Sabato 23 Giugno 2018

Lettiera per Gatti: consigli per l'uso

  • Pubblicato il:  21/01/2018
Clicca per ingrandire le foto

Oggi parleremo di quella "cassetta di sabbia" che il gatto usa per fare i suoi bisogni. A cosa serve la lettiera? Come scegliere una lettiera per il gatto e che tipo di sabbia o agglomerato utilizzare? Tutte le domande, e le risposte, in un articolo che sicuramente chiarirà ogni vostro dubbio.

Collegamenti sponsorizzati

Storia della lettiera per Gatti

Prima della seconda guerra mondiale, la maggior parte dei gatti viveva soprattutto in strada, quindi i loro "gabinetti" erano i giardini e i parchi. Per le esigenze "interne", alcune famiglie utilizzavano dei cestini per i rifiuti riempiti di sabbia o di cenere del camino.

Le casalinghe degli anni '40 non erano molto contente di questa sistemazione, in quanto quando i gatti sporcavano tutta la casa con sabbia e ceneri. Fu così che l'ex marinaio Ed Lowe suggerì a un vicino di provare l'argilla assorbente, un prodotto abbastanza comune che veniva utilizzato per ripulire gli ambienti industriali.

L'argilla granulata aveva il vantaggio di migliorare il controllo degli odori rispetto alla cenere o alla sabbia, perché assorbiva l'urina e riusciva a contenere l'odore di ammoniaca finché per molto tempo (di solito una settimana). Oggi, la maggior parte dei proprietari toglie ogni giorno i rifiuti solidi dalla lettiera del gatto, cambiando la lettiera ogni tanto.

I granuli dell'argilla tradizionale sono piuttosto spessi e solo di rado rimanevano incastrati tra le zampe dell'animale, quindi c'era molto meno "sporcizia" in casa quando il gatto usciva dalla cesta.

La sabbia argillosa granulata rimase l'unica opzione per circa 40 anni, fino a quando Thomas Nelson iniziò a lavorare con i gatti persiani e sviluppò la sabbia legante. Egli cercò e trovò alcune argille molto assorbenti e che si trasformavano in una "palla"quando il gatto urinava. La palla poteva essere presa facilmente, eliminando allo stesso tempo l'urina.

lettiera legante gatto
Alcuni anni dopo la comparsa della sabbia legante, un articolo metteva in dubbio la sicurezza della sabbia legante se veniva ingerita, specialmente nei gattini appena nati che spesso inghiottono la sabbia quando imparano a usarla. Sebbene non sia mai stato dimostrato, la maggior parte degli allevatori evitò di usarla per i gattini molto piccoli.

Ancora oggi ci sono molte persone che criticano questo tipo di lettiera per la sua tossicità e per il fatto che potrebbe causare problemi respiratori ai gatti. Molte delle sabbie leganti contengono bentonite, un'argilla che è stata considerata inerte anche se ingerita, oppure in silicio. Anche il silicio è inerte ed è il componente principale della sabbia. Il silicio viene utilizzato anche come assorbente in scarpe, borse ... ecc.

I gatti possono ingerire piccole dosi di sabbia durante la loro toelettatura senza problemi. Tuttavia, se un gatto mangia troppa sabbia, possono verificarsi problemi gastrointestinali.

La storia delle sabbie dei gatti non finisce qui. Sugli scaffali dei negozi di animali possiamo trovare anche lettiere fatte con materiali vegetali, come mais, grano, trucioli di pino o di cedro, conchiglie di tutti i tipi... etc...

Nel 1990, il dottor Meter Borchelt, un esperto di comportamento animale, eseguì 10 test per capire la preferenza dei gatti con 14 tipi di sabbia. Ogni gatto aveva 6 cassette tra cui scegliere. Esse si muovevano per evitare che il gatto ne preferisse una per la collocazione. I risultati furono che i gatti usavano soprattutto quelle contenenti sabbia fine, e persino le cassette con trucioli di legno o grano rimanevano inutilizzate.

Borchelt concluse che esiste un fattore di preferenza molto importante sul tipo di materiale, che dipende soprattutto dalla sua consistenza, granulosità e ruvidità. La sabbia legante di dimensioni molto fini veniva preferita alla sabbia grossa. Al contrario, la sabbia da spiaggia, i trucioli di legno e il grano molto fine, così come la sabbia più grossolana, non erano molto ben accettati dagli animali, forse per il peso maggiore delle particelle.

Qual'è la lettiera perfetta per il mio gatto? E' questa una delle domande più comuni tra i proprietari di gatti.

Collegamenti sponsorizzati

Tipi di lettiera per Gatti

Non esiste una lettiera o sabbia perfetta, in quanto dipende dal gusto del gatto e dalle nostre esigenze. Alcune lettiere sono più amate dal gatto ma poco dai suoi proprietari, anche se bisogna sempre pensare al fatto che l'animale può sentirsi disgustato da un certo tipo di sabbia, causando problemi di evacuazione.

Secondo noi, nella scelta di una buona lettiera dovrebbe pesare di più il gusto del gatto che le nostre esisgenze.

Le sabbie disponibili sul mercato sono di due tipi: leganti e non leganti.

Lettiera agglomerante per Gatti

La sabbia legante è quella maggiormente raccomandata per tanti motivi. In primo luogo, la struttura di questo tipo di sabbia è abbastanza simile a quella naturale e ai gatti piace.

Le palline che si formano facilitano la pulizia, consentendo alla lettiera di rimanere completamente priva di urina e di feci per più tempo. Questo è importante soprattutto quando si hanno diversi gatti, perché questi felini hanno un olfatto molto sensibile che gli permettono di sentire odori di cose che noi non percepiamo.

Questo tipo di lettiere possono essere realizzate con diversi materiali: Argilla, Mais, Grano, Pino. A seconda del marchio e del prezzo, ogni lettiera ha la sua capacità agglomerante.

Ci sono molte persone che evitano queste lettiere agglomeranti perchè credono che possono essere dannose per i polmoni del gatto. Pertanto, scelgono sabbie con meno polvere.

tipi sabbia lettiera gatto
Se si usano lettiere che non sono fatte in argilla, tra cui quelle in mais, grano o pino, il gatto potrebbe avere episodi di asma. non c'è da sorprendersi di questo fatto, soprattutto se consideriamo che i cereali sono tra gli alimenti più allergenici per i gatti. Pertanto vi sconsigliamo l'uso di sabbie a base vegetale se avete un gatto allergico.

Il problema della polvere può essere ridotto utilizzando lettiere scoperte, in modo che quando il gatto scava, la polvere sollevata si disperde più rapidamente.
Un altro problema che potrebbe sorgere con le lettiere a base di mais o grano è che alcuni gatti le mangiano, specialmente quelli che seguono un'alimentazione povera di nutrienti (mangimi di bassa qualità).

La lettiera legante ha molti vantaggi, ma bisogna stare attenti se il gatto ne ingerisce troppa, poiché può causare problemi gastrointestinali. Se ci sono problemi di stomaco permanenti, probabilmente uno dei motivi può essere proprio la sabbia.

La sabbia legante è sconsigliata nei gattini molto piccoli, che stanno imparando a usarla.

Lettiera non legante per Gatti

La lettiera non agglomerante può essere fatta anche di argille, anche se non hanno la capacità di formare agglomerati. È il tipo di lettiera più economica che esiste, ma anche la più "sporca" poiché l'urina viene dispersa ed è più difficile da pulire. L'odore fa sì che i gatti rifiutino di andare su questa sabbia già dopo un paio pochi giorni, ed è necessario sostituirla completamente.

Altre lettiere non agglomeranti sono costituite in genere da un tipo di "pellet" a base di carta riciclata o trucioli di legno. Difficilmente rilasciano polvere, ma i gatti si possono trovare a disagio quando li calpestano.

Poi ci sono quelle in cristalli, le lettiere fatti in silicio. Non rilasciano polvere e non sono tossiche. Assorbono l'urina all'interno, colorandosi di giallo.

Ovviamente, dopo diversi giorni di utilizzo, ci sarà sempre un po' di sporco e si inizia a sentire l'odore. Inoltre, i cristalli saturi di urina spesso si spostano verso il basso, favorendo un odore di urina molto sgradevole per i gatti (l'olfatto umano spesso non la percepisce).

Alcune persone mescolano la lettiera legante con una a base di cristalli di silice per ridurre la polvere. Tenete presente che questo ridurrà la capacità del legante della lettiera.

Oltre a questi tipi di lettiera, alcune marche aggiungono deodoranti o aromi nella sabbia per gatti in modo che il proprietario percepisca sempre una sensazione di pulito. Ma non hanno tenuto conto del naso sensibile del gatto, che di solito trova questi aromi molto forti e sgradevoli... quindi spesso i proprietari dovranno ricomprare una lettiera che non fa odore. Se la lettiera è pulita, non è necessario aggiungere alcun profumo aggiuntivo.

Se dopo aver letto questo articolo avete deciso di cambiare il tipo di lettiera al vostro gatto, ricordate anche che il cambiamento, come nel caso del cibo, deve essere graduale. Per alcuni giorni, aggiungete gradualmente il nuovo tipo di sabbia mescolata a quella vecchia, in modo che il gatto non percepisca forti cambiamenti.

Ricordate anche che, se si mescolano più tipi di sabbia, le proprietà della nuova lettiera saranno modificate fino a quando non avrete riempito la cassetta di un singolo tipo di sabbia.

Cassetta, toilette e vaschette per Gatti

Oltre al tipo di lettiera, il gatto avrà di bisogno anche di una buona cassetta.

La cosa più importante della cassetta è la dimensione. Ricordate, le grandi toilette invitano i gatti ad entrarci e a fare i loro bisogni.

Un altro aspetto molto importante è la sua posizione. Scegliete un posto tranquillo, lontano da rumori, da spifferi d'aria, dal cibo e dalle ciotole d'acqua dell'animale.

Per capire se la cassetta deve essere aperta o chiusa, di solito si inizia tenendola aperta, in modo che il gatto non abbia la sensazione di rimanere intrappolato. Inoltre, la polvere rilasciata dalla lettiera, così come l'odore, si disperderà meglio nell'ambiente. Alcune vaschette aperte sono piuttosto profonde e alte, per evitare che il gatto riempia la casa di sabbia durante le operazioni di scavo.

Per i proprietari una toilette chiusa è più piacevole, perché "nasconde" l'odore e l'aspetto di ciò che c'è dentro e inoltre evitano che la sabbia venga lanciata fuori. Anche per alcuni gatti timidi, la cassetta chiusa è la migliore opzione.

Anche il colore della toilette del gatto è importante. Una di colore chiaro è in genere preferibile a quelle più scure, per il semplice fatto che se è macchiata all'interno (a volte i gatti non mirano bene sulla lettiera ), possiamo notarlo meglio e quindi pulirla a fondo. Allo stesso modo, un tappetino per esterni può aiutare a mantenere la casa libera da sabbia se dovesse rimanere attaccata sulle zampe del gatto.

toilette per gatti

Come si usano la cassetta e la lettiera del Gatto?

La toilette o cassetta dovrebbe non deve essere riempita eccessivamente di sabbia, e sempre come piace al gatto. Di solito si consiglia un minimo di 6 cm di sabbia, riempita man mano che il gatto la usa. Quando la sabbia comincia a sporcarsi (dipende dal gatto o dal numero di gatti che la usano) dovrebbe essere cambiata completamente, pulendo la cassetta con acqua e sapone o un disinfettante delicato (se si usa candeggina, sciacquare bene).

La pulizia giornaliera della cassetta è essenziale. Bisogna tenerla sempre pulita, meglio se ce ne sono due. La paletta con cui vengono raccolti i rifiuti deve adattarsi al tipo di sabbia, e permette alla sabbia pulita di ricadere attraverso i piccoli fori, ma senza far fuoriuscire gli le piccole palline della sabbia legante.

Meglio una pala più grande per rendere le cose più facili. La paletta deve essere sempre pulita, altrimenti trasporta batteri. Lo stesso se usiamo un tappetino per esterni.

Di solito una vaschetta per gatti è considerata "sporca" quando ci sono due o tre evacuazioni di feci. Se gli escrementi si attaccano al fondo della cassetta, probabilmente avete messo poca sabbia, quindi dovete aumentarne la quantità.

Circa l'80% dei gatti di solito non hanno problemi con la lettiera se si seguono i passaggi sopra descritti. È importante non modificare bruscamente il tipo di lettiera, il luogo o la cassetta, per evitare comportamenti indesiderati.

Se volete cambiare cassetta o toilette del gatto, lasciate quella vecchia vicino alla nuova per alcuni giorni. Se cambiate il posto, fatelo poco alla volta.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

   2  Persone hanno inserito un Commento

CatBaby8821/01/2018 | Rispondi

Un articolo veramente incredibile, complimenti! Prima di leggere stavo pensando di mettere una cassetta coperta per il mio gatto scava tanto quando va in bagno, tanto da avere la casa piena di sabbia e pietre. Dopo averlo letto, ho mi sono ricreduta, perché il mio precedente gattino soffriva di asma!

Cassandra5021/01/2018 | Rispondi

Ciao, non tutti hanno l'asma. Puoi provare a vedere se al tuo gatto piace, o comprane una scoperta ma con i lati più alti.

Articoli da non perdere