Venerdi' 15 Dicembre 2017

Omeopatia per il cancro nel Cane

  • Pubblicato il:  09/07/2016

Gonfiori, odori sgradevoli, secrezioni anomale (oculari e nasali), lenta guarigione di ferite, letargia e manifestazioni di dolore sono spesso i sintomi che si manifestano nei cani affetti da cancro, una malattia che colpisce purtroppo sempre più animali.

Collegamenti sponsorizzati

Il cancro è una malattia che deteriora la qualità della vita del nostro animale, e colpisce indirettamente anche la famiglia umana che si trova a gestire una patologia complessa e spesso con prognosi infausta.

Molti proprietari stanno sempre più cercando rimedi naturali e alternative alla medicina classica (chemioterapia, radioterapia etc) che possa aiutare il proprio cane a superare questa malattia.

Conoscere il cancro nei Cani

Per entrare in questo problema assai complesso, dobbiamo prima distinguere il cancro dal tumore.
Il tumore è semplicemente una crescita abnorme di tessuto che può essere maligno o benigno. In molti casi, i tumori sono benigni e provocano solo la compressione di alcune strutture anatomiche causata dalle loro dimensioni.

Se il tumore è maligno, allora siamo di fronte ad un cancro, caratterizzato dalla presenza di cellule tumorali, che sono quelle in grado di svilupparsi in modo incontrollato e di aggirare il processo di morte cellulare per continuare la propria riproduzione all'infinito, alterando l'intera fisiologia del corpo.

Un cane affetto da cancro non è detto che debba morire, ma purtroppo è un rischio. Tutto dipenderà dal tipo di tumore, dalla presenza o assenza di metastasi e dalla capacità di rimuovere il tumore attraverso la chirurgia.

Infine dobbiamo chiarire che non vi è una singola causa di cancro nei cani, ma è un insieme di fattori che contribuiscono a creare queste mutazioni genetiche: l'ereditarietà, la dieta, lo stress o l'inquinamento ambientale.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

L'omeopatia per i cani con il cancro

Oggi ci sono parecchie terapie alternative per trattare un cane con il cancro, e l'omeopatia si distingue tra esse per la sua sicurezza e perchè è in grado di dare ottimi risultati se applicato correttamente sull'animale.

Il trattamento omeopatico per i cani affetti da tumore maligno può avere i seguenti obiettivi, a seconda di ogni caso specifico:

- Stimolare un processo curativo attraverso la stimolazione del sistema immunitario

- Ridurre gli effetti collaterali della chemioterapia

- Ridurre i rischi derivanti da un intervento chirurgico

- Facilitare il recupero e la guarigione dopo l'intervento chirurgico

- Fermare la crescita delle cellule tumorali e per ridurre la massa tumorale

- Ridurre lo stress e l'ansia nei cani, favorendo un comportamento calmo ed equilibrato.

- Ridurre il dolore.

- Offrire al cane un trattamento palliativo senza effetti collaterali, per aiutarlo a mantenerlo calmo e senza dolore, se il tumore non può essere eliminato in altro modo.

Quali rimedi omeopatici sono usati per trattare il cancro nei Cani?

Il trattamento omeopatico per il cancro può essere prescritto solo da un veterinario omeopata, e solo lui può decidere cosa o quale farmaco è più adatto per il trattamento del cancro nel vostro cane.

Il rimedio è scelto in base alle caratteristiche individuali di ogni cane, le caratteristiche specifiche del tipo di cancro e le condizioni generali dell'organismo.

Pertanto, ci sono molti rimedi che possono essere utilizzati, ma l'omeopatia ha lo scopo di trattare il paziente e non la malattia.

Tuttavia, un rimedio che potrebbe essere sempre considerato curativo contro il cancro, si tratta del "Carcinosinum" un preparato omeopatico a base di tessuto canceroso, che stimola la forza vitale dell'animale al fine di trattarne la malattia.

Trattamento omeopatico contro quello convenzionale

Il veterinario omeopata può decidere se è necessario aggiungere qualche tipo di terapia farmacologica tradizionale o se è necessario eseguire un intervento chirurgico.

In questo caso, l'omeopatia potrebbe essere utile per alleviare gli effetti collaterali che vengono provocati dai trattamenti terapeutici convenzionali.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere