Martedi' 12 Dicembre 2017

Malattie del Coniglio nano

  • Pubblicato il:  12/01/2017

Se avete un coniglio nano o state pensando di adottarne uno, dovreste sapere alcune cose per garantirgli una vita serena e sana.

Dovete sapere che un coniglio nano ben tenuto e in buona salute può vivere dai 6 agli 8 anni, pertanto se volete godere per tanti anni della compagnia del vostro amico dalle orecchie lunghe continuate a leggere questo articolo.

Collegamenti sponsorizzati

Vi spiegheremo e vi faremo conoscere i problemi e le malattie più comuni del coniglio nano, in modo da intervenire in tempo in caso di problemi.

I conigli, come qualsiasi essere vivente, possono soffrire di malattie di origine diversa.
Abbiamo cercato quindi di classificare e descrivere le malattie più comuni in base alla loro origine batterica, fungina, virale, parassitaria, ereditaria o di alto genere.

La maggior parte delle malattie dei conigli sono specifiche della specie, cioè non si trasmettono tra le diverse specie animali.

Quindi, se abbiamo un altro animale che vive a contatto con il nostro piccolo amico, in genere non bisogna preoccuparsi.

Per evitare la maggior parte delle malattie e dei problemi comuni del coniglio nano, seguite il corretto programma di vaccinazione che vi indicherà il vostro veterinario, mantenete una buona igiene, una corretta e sana alimentazione e un buon esercizio fisico.

coniglio nano
Seguendo queste linee guida si possono facilmente evitare problemi di salute del coniglio nano e riuscirete a capire in tempo eventuali problemi in modo da trattarli tempestivamente.

Malattie di orgine virale


  • Rabbia
    La rabbia è una malattia virale diffusa in tutto il modo, anche se in molte parti è già stata debellata grazie alla vaccinazione.

    Ad essere colpiti da questa malattia sono molti animali tra cui il coniglio.

    Evitate possibili contatti con altri animali che mostrano segni della malattia.
    In ogni caso, sappiate che non vi è alcuna cura.

  • RHD
    Questa malattia è causata dal calicivirus e si trasmette molto rapidamente.

    Si diffonde sia per via diretta che per via indiretta.
    In genere il contagio avviene attraverso lo scolo nasale, congiuntivale e orale.

    I sintomi più comuni sono di carattere nervoso e respiratorio, con uno stato di anoressia e apatia.
    Poiché questa malattia si manifesta in modo molto aggressivo causando convulsioni e sangue dal naso, gli animali colpiti di solito muoiono entro un paio d'ore dopo l'insorgenza dei sintomi.

    Pertanto, per evitare che il coniglio si ammali fatevi consigliare dal veterinario un programma di vaccinazione adeguato.
    In genere viene somministrato ai conigli un vaccino bivalente annuale, che copre questa malattia e la mixomatosi.

  • Mixomatosi
    I primi sintomi compaiono dopo 5 / 6 giorni dall'infezione.

    In genere il coniglio manifesta mancanza di appetito, infiammazione delle palpebre, gonfiore delle labbra, orecchie, seni e genitali, e si possono notare anche gonfiore del naso, con naso che cola e intorno pustole.

    Non vi è alcun trattamento per questa malattia, quindi è meglio far vaccinare il coniglio in primavera, in quanto l'estate è il periodo dell'anno più a rischio.

    I vettori del virus che causano questa malattia sono gli insetti succhiatori, vale a dire quelli si nutrono di sangue come zanzare, mosche, zecche, pulci, pidocchi, tafani, ecc

    Inoltre, la mixomatosi può anche diffondersi attraverso il contatto con altri individui malati.
    Gli animali malati muoiono tra la seconda e la quarta settimana dopo l'infezione.
coniglio nano

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Malattie batteriche e fungine


  • Pasteurellosi
    E' una malattia batterica e può essere contratta da due differenti tipi di batteri, Pasteurella e Bordetella.

    I fattori più comuni che favoriscono questa infezione batterica sono la polvere del cibo secco che diamo ai nostro conigli, l'atmosfera e il clima del luogo in cui vivono.

    I sintomi più comuni sono starnuti e muco nasale.
    Può essere trattata con antibiotici specifici.

  • Polmonite
    In questo caso i sintomi sono respiratori, starnuti, naso che cola, dispnea, tosse, ecc

    Pertanto, è simile alla Pasteurellosi ma è un'infezione batterica molto più seria e complicata, che raggiunge i polmoni del coniglio.

    Il trattamento si basa sulla somministrazione di antibiotici specifici.

  • Tularemia
    Questa malattia batterica è molto grave, perché non dà sintomi, solo che il coniglio interessato smette di mangiare.

    Può essere diagnosticata solo tramite alcuni test di laboratorio, quindi non possiamo riconoscerla in base a sintomi che possono essere eseguiti in casa.

    Ovviamente, se il coniglio non mangia alcun cibo coniglio può morire dopo 2 / 4 giorni.
    Questa malattia è legata alle pulci e agli acari.

  • Ascessi
    Gli ascessi più comuni nei conigli sono rappresentati da grumi sottopelle pieni di pus, e sono causati da batteri.

    Bisogna portare il coniglio dal veterinario ed iniziare il trattamento il prima possibile, in modo da eliminare gradualmente l'infezione batterica e l'ascesso.

  • Congiuntivite e infezioni oculari
    Queste due malattie sono causate da batteri che attaccano occhi e palpebre di conigli.

    Gli occhi diventano gonfi e si verificano abbondanti secrezioni oculari.

    Nei casi più gravi queste secrezioni impediscono all'animale di aprire gli occhi e possono anche riempirsi di pus.

    Congiuntivite può anche non essere di origine batterica, ma causata da vari allergeni come la polvere domestica, il fumo di tabacco o la polvere.

    Il trattamento prevede la somministrazione di gocce prescritte dal veterinario di fiducia.

  • Tigna
    Viene causata da un fungo che colpisce la pelle dei conigli.

    Si trasmette attraverso le spore ed è difficile controllarne il contagio.
    La malattia appare con la mancanza di pelo con chiazze di forma arrotondata e con la formazione di croste sulla pelle.

  • Malattie dell'orecchio medio e orecchio interno
    Queste complicazioni sono causate da batteri e influenzano molto l'organo di equilibrio del coniglio che è l'orecchio, quindi i sintomi più evidenti sono la perdita di equilibrio e la rotazione della testa da un lato.

    Questi sintomi di solito compaiono quando la malattia è già in fase avanzata, quindi, di solito, ci si rende conto del problema in ritardo e non esiste purtroppo nessun trattamento efficace.

  • Coccidiosi
    Questa malattia è causata da coccidi, ed ha un alto tasso di mortalità nei conigli.

    I coccidi sono microrganismi che attaccano lo stomaco e il colon del coniglio.

    Questi microrganismi sono presenti nel sistema digestivo del coniglio, ma quando il coniglio presenta alti momenti di stress o ha le difese immunitarie indebolite, si moltiplicano in maniera incontrollata e possono causare seri problemi a questi animali.

    I sintomi più comuni sono la perdita di pelo, disturbi digestivi come gas in eccesso e diarrea continua.

    Alla fine il coniglio smetterà di mangiare e di bere e purtroppo potrebbe morire.

Malattie parassitarie esterne


  • Scabbia
    La scabbia è causata da acari che formano piccoli solchi nei vari strati della pelle, raggiungendo anche i muscoli.

    Qui si riproducono e depongono le uova che si schiudono formando altri acari che producono sempre più prurito, piaghe e croste.

    La scabbia è molto contagiosa tra i conigli e si trasmette per contatto con animali infetti.
    Viene trattata con ivermectina.

  • Pulci e pidocchi
    Se il coniglio trascorre parte della giornata fuori in giardino o è in contatto con cani o gatti che vanno spesso in strada, è probabile che possa essere infestato da pulci e pidocchi.

    Come trattamento si possono utilizzare alcuni antiparassitari specifici per conigli.

    A volte, questi parassiti, che sono sanguisughe e quindi si nutrono del sangue del nostro povero coniglio, sono potenzialmente in grado di trasmettere molte malattie come la mixomatosi e la tularemia.

Malattie parassitarie interne


  • Diarrea
    La diarrea è molto comune nei conigli di tutte le età, ma soprattutto nei cuccioli.

    Questi piccoli mammiferi hanno il sistema digestivo molto delicato e sensibile.

    Tra le cause più comuni vi sono l'alimentazione non corretta e il non lavare correttamente i cibi freschi.

    Bisogna fare in modo di lavare abbondantemente con acqua qualsiasi cibo fresco prima di darlo al coniglio e se volete cambiare la sua dieta, bisogna che venga fatto in modo graduale, iniziando magari a mescolare la il nuovo cibo con quello attuale.

  • Coliformi
    Questa è un'infezione secondaria causata da parassiti.

    Quando il nostro coniglio per esempio contrae la coccidiosi, la malattia provoca facilmente altre infezioni secondarie.

    Le infezioni coliformi nei conigli sono causati da Escherichia coli e il sintomo principale è la diarrea continua, che se non trattata in tempo con enrofloxacina può causare la morte dell'animale.
coniglietto nano

Malattie ereditarie


  • Crescita eccessiva dei denti e malformazione della mascella
    E' un problema ereditario che si verifica dalla crescita eccessiva dei denti, sia degli incisivi superiori che inferiori.

    Questo fa sì che il coniglio non riesce a mangiare bene e nei casi più gravi può anche morire di fame se non si cura tempestivamente facendo tagliare o limare i denti.

Altre problemi di salute del coniglio nano


  • Stress
    Lo stress nel coniglio può essere causato da vari problemi ambientali.

    Per esempio può soffrire di solitudine o di mancanza di affetto.
    Inoltre, diventano stressati quando non hanno abbastanza spazio in cui vivere, o per una dieta povera e per un inadeguato esercizio giornaliero.

  • Raffreddore
    I conigli possono prendere il raffreddore se sono esposti a correnti d'aria e in caso di umidità in eccesso.

    In genere si verifica quando il coniglio è stressato o ha le difese immunitarie basse.
    I sintomi comprendono starnuti, naso che cola, occhi gonfi e acquosi.

  • Ingestione di boli di pelo
    La perdita dei peli di solito si verifica nei conigli stressati o se la loro alimentazione è povera di alcuni nutrienti e vitamine necessarie.

    Questi peli, spesso, vengono ingeriti dal coniglio quando si lecca per lavarsi, pertanto, è importante capire il motivo e risolvere il problema.

    Se il coniglio ingerisce troppo pelo, potrebbe sviluppare un blocco intestinale, che in molti casi può essere fatale

  • Urina rossastra
    Si tratta di un deficit alimentare.
    Bisogna, quindi, rivedere e riequilibrare la dieta del coniglio, perchè è molto probabile che si stanno dando troppe verdure verdi o troppe vitamina.

    Non bisogna confondere questo tipo di urina con la presenza di sangue nelle urine, in quanto questo costituisce un problema ben più grave che richiede un'azione immediata da parte del veterinario.

  • Cancro
    Il cancro dei conigli si sviluppa più spesso nei genitali, sia maschio o femmina.

    Ad esempio, se il coniglio non è stato sterilizzato, ha una probabilità dell'85% di sviluppare un tumore uterino e ovarico all'età di 3 anni.

    A partire dai 5 anni il rischio aumenta al 96%.

    I conigli sterilizzati, oltre a vivere in condizioni più salutari, possono rimanere con noi tra i 7 e i 10 anni senza problemi.

  • Obesità
    Nei conigli nani è sempre più comune l'obesità o il sovrappeso, a causa del tipo e della quantità di cibo che ricevono e per il poco esercizio fisico quotidiano.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere