Lunedi' 23 Maggio 2022

Insufficienza cardiaca nel Cane: sintomi e cure

  • Pubblicato il:  07/10/2020

Foto Insufficienza cardiaca nel Cane: sintomi e cure

L'Insufficienza cardiaca nel cane (o "insufficienza cardiaca congestizia") è un termine usato in medicina veterinaria per descrivere l'incapacità del cuore del cane di pompare sufficiente sangue in tutto il corpo per mantenere il sistema circolatorio attivo. Per questo motivo, l'insufficienza cardiaca è una condizione molto grave nel cane e che deve essere rapidamente risolta.


Cosa controllare

I sintomi da insufficienza cardiaca nel cane saranno diversi a seconda di quale parte del cuore è influenzata, destra o sinistra.
Insufficienza cardiaca lato destro del cuore:
- Gonfiore Addominale (ascite)
- Riluttanza all'esercizio
- Letargia e debolezza

Insufficienza cardiaca lato sinistro del cuore:
- Tosse
- Difficoltà respiratorie
- Letargia e debolezza
- colorazione bluastra della pelle e delle gengive

Causa primaria

Nei cani, l'insufficienza cardiaca rappresenta in genere il risultato di una malattia valvolare cronica (in cui le valvole del cuore sono degenerate), anomalie del ritmo cardiaco (aritmie) e ereditarie, che interessano il muscolo del cuore o dei grossi vasi che portano al cuore. Il trattamento dello scompenso cardiaco dovrebbe risolvere sia i sintomi e la causa principale.

Cura immediata

Nei casi di insufficienza cardiaca nel cane, i tempi del trattamento sono critici.
- Controllare il polso o battito cardiaco nel cane.
- Spremere le gengive del cane e vedere se il sangue scorre di nuovo quando si rimuovono le dita.
- Se le gengive si ricaricano di sangue, il cuore è ancora attivo. Potrebbe essere necessario effettuare la respirazione artificiale.
- Se le gengive non si riempiono di sangue, il cuore si è fermato. Avrete bisogno di effettuare una CPR e la respirazione artificiale.
- Cercare cure veterinarie immediate in tutti i casi.

Poiché la terapia con ossigeno e la terapia farmacologica è considerata essenziale, sarà richiesto il ricovero in clinica veterinaria del cane.

Trattamento

Il trattamento a lungo termine è richiesto in quasi tutti i casi di insufficienza cardiaca del cane in cui è stata superare la crisi. La terapia farmacologica e un eventuale intervento chirurgico (come nel caso di alcuni difetti cardiaci congeniti), può essere estremamente efficace nel prevenire episodi futuri, attenuare la gravità complessiva della malattia di base e aumentare la qualità della vita del cane.

Attenzione !! Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

   2  Persone hanno inserito un Commento

Pippo Pappo03/01/2017 | Rispondi

Nell'agosto del 2007 abbiamo acquistato il nostro Schnauzer nano da un allevatore. Nel 2013, ha mangiato veleno per topi, ma è sopravvissuto grazie a un intervento chirurgico d'urgenza (questo influenza la cardiopatia?).

Alla fine del 2016, è stata rilevata un'insufficienza valvolare durante un esame di routine, anche se notavamo che quando camminava a lungo aveva affanno e tossiva.

Il veterinario ha prescritto il farmaco "Cardalis" per il cuore. Ha funzionato alla grande ed è il cane è tonato di nuovo in forma.

Una settimana fa siamo andati in clinica veterinaria, e il medico ha scoperto alcune zecche e ci ha prescritto 3 iniezioni di antibiotici e cortisone. Da quel momento è iniziato tutto. Il cane rimane senza fiato e si sdraia ogni 3-4 metri.

Di nuovo dal veterinario. Sottoposto a radiografie ed ecocardiogramma. La parete del muscolo cardiaco è risultata molto sottile e il lato destro del cure è 3 volte più grande del normale, mentre quello sinistro è un po 'più largo. Nei polmoni non c'è liquido.

Attualmente diamo i farmaci prescritti dal veterinario:
-Cadalis 2,5 mg
-Vetmedina 2,5 mg

Prende queste medicine da 2 giorni ma non vi è alcun miglioramento, anzi sembra peggiorare. Qualcuno può darmi qualche consiglio?

Circus03/01/2017 | Rispondi

Ciao, in genere i farmaci hanno bisogno di diversi giorni per avere i primi effetti, lo so per esperienza. Potresti chiedere al veterinario se i sintomi che accusa sono normali o dovuti alle controindicazioni dei farmaci. Non aspettare troppo, il cane deve essere aiutato.

Ultimi Articoli