Domenica 24 Giugno 2018

Il Gatto può mangiare ciliegie?

  • Pubblicato il:  20/05/2018
Foto Il Gatto può mangiare ciliegie?

Posso dare al gatto ciliegie? Le ciliegie fanno bene o male ai Gatti? La ciliegia è un frutto appartenente alla famiglia dei prunus avium. Sembra che la maggior parte dei gatti ami le ciliegie, sia per giocarci che come alimento, ma le ciliegie sono salutiste per i gatti?

Collegamenti sponsorizzati

Come sappiamo, i gatti sono animali carnivori, il che significa che hanno bisogno di mangiare soprattutto carne. Anche se le ciliegie contengono vitamine e antiossidanti, i gatti non hanno bisogno di integrare tale frutto nelle loro dieta.

I gatti possono mangiare le ciliegie?

Come abbiamo già accennato le ciliegie contengono ottime sostanze nutritive. Il problema è che il resto della pianta (foglie, nocciolo e gambo) contiene cianuro, una sostanza velenosa. Il cianuro inibisce la citocromo ossidasi, un enzima necessario per il trasporto dell'ossigeno nelle cellule. Pertanto, le cellule del gatto non potranno più assorbire l'ossigeno e i vari organi vitali potrebbero rapidamente deteriorarsi.

Allo stesso modo, i semi di ciliegio presentano un alto rischio di soffocamento. Soprattutto i gattini non hanno tanta esperienza su questi frutti e potrebbero ingoiare il seme.

I gattini tendono ad essere ancora più suscettibili a tali problemi, perché sono piccoli e il loro corpo non è ancora completamente sviluppato. Proprio per questo motivo, i nostri "amici pelosi" non dovrebbero mai mangiare alcuna parte della pianta di ciliegio oltre alla polpa del frutto. Le quantità di cianuro potrebbero essere estremamente dannose per un gattino.

Con le precauzioni di cui sopra, dare piccole quantità di ciliegia al gatto non causerà alcun danno. Nel peggiore dei casi, se ne mangiano troppe, potrebbero avere un'indigestione e diarrea.

Collegamenti sponsorizzati

Sintomi di avvelenamento da ciliegia nei gatti

L'avvelenamento da ciliegie nel gatto generalmente causa sintomi di tossicità da lieve a moderata, anche se solo un animale che ha consumato una grande quantità di materiale vegetale di ciliegio svilupperà segni clinici severi.

I sintomi più comuni possono essere:
  • Arrossamento delle mucose
  • Problemi di respirazione
  • Pupille dilatate
  • Shock e morte

Diagnosi di avvelenamento da ciliegie nei gatti


Il miglior modo per diagnosticare l'avvelenamento da ciliegie nei gatti è verificare se il felino abbia consumando parti della pianta.

La diagnosi inizierà con un esame fisico, una valutazione della storia medica del gatto e una consultazione con il proprietario dell'animale. Purtroppo , i sintomi di avvelenamento da ciliegia sono comuni ad altri sintomi da avvelenamento da cianuro o da nitrati, quindi il veterinario dovrà condurre un esame approfondito.

Il modo più semplice per escludere un avvelenamento da nitrati è quello di prendere un campione del sangue del gatto ed esaminarne il colore. Quando un felino soffre di tossicità da cianuro, il sangue sarà di un rosso brillante, mentre in una tossicità da nitrito il sangue del gatto avrà un colore marrone scuro.

Il veterinario controllerà anche i livelli di

Trattamento dell'avvelenamento da ciliegie nei gatti

Poiché l'avvelenamento da ciliegia impedisce l'assorbimento di ossigeno, il veterinario può iniziare il trattamento con l'integrazione di ossigeno.

La terapia con liquidi e il blu di metilene per via endovenosa possono essere utili per far abbassare i livelli di cianuro dal corpo. Il blu di metilene agisce riducendo il ferro emico legato all'emoglobina. Pertanto, questo agente terapeutico converte le cellule metaemoglobiniche che non trasportano ossigeno in cellule di emoglobina che saranno nuovamente ricettive al trasporto di ossigeno.

Il veterinario può associare l'uso di blu di metilene con olio minerale. Usato come catartico, l'olio minerale può aiutare a far defecare il gatto più velocemente e accelerare la rimozione di materiale tossico dal tratto gastrointestinale dell'animale.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere