Giovedi' 23 Novembre 2017

5 consigli per ridurre le allergie primaverili nel Cane

  • Pubblicato il:  25/02/2016
Foto 5 consigli per ridurre le allergie primaverili nel Cane

La stagione primaverile porta con sé molti allergeni che interessano sia noi che i nostri cani. Questo perché la maggior parte delle piante prosperano durante la primavera.
Di seguito alcuni consigli per cercare di ridurre le reazioni allergiche nel cane durante questo periodo:

Collegamenti sponsorizzati

ANDARE DAL VETERINARIO

Dal momento che ci sono così tante cause che possono apparire clinicamente simili alle allergie, il veterinario esaminerà il cane per escludere patologie importanti. Durante la visita potrà eseguire analisi del sangue e prelevare piccole parti di pelle per analizzarla e determinare la natura della reazione allergica e prescrivere il trattamento più appropriato.

FARE IL BAGNO CON PRODOTTI TOPICI DI QUALITA'

La pulizia della pelle e del pelo del vostro cane con uno shampoo per cani di alta qualità, aiuta a rimuovere molti degli allergeni ambientali, batteri, olio e altre sostanze irritanti.

Il bagno di tutto il corpo o una pulizia localizzata possono essere effettuate fino a due volte al giorno a seconda delle esigenze del vostro cane. Inoltre lo shampoo, un trattamento topico, anche medicato, prescritto dal veterinario può aiutare a gestire l'irritazione localizzata e le infezioni della pelle del vostro cane.

Collegamenti sponsorizzati

IDRATAZIONE DEGLI OCCHI

L'applicazione di alcune gocce di soluzione per idratare gli occhi del cane, proprio come quelli che si usano in genere per gli esseri umani e che è possibile acquistarli in una comune farmacia, è uno dei mezzi più semplici per la rimozione di allergeni dagli occhi del cane.

In questo modo, ogni mattina, pomeriggio e sera potrete aiutare ad alleviare i piccoli problemi di infiammazione agli occhi del cane, parlandone sempre con il veterinario sulle modalità e tipo di prodotto.
Non usare colliri con vasocostrittori, che di solito sono prescritti per "ridurre gli occhi rossi". Il collirio o unguento oculare contenente antibiotico, steroidi o altri farmaci potrebbe essere necessario in alcune situazioni, ma solo sotto la supervisione del veterinario.

PULIZIA DELL'ORECCHIO

Allergeni, peli spezzati, microrganismi (batteri, lieviti , acari , ecc), e altre sostanze possono rimanere bloccate nel canale uditivo del vostro cane. Una delicata pulizia , eseguita con prodotti specifici per la pulizia dell'orecchio, aiuterà a rimuove questi materiali estranei e a modificare il pH e il microambiente del condotto uditivo riducendo la crescita di microrganismi.

Inoltre, eliminando i peli dal canale uditivo si impedisce l'accumulo di allergeni ambientali che possono irritare il condotto uditivo e promuovere la crescita di microrganismi.

Se il vostro cane è un nuotatore, ama andare sott'acqua o ha le orecchie che sono spesso spesso bagnate, pulite e asciugatele subito dopo. Questo eviterà che un'eccessiva umidità entri nel cane interno dell'orecchio del cane.

Usate solo batuffoli di cotone per non danneggiare i timpani. Se avete dubbi, chiedete consigli al vostro veterinario il quale vi mostrerà il metodo corretto per la pulizia delle orecchie del vostro cane.

CAMBIAMENTO NELLA DIETA

Le allergie alimentari nei cani non sono così comuni come si pensa, ma è comunque importante che si consulti un veterinario, per escluderla totalmente. Il modo migliore per farlo è quello di iniziare un processo di esclusione di alcuni cibi.
Molti alimenti per uso umano potrebbero avere un impatto negativo nel cane, provocando una fiammata allergica.

Il veterinario può anche raccomandare del cibo terapeutico per cani, al fine di individuare con precisione le allergie alimentari e quindi alleviare alcuni dei sintomi allergici.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere