Sabato 18 Novembre 2017

Necrosi della testa del femore nel cane

  • Pubblicato il:  20/02/2016
Foto Necrosi della testa del femore nel cane

La necrosi della testa del femore nel cane è una patologia conosciuta anche con altri nomi, tra cui il Morbo di Legg-Calve-Perthes (LCP) . E' chiamata anche necrosi asettica o avascolare della testa e del collo del femore, che è in realtà è il termine più corretto.

Collegamenti sponsorizzati

L'anca del cane è un giunto sferico, e la testa femorale è la parte filtrante del giunto. Quando un animale ha la necrosi della testa del femore, significa che la parte sferica del giunto viene progressivamente deteriorata, e l'articolazione non funziona correttamente.

L'uso continuato dell'anca in queste condizioni pone le basi per l'artrosi precoce. Il deterioramento e l'eventuale morte del tessuto osseo è dovuta al mancato afflusso di sangue, derivante da una crescita anormale di tessuto o ad un trauma alla gamba o all'anca.

La LCP è più spesso vista nei giovani cani di piccola taglia che pesano meno di 25 chili. Ma si verifica anche in razze più grandi. I Terrier sono la razza più predisposta a questa patologia, tra cui il Manchester, e il West Highland White Terrier, così come il Zwergpinscher e il Toy Poodle.

La LCP si verifica in entrambi i sessi, di solito tra i 4 ei 12 mesi di età, ed è spesso unilaterale, il che significa che si verifica in una sola anca.

Sintomi e diagnosi

La Necrosi della testa femorale nei cani è una malattia paralizzante e dolorosa. Il segno più comune è la progressiva zoppia degli arti posteriori che porta alla incapacità del cane di sopportare il peso su una o entrambe le gambe posteriori. Spesso inizia in una gamba e poi progredisce verso l'altro.

In genere si noteranno anche chiari segni di dolore nel cane, soprattutto quando si sdraia o si alza. I cani con LCP possono mostrare una certa riluttanza a correre o saltare, hanno difficoltà a salire o scendere le scale, e può essere irritabile a causa del dolore cronico.

Quando un veterinario esamina un cane con LCP, avrà subito prova di dolore quando l'anca è estesa, e in particolare con un rotazione interna. Il dolore sarà evidente anche mentre di forza l'articolazione dell'anca (mentre la gamba viene tesa e ruotata). Ci possono essere anche segni di piccoli scatti quando l'anca salta fuori dalla sua sede, e leggero crepitio dell'osso che indica la perdita della cartilagine all'interno dell'articolazione. Se la patologia è in stato avanzato, i muscoli della gamba interessata inizieranno a contrarsi, facendo apparire più corta la gamba sana.

Una diagnosi accurata di questa condizione comporta anche l'uso di radiografie all'anca per visualizzare il grado di gravità e per verificare la presenza di una malattia degenerativa delle articolazioni (artrosi). A seconda del livello di dolore, può essere necessaria una sedazione o una anestesia totale

.

Collegamenti sponsorizzati

Il trattamento conservativo

In certe situazioni, può essere tentata la terapia conservativa piuttosto che un intervento chirurgico. Se la testa femorale è ancora rotonda, gli spazi comuni sono ancora paralleli, e la testa del femore e dell'acetabolo sono congruenti, il cane potrebbe essere immobilizzato e tenuto in gabbia per consentire al corpo di guarire.

E' importante tenere a mente che la guarigione può avvenire solo quando l'animale è a riposo e non carica ​​peso sulla gamba interessata. Come potete immaginare, questa situazione può essere abbastanza difficile emotivamente sia per il cane che per il suo padrone. Il cane si sente in prigione, e i suoi proprietari si sentono impotenti.

Durante questo periodo di riposo, dovrebbero essere effettuate radiografie mensili per monitorare la regressione della patologia. L'obiettivo è la completa risoluzione dei segni radiografici e clinici.

Si richiedono in genere da 4 a 6 mesi per permettere alla testa femorale del cane di guarire. Durante questo periodo, la terapia laser, l'agopuntura e massaggi possono essere molto utili per ridurre il dolore e la circolazione. Alcuni veterinari potrebbero consigliarvi anche una terapia in acqua, che si è dimostrata estremamente vantaggiosa per il mantenimento del tono muscolare del cane.

Si potrebbero usare alcuni integratori antiossidanti, come l'astaxantina, e l'ubiquinolo o anche acidi curcuma e acidi grassi omega-3.

L'ossigenoterapia iperbarica sta dimostrando di essere molto utile per l'uomo con necrosi avascolare. Se avete la possibilità di aver accesso a questo trattamento per il vostro cane, sarebbe un buona soluzione come trattamento.

La chirurgia

Se la testa femorale continua a deteriorarsi o crolla durante il periodo di riposo, sarà necessario un intervento chirurgico. Infatti, nella maggior parte dei casi di LCP, la chirurgia è il trattamento raccomandato. La procedura, chiamata osteotomia della testa del femore e del collo, comporta la rimozione della testa del femore e del collo. Nelle piccole razze di solito non è necessario sostituire l'articolazione dell'anca, ma nei cani più grandi, la patologia può richiedere anche la sostituzione totale dell'anca.

Fisioterapia passiva, ultrasuoni, laser terapia, stimolazione elettrica, terapia con onde d'urto, crioterapia, agopuntura devono essere iniziate al più presto possibile dopo l'intervento chirurgico. Una volta che i punti di sutura sono state rimossi anche il nuoto può essere molto utile.

Raramente ci sono complicanze chirurgiche, anche se un piccolo numero di cani continuerà ad avere zoppia e qualche disagio nel movimento. A volte un secondo intervento chirurgico è necessario per rimuovere speroni ossei residui che causano dolore. La pratica chirurgica deve essere eseguita da un veterinario chirurgo ortopedico certificato.

Prevenzione

Poiché la maggior parte dei casi di necrosi della testa del femore sono ereditate, ci sono limiti a quello che potete fare per aiutare a prevenire questa malattia nel vostro cane.

Se avete intenzione di acquistare un piccolo cucciolo di razza da un allevatore, chiedete il potenziale rischio per questa malattia e se c'è stato qualche caso famigliare (chiedete sempre il pedigree). Se si dispone di un cane di razza con meno di un anno di vita, tenete d'occhio tutti i segni di cui abbiamo parlato in precedenza. Prima viene diagnosticata la malattia migliore sarà il recupero completo del cane.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere