Mercoledi' 30 Settembre 2020

Ascesso nel Gatto

L'ascesso nel gatto consiste nella raccolta di pus nel tessuto (spesso sulla pelle). A causa di questo pus, si forma una cavità circondata da una capsula fibrosa. L'ascesso nei gatti si verifica in genere nella cute, ma il pus può contaminare anche in altri organi.


E' importante prendere seriamente questo problema, poiché un ascesso può degenerare e portare a gravi complicazioni.

Quali sono le cause di ascesso nel gatto?

La causa più comune per cui si forma un ascesso nel gatto sono le ferite da morso. Queste si verificano spesso nel contesto delle lotte territoriali con altri gatti, ma occasionalmente può avere origine anche da cani o prede come topi.

Tutti gli animali (compresi gli esseri umani) abbiamo nella cavità orale molti batteri. Se si viene morsi, e i denti penetrano la pelle, alcuni di questi batteri patogeni vengono trasmessi negli strati più profondi del tessuto.

La pelle del gatto forma rapidamente una crosta che protegge la ferita dall'esterno, ma i batteri invasori si moltiplicano nel tessuto in tempi brevi, accumulando pus e sviluppando un'infezione.

Come si riconosce un ascesso nel gatto?

Non sempre il proprietario riesce a riconoscere un ascesso nei gatti, soprattutto quando sono piccoli, e la ferita è poco appariscente dopo un morso o una lacerazione della pelle.

Ecco i sintomi di un ascesso:
  • Durante la palpazione, si avverte una pallina più o meno grande, e più o meno morbida e insolitamente calda sotto la pelle del gatto.
  • Il tuo gatto tende a reagire quando viene toccato (reazione al dolore).
  • Il gatto può presentare segni di ferite o di morso.
  • Il gatto ha la febbre e può apparire stanco e debole.
  • L'area interessata è senza pelo e la pelle può apparire rossa e infetta. A volte, nei casi più gravi, può persino diventare necrotica.
  • Senza cure, l'ascesso può espandersi.

Un altro sintomo tipico dell'ascesso nel gatto è il gonfiore, più o meno grande, della pelle, ed inoltre il gatto continua a leccare la ferita. All'inizio l'ascesso appare come un gonfiore con consistenza solida, ma dopo un pò di tempo inizia ad ammorbidirsi, creando una vescica piena di liquido purulento.

Se l'ascesso nel gatto non viene trattato, è possibile che la sacca si apra per far sgorgare quantità di pus maleodorante verso l'esterno.

Diagnosi di ascesso nei gatti

Di solito il veterinario conferma la diagnosi di ascesso nel gatto sulla base dei sintomi come la presenza di ulcere e pus.

In alcuni casi potrebbe eseguire un esame del sangue per escludere altri segni di infiammazione (aumento dei globuli bianchi (leucociti). Anche la velocità di eritrosedimentazione (VES) è utile per rivelare se esiste una infiammazione nel corpo del gatto.

Come ci cura l'ascesso nel gatto

Il trattamento di un ascesso nel gatto dipende dallo stato dell'ulcera formata. A volte l'ascesso può essere trattato con un antibiotico (ad esempio, amoxicillina), mentre in altri casi è necessario che il veterinario apra l'ascesso per svuotarne il contenuto purulento.

Il trattamento dell'ascesso varia in base al suo grado di evoluzione.

  • Un ascesso recente provoca i primi sintomi di pelle calda, gonfia e infiammata, con un gatto febbrile, stanco e che lecca eccessivamente sulla zona interessata. In questo caso, il gatto può essere sottoposto a trattamento antibiotico e farmaci antinfiammatori. Questo è spesso sufficiente per far assorbire l'ascesso e fermare l'infezione.

  • Un vecchio ascesso di solito è molto più doloroso, visibile e pieno di pus. Potrebbe avere un cattivo odore. Per trattarlo, il veterinario taglia la sacca con un bisturi. Lo svuota, lo cura, lo disinfetta e lo pulisce prima di richiudere la ferita. Vengono prescritti farmaci per diversi giorni per eliminare eventuali tracce di infezione.

  • Un ascesso aperto tende a infettare la pelle circostante. Questo diventa necrotico e la sacca si fora, rilasciando il pus. Il veterinario pulisce la ferita, rimuove la pelle necrotica e disinfetta l'ascesso prima di ricucire l'incisione. È importante assicurarsi che guarisca bene e disinfettare regolarmente la ferita per evitare che i batteri entrino in essa.

  • Sepsi. Alcuni ascessi non trattati o mal trattati possono infettare l'intero organismo del gatto. I batteri si diffondono nel sangue, raggiungendo tutti gli organi. È questa la sepsi. L'animale sviluppa gravi disturbi, alcuni dei quali possono portare alla sua morte.È necessario consultare urgentemente il veterinario in modo che sottoponga l'animale a trattamenti adeguati.

Come si drena un ascesso nel Gatto?

Il drenaggio di un ascesso nei gatti deve essere eseguito da un veterinario. Il gatto sarà sotto anestesia e il medico eseguirà un'incisione nella massa per fare uscire il pus, o potrebbe scegliere di inserire un drenaggio chirurgico. Una volta rimosso il pus, la cavità viene sciacquata con un disinfettante e applicata una garza per proteggere la ferita.

Dopo l'intervento al gatto saranno prescritti dal veterinario antibiotici e antidolorifici, e, a secondo di dove si trova l'ascesso, può essere necessario che il gatto indossi un collare elisabettiano per evitare che lecchi la ferita, portando nuovi germi e batteri.

foto gatto ascesso

Prognosi per l'ascesso nel gatto

Se l'ascesso del gatto viene trattato correttamente, la prognosi è generalmente buona.

Solo in rari casi può portare a complicazioni, come ad esempio quando i batteri coinvolti sono resistenti a diversi antibiotici. In casi molto rari, l'infezione potrebbe trasmettersi nel sangue provocando una sepsi.

In ogni caso, chi sospetta un ascesso nel gatto, dovrebbe consultare il veterinario. Un trattamento tempestivo, può evitare complicazioni e favorire la guarigione senza problemi.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->