Domenica 16 Giugno 2019

Come far abortire il gatto?

L'interruzione della gravidanza nel gatto, in alcune situazioni, può essere necessaria, ma non è cosa da poco e può essere pericoloso per la sua salute. Il trattamento più semplice, più sicuro e più affidabile per evitare cucciolate indesiderate è quello di sterilizzare la gatta rimuovendo ovaie e utero.


In questo articolo tratteremo dell'aborto indotto nel gatto.

Aborto in caso di gravidanza indesiderata

Una gatta può rimanere gravida senza che il volere del suo proprietario in diversi casi:

  • Il trattamento ormonale con la pillola contraccettiva è irregolare.

  • La gatta è rimasta incinta precocemente o prima che il proprietario iniziasse un trattamento contraccettivo o la facesse sterilizzare

  • I gatti, spesso abbandonati a se stessi, possono riprodursi senza controllo

Bisogna anche sapere che i gatti sono pronti ad accoppiarsi poche settimane dopo aver avuto la loro cucciolata, quindi state attenti alle gravidanze a rischio.

Come interrompere la gravidanza del gatto

Se il proprietario di un gatto si rende conto che la gravidanza non era prevista, può decidere di interrompere la gravidanza.

gatto aborto
L'aborto indotto nel gatto deve essere eseguito solo da un veterinario.

INIEZIONE PER INTERROMPERE LA GRAVIDANZA
Il veterinario può indurre l'aborto iniettando un farmaco che impedisce all'ovulo di essere fecondato. A secondo la molecola utilizzata, il protocollo può essere differente.

- 2 iniezioni somministrate a 24 ore di distanza, nei primi 45 giorni di gestazione;

- 3 iniezioni a 48 ore di distanza ciascuna, con la prima iniezione da eseguire al decimo giorno dopo l'accoppiamento.

In questo caso, il gatto non sarà sterilizzato e potrà nuovamente essere fecondato.
Inoltre, c'è bisogno di conoscere quando si è verificato il ciclo riproduttivo e la data di accoppiamento, perché i prodotti devono essere iniettati in date specifiche dall'inizio della gestazione.

Attenzione!! Questo approccio può portare a infezioni uterine e può essere pericoloso per la salute del gatto.

ABORTO CHIRURGICO
Se l'iniezione non è riuscita ad interrompere la gravidanza, il veterinario effettuerà un intervento chirurgico chiamato ovarioisterectomia:

  • il gatto verrà sterilizzata per sempre

  • sarà sottoposto ad anestesia generale

  • il veterinario rimuoverà le ovaie, l'utero e i feti dei gattini nel grembo materno

  • il gatto dovrà rimanere ricoverato per almeno un giorno

Gli Estrogeni

Questi farmaci impediscono alle uova fecondate di attecchire nell'utero. L'unico modo per far funzionare questi farmaci è di farli assumere subito dopo il rapporto. Attenzione però ! Il gatto potrebbe manifestare alcuni effetti collaterali pericolosi, tra cui:

  • Problemi al midollo osseo che possono causare anemia grave e l'abbassamento dei globuli bianchi e delle piastrine. I sintomi possono verificarsi dopo circa due settimane dalla somministrazione del farmaco ed in genere è irreversibile.

  • Piometra: questa infezione uterina è un altro effetto collaterale della somministrazione di estrogeni. In genere, questa infezione, anche se può essere curata con antibiotici, può essere risolta con la sterilizzazione.

  • Infertilità. Sebbene possa verificarsi in seguito alla somministrazione di estrogeni, la causa esatta è ancora sconosciuta.
Gli estrogeni più usati nei gatti sono: Estradiolo cipionato e Dietilstilbestrolo.

Le prostaglandine

Per portare a termine una gravidanza è necessario l'ormone progesterone. Le prostaglandine sono una classe di farmaci che agiscono riducendo i livelli di progesterone, e quindi facendo abortire il gatto. In genere vengono somministrati dopo che la gravidanza è stata confermata.

È possibile però che il vostro gatto non sia sensibile alle prostaglandine e potrebbero non funzionare. In genere si raccomanda il ricovero durante il trattamento, che può durare da quattro a sette giorni. Questa classe di farmaci è più sicura degli estrogeni e viene preferita da molti veterinari.

L'effetto collaterale più grave della somministrazione di prostaglandine è il potenziale sviluppo di piometra, un'infezione uterina.

Un lato negativo delle prostaglandine è la possibilità di non riuscire a interrompere la gravidanza, tanto che, per confermare l'interruzione completa della gravidanza, è necessario un esame ecografico.

Conclusioni

La gravidanza del gatto può essere confermata sopo dopo 20-22 giorni dal giorno dell'accoppiamento attraverso la palpazione e l'ecografia addominale. È importante confermare la gravidanza il prima possibile perché se dura oltre 40 giorni queste tecniche non sono raccomandate.

L'aborto, sia farmacologico che chirurgico, non deve essere preso alla leggera, perché può portare a rischi per la salute del gatto. I prezzi per far abortire un gatto possono variare, ma di solito ci vogliono da 100 € a 200 €.

Vi consigliamo di sterilizzare i gatti (maschio e femmina) se non avete intenzione di farli riprodurre.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->