Martedi' 26 Settembre 2017

Fare il bagno al Gatto, i nostri consigli

  • Pubblicato il:  29/05/2015
Foto Fare il bagno al Gatto, i nostri consigli

La maggior parte dei gatti domestici non ama lavarsi. Alcuni addirittura diventano nervosi al solo pensiero di camminare su un pavimento umido. In questo articolo vi daremo alcuni consigli su come fare un bel bagnetto al vostro gatto.

Collegamenti sponsorizzati

In natura, ci sono molte specie di grandi felini che amano l'acqua. Tigri e giaguari piace rinfrescarsi in acqua, molto probabilmente perché vivono in regioni dove le temperature sono alte. Molte tigri nuotano in acque profonde e sono state filmate durante la cattura di pesci.
I gatti domestici non gradiscono molto essere bagnati forse perchè la maggior parte delle razze hanno pellicce che assorbono molto l'acqua anziché essere impermeabili. E 'più difficile quindi per loro asciugarsi.

Quando lavare il Gatto ?

Nella maggior parte dei casi non è necessario lavare un gatto in quanto si autolavano da soli leccandosi. Basta quindi soltanto una regolare spazzolatura per mantenerlo pulito. Tuttavia ci sono occasioni in cui è indispensabile fare un vero bagno. Possono sporcarsi di sostanze appiccicose o per diluire in acqua farmaci contro le pulci e altri parassiti.

Collegamenti sponsorizzati

Cosa ci serve

- Guanti di gomma (per evitare eventuali graffi durante un bagno)
- Shampoo per Gatti (ce ne sono di svariati nei negozi per animali o supermercati)
- Un asciugamano grande e morbido.
- Batuffoli di cotone per pulire le orecchie.
- Un piccolo panno per pulire il faccino.

Come procedere passo-passo

E 'molto più facile lavare il gatto nel lavandino della cucina o in bagno anzichè chinarsi in una vasca da bagno. E' inoltre importante controllare la lunghezza delle unghie per evitare spiacevoli graffi.
1) Riempire il lavello a metà con acqua tiepida e metteteci qualche giochino che lo possa distrarre. E' bene anche mettere un base antiscivolo per evitare che il gatto scivoli e si innervosisca.
2) Bagnare il gatto in maniera progressiva, in modo da abituarlo pian piano all'acqua, iniziando dalla schiena fino alla coda.
3) Applicate lo shampoo senza esagerare.
4) Risciacquare abbondantemente, sempre con acqua tiepida. Se gli ugelli dello spruzzo d'acqua sono rumorosi potete optare con tazze da thè.
5) Poiché la maggior parte dei gatti odiano l'acqua spruzzata sul viso, utilizzare un panno umido per pulire delicatamente la testa del vostro gatto.
6) Usare un batuffolo di cotone per pulire l'interno orecchie del gatto.
7) Dopo un accurato risciacquo, mettete il gatto su un asciugamano grande e avvolgetelo all'interno. (non lasciate tracce di sapone o shampoo, i gatti leccandosi potrebbero ingerirlo creando problemi alla salute).
8) Cercate di strizzare delicatamente la pelliccia dalla tanta acqua che si è accumulata.
9) Per i gatti a pelo lungo è necessario l'uso di un asciugacapelli (evitate in quelli a pelo corto per non incorrere in ustioni e bruciature), ma solo se il rumore non lo fa diventare irrequieto.
L'operazione deve essere fatta in pochi minuti, quindi mettete sempre tutto a portata di mano.
Se non ve la sentite di lavare il vostro gatto potete portarlo in un negozio specializzato e di fiducia che fornisce servizi di toelettatura. I costi oscillano tra 15 ei 40 euro e comprendono shampoo e asciugatura, pulizia delle orecchie e taglio delle unghie se necessario.

Alcune avvertenze

- Non fate il bagno al vostro gatto più di due volte al mese, potrebbero essere rimossi gli oli naturali che la sua pelle produce rendendo il suo pelo poco lucido.
- Non fate entrare acqua nelle orecchie per evitare otiti.
- Se durante il bagno vi accorgete che gli occhi sono entrati a contatto con un po di shampoo, come misura preventiva, mettete 1-2 gocce di collirio idratante che è usato spesso per la secchezza oculare. Può essere acquistato in farmacia e non richiede prescrizione medica.
- Se vedete il gatto innervosirsi o soffrire risciaquate e concludete l'operazione.
- Non usare shampoo antipulci che non siano specifici per gatti.
- Non usare solventi chimici per rimuovere alcune macchie, come olio o altre sostanze.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere