Venerdi' 4 Dicembre 2020

Segni premonitori della Leucemia Felina

È possibile individuare i segni premonitori del virus della leucemia felina (FeLV) nel gatto, e se la malattia viene diagnosticata in tempo, si possono prendere misure per allungare la vita del gatto.

Circa 1 gatto su 3 che viene a contatto con il virus sviluppa un'infezione cronica, che col tempo è quasi sempre fatale.


L'infezione da FeLV causa vari disturbi, indebolendo le difese immunitarie del gatto e rendendolo vulnerabile ad altre infezioni. Gli effetti del virus sul sistema immunitario sono simili a quelli delle persone con HIV (AIDS), ma la FeLV colpisce solo i gatti e non può essere trasmessa all'uomo.

Che cosa è leucemia felina?

Il virus della leucemia felina è una malattia che attacca i gatti. Il virus può restare silente nel sistema immunitario per mesi e anni prima che cominci a manifestarsi e a causare problemi.

In realtà, non tutti i gatti che contraggono il virus della leucemia felina avranno problemi. Alcuni gatti sono solo vettori, mentre altri si ammalano con la FeLV, che è molto contagiosa.

La malattia attacca il corpo del gatto in una delle tre aree:
  • Polmoni
  • Addome
  • Altri organi
La FeLV è la seconda causa di morte nei gatti, ed è responsabile di almeno il 30% dei tumori maligni nei felini.

Come si trasmette la FeLV nel Gatto

I gattini e i gatti anziani sono più soggetti a contrarre il virus. Il virus si diffonde attraverso la saliva del gatto infetto, attraverso la condivisione di cibo, acqua o altro.

Altri modi di diffusione includono:
  • Morso di pulci
  • Punture di zanzare
  • Condivisione di una lettiera con un gatto infetto
  • Morsi e graffi tra gatti, anche durante il gioco

Altre vie d'infezione possibili ma meno comuni sono la trasmissione venerea, durante la gestazione o durante l'ingestione di latte materno da parte dei gattini.

Il gatto può guarire dalla FeLV?

Si, alcuni gatti con un sistema immunitario forte possono eliminare il virus durante la fase iniziale dell'infezione.

Proprio per questo, è importante capire che la leucemia felina può essere classificata in tre categorie distinte, in funzione della gravità e alla reazione del gatto al virus:

  • Regressiva: conosciuto anche come "viremia transitoria", la malattia classificata in questa categoria si verifica in circa il 30% dei gatti esposti al virus. In questi casi, i gatti risultano positivi al test come se fossero malati, ma l'organismo riesce a sradicare la malattia in breve tempo, e possono condurre una vita normale.

  • Progressiva: chiamata anche "viremia persistente", in questi casi la malattia presenta numerosi sintomi per l'animale, dal momento che il sistema immunitario del gatto infetto non ha la capacità di risolvere il problema in modo autonomo.

  • Latente: negli episodi di latenza delle leucemie feline, il virus FELV si nasconde nel midollo osseo dell'animale, causando diversi tipi di problemi e anemia.

È importante ricordare che, come nel caso di diverse altre malattie, la leucemia felina o FELV potrebbe non avere sintomi nell'animale infetto anche per anni, e quindi la possibilità di una diffusione del virus aumenta considerevolmente.

I segni premonitori della leucemia felina

I segnali di allarme variano da gatto in gatto a secondo dello stato della sua salute e dove il virus sta attaccando.
L'animale può avere mostrare febbre e gonfiore dei linfonodi, nonché alcuni dei seguenti sintomi.

  • Sintomi polmonari. I segni premonitori della leucemia felina sono facili da individuare, soprattutto quando il virus è attacca i polmoni. Il gatto mostrerà tosse e altri problemi respiratori, come catarro e dispnea.

  • Sintomi addominali. Quando il virus attecchisce nell'addome, il gatto può sviluppare gonfiore e altri segni di problemi addominali. Spesso, è comune la perdita di peso, così come la perdita di appetito, vomito e / o diarrea.

    Le alterazioni dell'appetito in un gatto devono essere sempre un motivo di allarme, e nel caso della FeLV questi cambiamenti nelle abitudini alimentari sono spesso il primo sintomo del virus.

  • Sintomi multi-organo. Quando è interessato l'intero corpo del gatto, il virus può manifestarsi in vari modi. Tipicamente iniziano a svilupparsi alcuni tumori maligni in varie parti del corpo. Il sistema immunitario si indebolisce e l'animale può andare incontro a varie malattie.

    Il gatto può mostrare segni di svogliatezza, sonnolenza o cambiamenti di personalità. Inoltre, è possibile notare sbiancamento delle gengive che sono indice di anemia.


Come faccio a sapere se il mio gatto è infetto?

Bisogna sempre sospettare una FeLV quando il gatto contrae spesso malattie. Esiste un semplice esame del sangue che mostra se il gatto è stato o meno a contatto con il virus.

È necessario eseguire 2 test con intervallo di alcune settimane per poter avere una diagnosi affidabile.

Il vaccino per la FeLV è sicuro?

Il vaccino per la FeLV felina è sicuro, ma in rari casi può verificarsi una reazione nel sito dell'iniezione. Se avete solo un gatto a casa che non esce mai all'aperta, probabilmente la vaccinazione non è necessaria.

Se ci sono altri gatti in casa o sta per arrivarne uno nuovo, è meglio fare un test per la FeLV o vaccinare quelli che non hanno avuto contatto con il virus, prima che arrivi il nuovo animale.

Conosci il tuo gatto

E' importante conoscere bene il proprio gatto, in modo che, se notate cambiamenti di appetito o cambiamenti sociali, potrete optare per una visita veterinaria. A volte i sintomi della leucemia felina si accendono all'improvviso, altre volte sono progressivi.

Portate il gatto dal veterinario non appena sospettate qualche problema. La FeLV viene diagnosticata con un semplice esame del sangue, ed è l'unico modo per sapere con certezza se il vostro gatto è ha contratto il virus.

Anche se la FeLV è mortale, un cambiamento dell'alimentazione e l'assunzione di farmaci prescritti dal veterinario possono contribuire a prolungare la vita del gatto.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Ultimi Articoli

-->