Lunedi' 19 Aprile 2021

Babesiosi del cane: cause, sintomi e cure

  • Pubblicato il:  17/02/2016

Foto Babesiosi del cane: cause, sintomi e cure

Descrizione

La Babesiosi è una malattia molto comune nei cani ed è causata da un parassita intracellulare chiamato Babesia.
I cani sono esposti al parassita attraverso il morso di una zecca infetta, ma la trasmissione può avvenire anche mediante trasferimento di sangue dal morso di un altro cane, una trasfusione di sangue (Leggi: Trasfusione sangue nel Cane), o attraverso la placenta della mamma infetta ai suo cuccioli.

Poichè la babesiosi è un'infezione trasmessa soprattutto dalle zecche, non è insolito trovare un cane colpito contemporaneamente da altre infezioni, tra cui l'ehrlichiosi, la febbre delle Montagne Rocciose, e altre. Queste infezioni possono interagire, rendendo il quadro clinico preoccupante. I cani che trascorrono molto tempo all'aria aperta, soprattutto in zone boschive, sono più a rischio di essere punti da zecche e quindi contrarre infezioni, come la babesiosi, in particolare durante i mesi estivi.

Se il cane è giovane tende a sopportare meglio i sintomi della malattia; inoltre Levrieri, Pit Bull Terrier, e American Staffordshire Terrier sembrano essere più sensibili rispetto ad altre razze a essere infettati dalla Babesiosi .

I sintomi di una infezione da Babesia

Il periodo di incubazione tra l'esposizione al parassita e i primi sintomi è di circa due settimane. Una infezione da Babesia può avere sintomi molto lievi ma a volte può degenerare in una malattia grave. I parassiti Babesia si replicano nei globuli rossi. Poiché i globuli rossi vengono distrutti, viene rilasciata emoglobina nel corpo del cane. che può portare a ittero e anemia, compresa l'anemia emolitica immuno-mediata.

La coagulazione del sangue potrebbe compromettersi e sintomi neurologici potrebbero verificarsi quando il parassita invade il sistema nervoso centrale. Nei casi più gravi, potrebbero esserci danni ai polmoni e al fegato.

La gravità dei sintomi dipende dalla specie di parassiti coinvolti e dalla capacità del sistema immunitario del cane di difendersi.

I sintomi possono essere altalentanti durante il decorso della malattia e possono includere mancanza di energia, mancanza di appetito, debolezza, febbre, gengive e lingua pallide, urine di colore rosso, feci scolorite, perdita di peso, ingrossamento dei linfonodi, milza ingrossata, e ittero (ingiallimento degli occhi e della pelle).
Una grave infezione può colpire vari organi tra cui i polmoni, il tratto gastrointestinale, reni e sistema nervoso.

Diagnosi della babesiosi canina

La diagnosi della babesiosi canina può essere molto impegnativa. Il veterinario avrà bisogno della storia clinica completa del cane. In aggiunta a un esame fisico, potrà eseguire esami del sangue, un esame emocromocitometrico completo (CBC) e un esame delle urine.

Trattamento e prevenzione

Un cane gravemente malato richiede una terapia di liquidi o trasfusioni di sangue e dovrebbe essere ricoverato in una struttura veterinaria. Purtroppo, i farmaci utilizzati per il trattamento della babesiosi non sono sempre efficaci e possono avere gravi effetti collaterali. Nei cani asintomatici, il trattamento farmacologico non ne vale il rischio.

La terapia farmacologica, inoltre, allevia i sintomi di infezione, ma in realtà non elimina il parassita dal corpo del cane. Il cane può rimanere infetto e l'infezione può divampare durante periodi di stress o di squilibrio immunologico.

Se il vostro cane passa molto tempo in zone dove è possibile ci siano zecche, la prevenzione è ovviamente il miglior modo di agire. Controllare il vostro cane ogni giorno se ha contratto qualche zecca e di rimuovetela in modo sicuro. Una zecca deve nutrirsi per due o tre giorni per infettare un cane con Babesia; quindi più a lungo il parassita rimane attaccato al vostro cane, più alto è il rischio di trasmissione del parassita.

Se il vostro cane si comporta in modo strano ed è stato esposto a zecche, recatevi dal vostro veterinario per un check-up completo.

Attenzione !! Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli