa

  • vertigini, svenimenti o vertigini

  • febbre alta

  • torcicollo

  • nausea o vomito

  • difficoltà a pronunciare parole o disturbi del linguaggio

  • perdita di movimento o debolezza in qualsiasi zona del corpo

Conclusioni

I mal di testa nei bambini sono fastidiosi e possono causare preoccupazione ai genitori.
In genere, ricordiamo, che quesi mal di testa non sono associati a malattie gravi.

Per affrontare un lieve mal di testa, cercate di tranquillizzare il vostro bambino, provate a dargli (solo dopo aver chiamato il pediatra) un farmaco come il paracetamolo o l'ibuprofene.

E' importante che sia sempre un medico, tramite un esame fisico, a identificare la causa del mal di testa ricorrente o persistente nel bambino.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere