Mercoledi' 22 Novembre 2017

Cosa fare se il Gatto vomita?

  • Pubblicato il:  05/07/2016
Foto Cosa fare se il Gatto vomita?

Il vomito occasionale è un problema comune nei gatti e spesso non è un sintomo grave, ma se questi episodi di vomito diventano frequenti possono essere sintomo di una condizione più grave e bisogna immediatamente portare il gatto da un veterinario.

Collegamenti sponsorizzati

Il vomito è un riflesso che provoca la rimozione attiva del contenuto dello stomaco attraverso la bocca, in particolare del cibo.
È importante non confondere il vomito dal rigurgito, che invece è un atto passivo, senza contrazione attiva del ventre.

Se si desidera sapere come a agire e cosa fare se il gatto vomita continuate a leggere questo articolo.

Quando il vomito diventa emergenza

Se il vostro gatto vomita se appare disorientato e non risponde agli impulsi esterni verificate che le vie aeree siano libere.
A volte il materiale espulso dalla bocca potrebbe ostruire le vie respiratorie.

Se il gatto vomita più volte, ma non mostra altri sintomi e non è disidratato, potreste iniziare una dieta di 12 / 24 ore, somministrando acqua in piccole dosi e lentamente.
Ma attenzione, in determinate circostanze, il digiuno prolungato può provocare seri pericoli per il gatto, soprattutto nei gatti affetti da obesità, come le lipidosi epatica. (vedi articolo in fondo)

In ogni caso, monitorate costantemente lo stato del vostro gatto per 24 / 48 ore dall'episodio di vomito. In caso di vomito continuo o se lo stato generale del gatto peggiora, portatelo subito dal veterinario.

Le cause più frequenti di v

Collegamenti sponsorizzati

omito nel Gatto

Osservare il contenuto del vomito è importante per determinare la gravità e per aiutare il veterinario a diagnosticarne la causa.

Il contenuto espulso può essere di vari tipi:
- cibo non digerito
- succhi gastrici
- liquido biliare (giallo o verde)
- sangue (rosso brillante o marrone se il sangue è digerito)
- corpi estranei
- piante
- tricobezoari (palle di pelo)

PALLE DI PELO
Una delle cause più comuni per cui un gatto vomita è la formazione di tricobezoari o più comunemente noti come "palle di pelo".
I gatti sono animali molto puliti e amano auto-tolettarsi con la lingua. Questo causa l'ingestione di tanti peli che poi vengono espulsi sotto forma di palla insieme al vomito.

Per risolvere questo tipo di vomito può essere necessaria una spazzolatura quotidiana, soprattutto nelle razze a pelo lungo, o si può anche offrire al gatto la valeriana, una pianta che il gatto può mangiare e che aiuta ad eliminare i peli presenti nel tratto digerente.

IL GATTO MANGIA TROPPO VELOCEMENTE
Il vomito può essere causato semplicemente dopo aver mangiato tanto e troppo in fretta, e lo stomaco non ha avuto il tempo di digerire il cibo.

Se il cibo non ha raggiunge lo stomaco e rimane nell'esofago, si tratta rigurgito.
In ogni caso, se il vostro gatto mangia velocemente bisogna razionare il cibo in piccole porzioni, ma più frequenti.

STRESS
Un'altra causa di vomito nei gatti è lo stress.
I gatti sono molto sensibili ai cambiamenti, sia ambientali che alimentari, e questo li può mettere in uno stato di stress, anche grave.

Se vi siete trasferiti, o avete di recente fatto dei lavori in casa, o avete cambiato il suo cibo o adottato un altro animale domestico, probabilmente la causa del vomito nel vostro gatto è questa.

Per aiutare il gatto è necessario assicurargli uno spazio sicuro e tranquillo, e alimentarlo con piccoli pasti giornalieri frazionati.
Se il vomito persiste potrebbe essere utile contattare un veterinario comportamentista che vi consiglierà l'uso di feromoni o altri farmaci.

INTOLLERANZA ALIMENTARESe il vomito è frequente, con o senza diarrea, senza perdita di appetito e altri sintomi, la causa potrebbe essere una intolleranza alimentare o la presenza di gastrite acuta o cronica.

A volte può essere necessario mettere il gatto a digiuno per un massimo di 24 ore, ma se il vomito persiste portate immediatamente il vostro gatto dal veterinario per fare una diagnosi e iniziare il trattamento adeguato.

Ricordate che il digiuno non deve mai superare le 24 ore, perché la mancanza di cibo troppo a lungo può causare cambiamenti nella flora intestinale e portare alla lipidosi epatica, condizione spesso mortale per il gatto.

AVVELENAMENTO
Un'altra causa di vomito potrebbe essere un'intossicazione.

Cercate di ricordare se il gatto ha ingerito un alimento anomalo, e se sospettate un avvelenamento chiamate immediatamente il veterinario e spiegagli la situazione.
Documentatevi anche sulle piante tossiche per i gatti.

MALATTIA
Se gli episodi di vomito sono accompagnati da altri sintomi come la perdita di appetito, febbre, diarrea con sangue, costipazione, la causa probabilmente è una patologia più grave; a volte può essere causata da parassiti, da diabete, leucemia o il cancro.

In qualsiasi caso tutti i sintomi devono essere valutati dal veterinario.

E' sempre utile prendere la temperatura del vostro gatto, la quale non deve superare i 39 gradi, e monitoratelo da vicino per rilevare disturbi neurologici come vertigini, convulsioni, alterazione della coscienza.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere