Sabato 18 Novembre 2017

Il cane ha la gastrite: cause e trattamento

  • Pubblicato il:  28/06/2015

La Gastrite del cane è l'irritazione e infiammazione o un'infezione del rivestimento dello stomaco. Dal momento che lo stomaco secerne acidi forti per la digestione del cibo, non è difficile immaginare che un cane senta dolore e disagio se le pareti dello stomaco è irritato o infiammato.

Collegamenti sponsorizzati

La Gastrite nei cani può verificarsi improvvisamente (gastrite acuta) oppure può svilupparsi in un periodo di tempo prolungato (gastrite cronica).

Le cause della gastrite nel Cane

La Gastrite acuta è in genere causata da cibo avariato e altre alimenti che sono indigeste o irritanti per lo stomaco, come erba, peli, spazzatura, ecc. L'ingestione di sostanze tossiche, come antigelo, fertilizzanti, diserbanti, ecc può causare gastrite acuta.

Anche alcuni farmaci, in particolare FANS e corticosteroidi, possono causare irritazione dello stomaco e infiammazione.

La Gastrite cronica è comunemente causata da una allergia alimentare . Essa può anche essere causata da un uso prolungato di FANS o altri farmaci.

Altre cause meno comuni di gastrite cronica sono ingestione di erba, sostanze chimiche o tossine.
Alcuni tipi di gastrite cronica sono il risultato di problemi di altre malattie come un problema immunitario o un problema congenito.

I sintomi della gastrite nel Cane

Il sintomo classico della gastrite è il vomito .
- Un cane con gastrite acuta vomita poco dopo aver mangiato. Egli può anche ruttare e sentirsi nauseato. Mostra anche segni didebolezza e letargia.

- Un cane con gastrite cronica vomita spesso nell'arco di un periodo di giorni o settimane. Il vomito può contenere materiale estraneo e cibo mangiato il giorno prima. Inoltre, il cane diventa debole e letargico mentre soffre di perdita di appetito e perdita di peso. Egli può anche avere un pelo opaco.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Diagnosi e trattamento della gastrite nel Cane

La diagnosi si basa sull'osservazione dei sintomi, esame fisico e test del sangue e delle urine, feci, analisi e radiografie. L'esame endoscopico (gastroscopia) con una biopsia dello stomaco è un modo rapido per fare una diagnosi di gastrite cronica.

- La Gastrite acuta di solito non è grave e il cane andrà migliorando da solo in uno o due giorni. Per aiutare lo stomaco a recuperare, mettere a digiuno il cane senza cibo e acqua per 12 ore.

Nel corso delle 12 ore, se il vomito si è arrestato, potete dare al cane un paio di cubetti di ghiaccio da leccare ogni tre o quattro ore. Successivamente potete iniziare a reintrodurre un po' d'acqua da bere e del cibo insipido (ad esempio, 2 parti di riso bollito e 1 parte di pollo bollito).

- La Gastrite cronica dovrebbe essere valutata e curata da un veterinario.
Il trattamento convenzionale per la gastrite cronica implica l'uso di antiacidi come Tagamet o farmaci come il Pepto-Bismol.

A seconda della causa del problema di stomaco, il veterinario può raccomandare un cambiamento della dieta, temporaneamente o anche in modo permanente.

Rimedi naturali per la gastrite nei cani

Di seguito parleremo di alcuni rimedi naturali per la gastrite nei cani, molti dei quali sono alimenti naturali con una potente azione terapeutica.

  • Aglio: è vero che l'aglio può essere molto pericoloso per i cani per la sua tossicità, ma solo se viene ingerito in grandi quantità. Al contrario, se le quantità sono minime, quanto ad un chiodo di garofano tritato, l'aglio può aiutare a combattere qualsiasi agente infettivo causa di gastrite.

  • Barbabietola al forno: La barbabietola è un ortaggio dalle grandi proprietà nutrizionali ed è molto ricca di proprietà fitochemiche.

    La barbabietola al forno può contribuire a ridurre l'infiammazione delle pareti dello stomaco e della mucosa gastrica, e consente inoltre di smaltire più facilmente le tossine. Ne basta un cucchiaio ogni 5 kg di peso corporeo del cane.

  • Zuppa di zucca: la zucca è un vegetale dalle grandi proprietà digestive. Deve essere offerta al cane bollita. Aggiungetene un cucchiaio al suo cibo
    per ogni 5 kg di peso corporeo.

  • Mirtillo rosso: il mirtillo è molto utile nel caso in cui il cane abbia sviluppato una gastrite infettiva o quando la causa deriva da una malattia renale.

    I mirtilli sono ricchi di proantocianidine, una sostanza antibiotica naturale. Anche in questo caso ne basta un cucchiaio ogni 5 kg di peso corporeo del cane.

  • Aloe Vera: Il succo puro di aloe vera è un efficace rimedio naturale per curare la gastrite del cane, questa pianta contiene più di 75 nutrienti medicinali ed è ideale per la protezione della mucosa gastrica.

    La dose è di 1 millilitro per kg di peso corporeo, tre volte al giorno, mattina, mezzogiorno e sera. Iniziate con una dose più bassa e aumentala progressivamente fino a raggiungere la dose corretta.

Alimentazione per cani con gastrite

Tenete presente che questa dieta è solo una guida, quindi consultate sempre il veterinario se è adatta al vostro cane:

  • Non date alcun cibo al cane per 12/24 ore se vomita costantemente.

  • I cibi morbidi a basso contenuto di grassi sono l'ideale, perché forniscono carboidrati e proteine.

  • Il formaggio senza grassi, il pollo cucinato senza pelle, l'hamburger bollito o il tofu sono un'ottima fonte di proteine ​​e, insieme a riso, pasta o patate, forniscono carboidrati in un rapporto di 1:3

  • Date da mangiare al cane più spesso ma con piccoli pasti ogni 4-6 ore.

  • Se la causa della gastrite è dovuta ad un'allergia alimentare, cambiate la dieta del cane.

  • Seguite questi consigli per un minimo di 3 settimane, per vedere se il cane risponde correttamente. Se la dieta funziona, continuate per altre 6-8 settimane.
    Informate il veterinario se vedete che il cane è migliorato o peggiorato con il cambio alimentare.

Prevenire la gastrite nei cani

Come per la maggior parte delle malattie, la prevenzione è il miglior trattamento. E per prevenire la gastrite nei cani, noi di Mondopets vi consigliamo di seguire questi suggerimenti:

  • Impedire al cane di mangiare cibo dal cestino della spazzatura.
  • Non lasciate che il cane esca in strada da solo.
  • Impedite al cane di accedere a sostanze tossiche e a farmaci.
  • Evitate che mangi troppo.
  • Non dategli avanzi del vostro pasto.
  • Seguite il programma di vaccinazione sia per i cuccioli che per i cani adulti.

Portare subito il cane dal veterinario se:

- Il vomito continua anche in assenza di cibo e acqua.
- Il vomito ricompare dopo che avete reintrodotto cibo e acqua.
- Il vomito contiene sangue.
- Il cane sembra debole e disidratato.
- Il cane ha la febbre di oltre 40°C.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere