Lunedi' 20 Novembre 2017

Cane ha la Filariosi? Sintomi e diagnosi

  • Pubblicato il:  28/06/2015
Foto Cane ha la Filariosi? Sintomi e diagnosi

La filaria del cane (Dirofilaria immitis ) viene anche chiamata heartworm perché i vermi adulti vivono nella parte destra del cuore di un ospite.

I cani sono gli ospiti naturali delle dirofilarie anche se anche i gatti possono occasionalmente essere infettati.

I parassiti della filaria sono trasmessi da zanzare, e quindi questa malattia può essere trasmessa ai cani in tutto il mondo.

Collegamenti sponsorizzati

Questa pagina si concentra sui sintomi della filariosi cardiopolmonare del cane.

Organi colpiti dalla filaria nel cane

Nella maggior parte dei cani, gli organi principali che sono affetti da dirofilarie sono il cuore, i polmoni, il fegato, i reni.

In generale, quando ci sono meno di 50 dirofilarie adulte nel cane, i vermi vivono per lo più nelle arterie polmonari e nel ventricolo destro del cuore.

Tuttavia, quando i parassiti sono più di 75, i vermi estendono all'atrio destro.
Con una infestazione ancora più numerosa, i vermi possono migrare nella vena cava superiore e inferiore e nelle vene del fegato.

Collegamenti sponsorizzati

Sintomi e segni della filariosi

I segni e sintomi della dirofilaria del cane dipendono dal numero di vermi presenti nel cane, e la dimensione e la condizione di salute del cane.

Molto spesso cani con pochi vermi nel corpo possono anche non mostrare alcun sintomo di filariosi cardiopolmonare.

Guarda il Video

Sintomi filariosi cane
Sintomi filariosi cane

Sebbene alcuni cani infettati da dirofilarie possono mostrare segni acuti, nella maggior parte dei casi, la malattia inizia senza sintomi e lentamente progredisce quando l'infezione diventa più grave.

Infezione lieve: Nella maggior parte dei casi, l'infezione precoce di filariosi cardiopolmonare nel cane non mostra sintomi.

Da lieve a moderata: I segni tipici sono letargia, riluttanza all'esercizio fisico, e tosse .

Grave infezione: Col progredire della malattia, i sintomi di cui sopra (tosse, intolleranza all'esercizio, letargia e fatica) diventano più massivi. Inoltre, il cane avrà difficoltà a respirare e tosse persistente fino a quasi svenire.

Il cane potrà anche perdere peso. Utilizzando uno stetoscopio è possibile ascoltare un soffio al cuore sul lato destro del torace.

I vermi nelle arterie polmonari possono ostacolare il flusso di sangue e causare coaguli, portando ad una condizione nota come tromboembolia polmonare.

La Tromboembolia polmonare cronica provoca la perdita di tessuto polmonare e porta all'insufficienza cardiaca congestizia . Il cane può tossire espettorato di sangue.

Quando i vermi migrano e vivono nella vena cava o nelle vene epatiche, possono causare una condizione chiamata sindrome della vena cava, che porta a insufficienza epatica con ittero, accumulo di liquido nella cavità addominale (ascite), sanguinamento spontaneo, e anemia. In due o tre giorni, il cane potrebbe morirà.

Diagnosi della filariosi nel cane

La diagnosi viene fatta tramite alcuni esami del sangue e altri mezzi quali i raggi X.
Test dell'antigene:

Il test dell'antigene della filaria è il test più accurato anche se ci sono limitazioni.
Questo test identifica un antigene prodotto dalla dirofilaria femmina adulta ma non può rilevare infezioni in cui sono presenti solo i maschi.

Inoltre, la maggior parte dei test sono in grado di rilevare solo le infezioni con uno o più parassiti maturi femminili di almeno sette o otto mesi, ma non possono rilevare le infezioni di vermi che hanno meno di cinque mesi.

Radiografia del torace: Se un cane è risultato positivo per la filariosi, una radiografia del torace è di solito necessaria per determinare la gravità dell'infezione.

I Raggi X di cani con infestazioni pesanti mostreranno la dilatazione del ventricolo destro e/o di arterie polmonari.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere