Lunedi' 23 Ottobre 2017

Leucemia nei gatti (FeLV): sintomi, cause e trattamento

  • Pubblicato il:  19/05/2017

In questo articolo spiegheremo in modo semplice cos'è la leucemia felina (FeLV), una grave malattia che purtroppo è abbastanza comune nei gatti. Conoscerete quali sono i gatti a rischio, come si trasmette la leucemia nei gatti, quali sono i sintomi e i trattamenti, e come si può prevenire la leucemia felina.

Collegamenti sponsorizzati

Che cos'è la leucemia felina?

Il virus della leucemia felina (chiamato in breve FeLV) è un retrovirus che infetta i gatti e invade il materiale genetico della cellula, rendendo così molto difficile da trattare.

E' responsabile di numerose malattie e complicazioni che possono risultare letali. Una di queste complicazioni è la leucemia, ma altri disturbi legati alla FeLV sono:

  • Malattia epatica (del fegato)
  • Anemia
  • Leucopenia
  • Infezioni
  • Aborto
La leucemia virale felina è una specie di tumore che colpisce i globuli bianchi che sono estremamente importanti per la difesa contro le infezioni e altri agenti esterni.

Un gatto affetto da leucemia felina presenta un sistema immunitario debole e non più in grado di combattere le varie malattie che possono svilupparsi. Quindi, anche un semplice raffreddore può essere fatale.

Sintomi della leucemia felina

gattino
Quali sono i sintomi di leucemia nei gatti? Come detto, la leucemia felina è una malattia causata da un virus che attacca le difese immunitarie del gatto.

Il virus può colpire il gatto in diversi modi. Inizialmente ci sarà una fase iniziale, compresa tra 2 settimane a tre mesi, dove in genere non si osserva alcun sintomo.

Successivamente il gatto può mostrare uno o più sintomi che comprendono:

  • Febbre
  • Gengive pallide
  • Poco appetito
  • Vomito o diarrea
  • Peggioramento dello stato generale del pelo e della pelle
  • Potrebbe svilupparsi altre malattie (alla vescica, alle vie respiratorie, stomatiti, anemia, ecc).
  • Il gatto potrebbe defecare fuori dalla lettiera
  • Poca igiene personale

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

La leucemia felina è contagiosa?

Sì, l'infezione della leucemia felina si trasmette attraverso il contatto diretto con un gatto infetto.

La leucemia felina, o meglio, il virus FeLV viene trasmesso da un gatto infetto ad un sano, attraverso:

  • Saliva
  • Lacrime e secrezioni nasali
  • Urine
  • Può anche essere trasmesso in gravidanza o nel periodo di allattamento.

La trasmissione della leucemia felina può verificarsi ad esempio tra due gatti che si leccano, durante una lotta di strada, o usando la stessa lettiera o ciotola dell'acqua.

L'incidenza della leucemia felina è di gran lunga maggiore tra colonie di gatti che vivono insieme. Ad esempio, un luogo di rischio molto comune è la strada in cui vivono i gatti randagi. Se un gatto della colonia ha contratto la leucemia, è molto probabile che la diffonda agli altri gatti.

gatto spaventato
Se il vostro gatto non esce di casa e non ha alcun contatto con altri gatti, le probabilità di un'infezione di leucemia sono praticamente nulli.

Ma se il vostro gatto, anche se si vive a casa esce spesso nel giardino o va sul tetto, o ha una vita sociale con altri gatti, sarà a rischio.

Ovviamente, non vogliamo creare inutili allarmismi. Anche se il gatto ha avuto un contatto sporadico con il virus della FeLV, il suo sistema immunitario potrebbe respingere l'infezione e creare gli anticorpi contro questo virus.

Il gatto può diventare immune e non sviluppare la malattia. Il rischio è molto più alto quando il gatto è costantemente esposto al virus (ad esempio, se in casa c'è un altro gatto positivo alla FeLV).

Per questo motivo, se volete adottare un secondo gatto è di vitale importanza che eseguire i test per la leucemia.

Cosa succede dopo il contagio?

Adesso vediamo gli scenari che potrebbero verificarsi nel caso in cui il gatto entra a contatto con il virus:

1. IMMUNITA'
Il gatto potrebbe sviluppare gli anticorpi e immunizzarsi contro il virus.

2. VIREMIA PERSISTENTE
L'infezione continua a svilupparsi e il virus entra nel flusso sanguigno indebolendolo. Per questo motivo il sistema immunitario dell'animale è molto debole, mettendolo a rischio di altre infezioni e malattie.

Circa il 50% di questi gatti, se non trattati, muoiono entro 6 mesi, e la maggior parte di loro non sopravvivono più di tre anni.

3. INFEZIONE LATENTE
In questo caso il gatto ha eliminato il virus dal sangue e dalla saliva, ma non dal corpo, dove il virus attacca il midollo osseo.

Questi animali possono vivere per anni, ma è essenziale che siano sottoposti a trattamenti e cure veterinari. Vanno monitorati di frequente e cercare di evitare possibili infezioni e altre malattie, perché anche un raffreddore può causare problemi.

I test per rilevare se un gatto ha la leucemia felina

Se pensate che il vostro gatto è affetto da leucemia felina, bisogna portarlo immediatamente dal veterinario per un esame del sangue.

Ci sono diversi test che il veterinario può suggerire quando si tratta di diagnosticare la FeLV.

Se avete preso un gatto di strada, aspettate circa due settimane e fategli fare il test della FeLV. Questa attesa è importante poiché l'infezione potrebbe richiedere almeno 2 settimane dal contagio prima di poter essere diagnosticata.

Quanto costa un test per la leucemia felina? Il costo di questo test varia a secondo del veterinario, ma di solito si aggira intorno a 40 o 50 euro. In genere si consiglia di ripetere il test dopo un paio di settimane per essere più sicuri.

Il trattamento della leucemia felina

La leucemia nei gatti non è un motivo per ricorrere all'eutanasia.

Certo, si tratta di una malattia che non può essere curata, ma che rimane cronica. Tutti i trattamenti mirano solo a controllare l'infezione e ad offrire particolare attenzione ai sintomi.

gatto felv
I gatti affetti da leucemia, a seguito di un trattamento veterinario, possono vivere per diversi anni con una vita quasi "normale". Cure e farmaci devono essere sempre prescritti dal veterinario, e comprendono:

  • Offrire al gatto una dieta di alta qualità, sana ed equilibrata.

  • Il gatto ha bisogno di trascorrere una vita tranquilla e senza stress.

  • Somministrazione di farmaci palliativi (antivirali e immuno-regolatori).

  • Farmaci per il trattamento dell'anemia, che può verificarsi come effetto secondario della leucemia.

Come prevenire la leucemia

1. GATTO CHE VIVE IN APPARTAMENTO:
Per i gatti che vivono in casa e non hanno contatti con altri gatti esterni, il rischio di trasmissione della leucemia felina è praticamente inesistente.

2. GATTO CHE VIVE SPESSO ALL'ESTERNO
  • Vaccinare il gatto per la leucemia felina (anche se non è efficace al 100%)
  • Massima igiene: si pensa che il virus sia relativamente fragile e non viva a lungo al di fuori del corpo del gatto.
Pertanto, è importante disinfettare spesso abbeveratoi e lettiere con candeggina se avete più gatti in casa.

La leucemia felina è contagiosa per gli esseri umani?

In numerose pubblicazioni, molti studiosi hanno confermato che il virus della leucemia felina non è trasmissibile agli esseri umani.

Noi di Mondopets.it, per estrema cautela, raccomandiamo di evitare il contatto tra gatti infetti e persone con malattie immunosoppressive, per esempio quelle positive all'HIV o sottoposte a terapia chemioterapica.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere