Venerdi' 20 Ottobre 2017

Dermatite atopica (atopia) nel Gatto

  • Pubblicato il:  10/02/2017

La dermatite allergica o dermatite atopica del gatto, è una condizione dove vi è l'infiammazione della pelle del gatto causata da una reazione allergica.

La dermatite allergica può colpire qualsiasi gatto e in qualsiasi fascia di età.

Collegamenti sponsorizzati

Quali sono le cause?

La dermatite allergica (o dermatite atopica) nei gatti è una predisposizione ereditaria.

A differenza dei gatti normali che di solito tollerano le varie sostanze presenti nell'ambiente, il sistema immunitario di questi gatti reagisce ad essi con una dermatite allergica per difendersi.

Il corpo del gatto inizia a produrre anticorpi contro la polvere di casa, pollini, allergeni presenti nella saliva delle pulci o a qualche alimento.

Successivamente, il sistema immunitario innesca una forte reazione, causando l'allergia.

La dermatite allergica può verificarsi per contatto tra l'allergene e la pelle del gatto, per inalazione di sostanze allergeniche o se il gatto ingerisce queste sostanze.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Come si manifesta?

La dermatite atopica del gatto si manifesta inizialmente con un intenso prurito generale.

Spesso i gatti iniziano a leccarsi eccessivamente, soprattutto nelle zone della pancia, cosce e sui piedi.

Questo incessante leccare la pelle, causa dopo un pò di tempo vere e proprie lesioni che possono anche infettarsi.

In genere la pelle diventa rossa, squamosa e talvolta trasuda liquidi.

Come viene diagnosticata la dermatite atopica nel gatto?

Poichè in un primo momento che la dermatite allergica non provoca sintomi specifici nei gatti, la diagnosi del veterinario può essere difficile.

Il veterinario esaminerà il pelo del gatto accuratamente per escludere la presenza di parassiti, come le pulci.

Di solito prende un campione di sangue e lo analizza in laboratorio per verificare la presenza di anticorpi contro alcuni allergeni comuni.

Tuttavia, poiché esistono moltissime sostanze allergeniche, la ricerca è spesso difficile e poco attendibile..

Ulteriori prove dell'infiammazione allergica della pelle vengono fornite attraverso una biopsia eseguita su una zona colpita o tramite raschiamento.

Grazie a questi test è possibile anche diagnosticare se vi è una infezione causata da batteri o funghi.

Trattamento della dermatite atopica nel gatto

Spesso, la pelle del gatto soggetta a dermatite allergica viene infettata da batteri o funghi.

Per uccidere questi agenti patogeni, vengono somministrati antibiotici prescritti veterinario, come cefalexina o amoxicillina in combinazione con acido clavulanico, e facoltativamente un agente anti-fungino (antimicotico) come il ketoconazolo.

dermatite allergica gatto
In combinazione a questa terapia possono anche essere somministrati farmaci per alleviare il disagio e l'infiammazione, come il cortisone (sia per uso topico che in pillole).

Per evitare che il gatto continui a leccarsi la pelle, potrebbe essere utile fargli indossare un collare elisabettiano, almeno fino a quando la dermatite allergica è guarita.

Se si riesce a individuare la sostanza che causa l'allergia, il gatto dovrebbe tenersi il più possibile lontano da essa.

Se si tratta di un'allergia alimentare, il gatto avrà bisogno di un cambiamento nella dieta.

Scoperto l'allergene, inoltre, si potrebbe iniziare la cosiddetta "terapia di desensibilizzazione", utile a lungo termine.

La prognosi

Se la causa della dermatite allergica è stata individuata, ed è possibile evitarne il contatto con il gatto, ci sono buone probabilità che la dermatite guarisca completamente.

Anche utilizzando una terapia di desensibilizzazione si possono ottenere buoni risultati.

Tuttavia, c'è da dire che una dermatite allergica è una malattia cronica, quindi esiste sempre la possibilità che una dermatite allergica nei gatti si ripresenti di nuovo.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere