Giovedi' 14 Dicembre 2017

Processionaria e Cani: sintomi e trattamento

  • Pubblicato il:  03/01/2017

La processionaria è un bruco molto pericoloso per il cane, e lui che è un animale curioso può entrare a contatto inconsapevolmente con questi animaletti apparentemente innocui.

È importante stare attenti durante le vostre passeggiate per evitare gravi conseguenze per l'animale.

Collegamenti sponsorizzati

Il suo nome latino è Thaumetopoea pityocampa e dobbiamo stare attenti soprattutto in primavera, quando le larve abbandonano le loro sacche e marciano insieme verso un nuovo nascondiglio.

La processionaria non è velenosa per i cani, ma può provocare intenso bruciore e problemi allergici anche gravi.

Cos'è il bruco processionaria

Il bruco della processionaria viene catalogato spesso come un parassita.

Sicuramente avrete probabilmente visto in più di un'occasione le borse a forma di nidi che si formano tra i pini e vicino ad esse lunghe file di bruchi sul terreno, soprattutto nel mese di aprile e marzo.

Tutto inizia quando gli esemplari adulti, le farfalle, si accoppiano durante l'estate e depongono le loro uova sulle cime dei pini.

Dopo 30 giorni iniziano a formarsi i bruchi che passano attraverso cinque stadi larvali prima di lasciare definitivamente il bozzo.

I bruchi interagiscono tra loro e creano veri e propri legami sociali durante questo periodo.

bruco processionaria pericoloso per il cane
Infine, e in primavera, scendono dagli alberi formando una processione guidata da una femmina che diventerà crisalide.

E' durante la processione che l'animale diventa una vera e propria minaccia per i nostri cani.

I bruchi hanno peli dalle proprietà urticanti che coprono tutto il corpo e che servono per sopravvivere.

Se si sentono minacciati rilasciano questi peli che possono raggiungere l'animale anche con l'aria.

Il contatto diretto ha conseguenze ben più gravi e può essere fatale per il nostro cane.

L'effetto irritante è molto potente e deve essere trattato immediatamente.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Sintomi da contatto tra cane e processionaria

Dobbiamo stare attenti durante le passeggiate primaverili con il nostro cane, in particolare quando si va nei boschi o in zone alberate.

Alcuni dei segni che può manifestare il cane quando entra a contatto con la processionaria sono: ipersalivazione, reazione allergica, gonfiore della lingua, lingua arrossata, ulcere alla bocca.

Questi sono alcuni dei sintomi che i cani possono avvertire al contatto con il bruco processionara.

Alcuni sono più gravi di altri, ma il fatto è che il contatto diretto può essere veramente grave e fatale per un cane, qualunque sia la sua dimensione.

sintomi contatto processionaria e cane

Trattamento dei sintomi causati dal bruco processionaria nel Cane

Se il nostro cane entra a contatto con un bruco può subire conseguenze molto gravi.

Oltre alle reazioni violente della pelle, il veleno del bruco può arrivare a provocare la necrosi sia sulla lingua che in altre parti del corpo.

Inoltre, se il nostro cane mangia il bruco può andare incontro a problemi molto seri che possono portare alla morte.

Il trattamento dipenderà direttamente dalla reazione che ha scatenato il bruco nel cane, una diagnosi che deve eseguire solo un veterinario.

Se avete il sospetto che il cane sia venuto a contatto con la processionaria portatelo subito da un medico veterinario più vicino per evitare gravi conseguenze.

Prevenzione della processionaria

Per assicurarsi che la processionaria non entri a contatto con i vostri cani, controllate regolarmente il vostro giardino e i luoghi abituali del cane.

Soprattutto alla la fine dell'inverno e all'inizio della primavera osserviamo i pini pieni di bozze, e sul terreno si possono rilevare bruchi o nidi.

Se notate la presenza di bruchi nel vostro giardino, parco o città bisogna evitare di avvicinarsi e contattare un fitosanitario o i vigili urbani del posto per far risolvere il problema.

Alcuni trucchi che vengono utilizzati per eliminare la processionaria:

- trappole a feromoni
- tagliare e bruciare le bozze
- attirare gli uccelli insettivori
- mettere barriere alla base dell'albero

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere