Martedi' 26 Settembre 2017

Parassiti esterni del coniglio

  • Pubblicato il:  09/02/2017

Anche i conigli possono essere vittime di alcune specie di parassiti, e il trattamento non deve essere fatto solo al coniglio vittima dell'infestazione, ma anche a tutti gli altri animali e all'ambiente.

Collegamenti sponsorizzati

Si consiglia di non acquistare prodotti antiparassitari con leggerezza, alcuni prodotti per cani e gatti sono estremamente tossici per i conigli, e potrebbero causarne la morte.

Se in casa avete più conigli è meglio separarli nelle ore successive all'applicazione, al fine di garantire che il prodotto non venga ingerito durante la reciproca toelettatura e causare problemi gastrointestinali.

Se avete un cane o un gatto a cui è stato applicato un prodotto anti-parassitario, tenetelo lontano dal vostro coniglio.

Non utilizzare spray o shampoo anti-parassitar in quanto sono tossici.

Se è stato utilizzato uno prodotto non idoneo, portate il vostro coniglio dal veterinario in caso di perdita di appetito, letargia, difficoltà di respiro, perdita di pelo, convulsioni e l'abbassamento o l'innalzamento improvviso della temperatura; sono tutti segni di avvelenamento.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Pulci nel coniglio

I conigli possono ospitare le comuni pulci e in particolare una determinata specie: spilopsyllus cunicoli.

Questo tipo di parassita può trasmettere la mixomatosi.

Se il coniglio è stato attaccato da una infestazione da pulci bisogna chiamare il veterinario e farsi consigliare un antiparassitario per uso topico adatto per il vostro coniglio.

Evitate di trattare gli animali in gravidanza.

Cheyletiella parasitovax

E' un acaro abbastanza comune che prolifera soprattutto in primavera.

Si diffonde sulla parte posteriore del coniglio e tra i peli.

In un primo momento il coniglio sembra che abbia la forfora, ma progressivamente possono iniziare a comparire desquamazione e perdita di pelo.

Questi parassiti possono anche scavare micro tunnel sotto la pelle e trasmettere la mixomatosi.

Il trattamento viene effettuato mediante la somministrazione di ivermectina o amitraz per 6 settimane.
Per confermare la presenza di questo parassita il veterinario eseguirà un esame al microscopio.

Pidocchi

I pidocchi del coniglio si diffondono soprattutto nelle aziende agricole.

Come con altri parassiti devono essere trattati con un anti-parassitario adatto.

Acari dell'orecchio

Gli acari dell'orecchio sono molto comuni nei primi anni del coniglio, e si manifestano con lo scuotimento della testa e con graffi alle orecchie.

Se non si interviene subito, questi acari possono svilupparsi e causare un'infezione all'orecchio, un torcicollo e anche una sindrome vestibolare.

Tuttavia, queste complicazioni sono rare e, se ben trattate, guariscono abbastanza rapidamente.

La diagnosi è semplice da eseguire, perché è un parassita abbastanza visibile con la caratteristica di produrre materiale giallastro.

Zecche

Un gran numero di specie di zecche che possono attaccare il coniglio appartengono alla famiglia Ixodes, Haemaphysalis, hipicephalus, Dermacentor.

Le zecche sono più facili da vedere.
Causano macchie scure che possono irritare e provocare prurito, seguite dalla formazione di un nodulo eritematoso a volte ulceroso.

Possono provocare anemia, ed inoltre possono trasformarsi in vettori di malattie come la tularemia.

Le zecche devono essere rimosse.

Se sono poche, le zecche possono essere rimosse con una pinza.
In caso di forti infestazioni, il coniglio può essere indebolito ed è necessaria una consultazione veterinaria.

Zanzare e Mosche

Le zanzare, le mosche e altri insetti possono pungere i conigli e, a volte, trasmettere malattie come la mixomatosi o causare lesioni papulose.

Acari della pelle

Spesso, il prurito del coniglio è causato da acari Sarcoptes e raramente da Notoedres cati che scavano o si nidificano nella pelle.

Spesso possono raggiunge il naso, la bocca, la testa.

Il coniglio si gratta per l'intenso prurito e potrebbero osservarsi lesioni alla pelle, soprattutto sulle gambe.

Il parassita può richiedere tre settimane per crescere e attivarsi, e quando scoperta bisognerà isolare il coniglio e iniziare il trattamento.

La consultazione veterinaria è necessaria per la diagnosi e la terapia appropriate.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere