Venerdi' 20 Ottobre 2017

Aiutare il cane a vomitare

  • Pubblicato il:  25/11/2016

I cani, soprattutto quando sono cuccioli, ingeriscono sostanze che possono essere tossiche per la loro salute, e altre volte possono ingoiare materiali indigeribili.

In questi casi, può essere necessario effettuare alcune procedure per indurre il vomito nel cane in tutta sicurezza.

Collegamenti sponsorizzati

Spesso viene usato il perossido di idrogeno (acqua ossigenata) o bicarbonato di sodio.

Far vomitare il cane in modo sicuro

Nella maggior parte dei casi, il vomito nei cani è spontaneo, e si verifica quando il cane ha problemi digestivi.

E' comunque importante imparare a far vomitare il cane perchè spesso potrebbe salvargli la vita.

A secondo della situazione, il vomito indotto può essere eseguito a casa o dal veterinario, ma è importante prima capire quando è opportuno farlo e quando non lo è.

Questo ci pone una domanda; "Quando posso provocare il vomito in un cane?"
Di seguito parleremo di alcuni casi salva-vita in cui far vomitare un cane è indispensabile.

Quando indurre il vomito nei Cani

Nella maggior parte dei casi, la necessità di indurre il vomito nei cani si pone quando consumano cibi o materiali pericolosi, come per il cioccolato, farmaci per uso umano, piante e oggetti estranei.

Questi potrebbero causare disagio e disturbi di stomaco al cane, quindi è sempre opportuno che il nostro cane se ne liberi al più presto vomitando.

I cuccioli sono più inclini a ingerire materiali o alimenti inappropriati ed è quindi importante sorvegliarli spesso in modo da sapere quando e come farli vomitare.


Qualunque sia la ragione, ricordate che il cane dovrebbe vomitare entro due ore da quando la sostanza tossica è stata ingerita.
Se fatta in ritardo, l'induzione non avrà alcun successo.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Quando non indurre il vomito nei cani

Anche se il vomito può contribuire a salvare la vita del cane, ci sono casi in cui potrebbe essere pericolosi per la salute del vostro cane.

Alcune tossine non devono essere espulse vomitando. Questo perché la loro risalita, dall'apparato digerente, può essere pericolosa.

Ma allora, quando non bisogna provocare il vomito ne cane?
Se la tossina è acida (come nel caso dell'acido da batterie), o è costituita da materiali caustici o da prodotti petroliferi, non bisogna eseguire il processo.

Un altro caso in cui bisogna evitare di indurre vomito nel cane è quando il cane mostra segni di convulsioni, è in stato di shock, depresso, incosciente o ha difficoltà respiratorie.

Non provocare il vomito nemmeno quando il cane ha ingoiato qualcosa di affilato e tagliente.

Quando non si è certi di cosa abbia ingerito il cane, è meglio non provare a indurre il vomito, ma bisogna contattare il proprio veterinario urgentemente riferendogli possibilmente il prodotto incriminato.

Come abbiamo detto, l'induzione del vomito nel cane deve essere effettuata entro due ore dall'ingestione.

Passato questo tempo, il cane avrà già digerito la tossina e indurre il vomito sarà di molto aiuto.


Alcuni modi per fare vomitare un cane

Come posso fare il mio vomito cane?.

L'uso di perossido di idrogeno (acqua ossigenata comune) è l'unico metodo consigliato e sicuro per indurre il vomito nel cane.

Tuttavia ci sono altre sostanze che possono essere utilizzate, ma dovrebbero essere usate con cautela e includono:

UTILIZZARE SALE
Come abbiamo discusso in altri articoli di questo portale per animali, il sale è una sostanza pericolosa per i cani, e a volte viene utilizzato per avvelenarli e ucciderli.

Sebbene non sia consigliato, l'uso di sale può indurre il vomito nel cane.

Il sale può causare convulsioni, aumentare il battito del cuore del cane e causare coma.
Questi sintomi verificano a causa del conseguente squilibrio elettrolitico causato dal consumo di troppo sale.

E' quindi importante essere prudenti nell'uso dei dosaggi e solo se consigliati dal veterinario.

SCIROPPO DI IPECACUANA
Questo sciroppo è stata usata in passato per aiutare i bambini a vomitare.

E' disponibile in alcune farmacie, ma è un po' difficile da trovare in quanto le persone con disturbi alimentari spesso ne fanno abuso.

Nel caso in cui riusciste a trovarlo, potete dare al cane la dose consigliata dal vostro veterinario.

Il dosaggio in genere è di un cucchiaino per i cani che pesano meno di 35 chili e un cucchiaio per i cani più pesanti.
Deve essere dato solo una volta e senza ripetere il trattamento.

BICARBONATO DI SODIO
Si può aiutare il cane a vomitare anche con bicarbonato di sodio.

Basta solo un cucchiaino sciolto in mezzo bicchiere di acqua, e fatelo sorseggiare lentamente.
Anche in questo caso, chiamate prima il veterinario per sicurezza.

SENAPE
La senape in polvere è relativamente sicura per l'uso emetico nel cane.

Alcuni veterinari la usano per espellere le tossine ingerite.

Mescolare due cucchiaini di senape con acqua e fatela bere al cane lentamente.
Quindi aspettate che il cane inizi a vomitare.

Perossido di idrogeno (acqua ossigenata) per far vomitare il Cane

Anche se ci sono altri modi per indurre il vomito nel cane senza acqua ossigenata, l'uso di perossido di idrogeno è quello più raccomandato.

Il metodo è abbastanza sicuro anche per somministrazioni ripetute nel caso in cui la prima dose non funziona.

  • 1) Per cominciare, fate mangiare il cane. Una piccola quantità di cibo gli sarà di aiuto.

  • 2) La dose raccomandata è di un cucchiaino di perossido per ogni dieci chili di peso corporeo.

  • 3) Questo rimedio ha un sapore sgradevole e provoca la formazione di schiuma e bava in eccesso nel cane.

  • 4) Se il cane non vomita entro 15 minuti, potete dare un'altra dose.
    Il dosaggio può essere ripetuto due o tre volte con un periodo di almeno cinque minuti di intervallo.

  • 5) Se non succede nulla anche dopo la terza somministrazione, prendete il cane e portatelo dal veterinario.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

   4  Persone hanno inserito un Commento

Max7621/04/2017 | Rispondi

Mercoledì scorso, il mio cane, un terrier, ha mangiato un sacchetto di plastica.
Il mio veterinario mi ha chiesto di farlo vomitare con il sale, ma dopo aver rigurgitato, tra le altre schifezze, ha vomitato sangue in abbondanza, non ha più voluto mangiare alcun cibo e aveva sempre diarrea.

l'ho riportato già alte 3 volte dal veterinario e mi ha detto mi sono fissato sul sale.

Ora non vomita più, ma le feci sono liquide e gialle. Ieri, abbiamo fatto un esame del sangue ed i risultati sono eccellenti.

Sono comunque molto preoccupato; la radiografia all'intestino è normale. Vi chiedo se il sale è stata la causa di tali disturbi e vi ringrazio per le vostre risposte.

Cetrius21/04/2017 | Rispondi

"Fissazione sul sale"?, hai ragione, il sale è tossico per il cane, e lo conferma anche mondopets.it come vedi !!!!!!!!
Spero che tutto torni alla normalità nel giro di pochi giorni, altrimenti rivai dal veterinario!!!

Gius8821/04/2017 | Rispondi

Se avesse sanguinamento nello stomaco o nell'intestino .... le feci del tuo cane sarebbero di colore nero. Il nostro cane ha avuto un'ulcera, ha vomitato sangue ecc, era molto, molto debilitato, e dopo aver contattato il veterinario ci ha detto di controllare sempre il colore delle feci.

Su mondopets il sale non viene molto consigliato per indurre il vomito, giusto? Cmq...spero che il tuo cane si riprenda presto

Hacker9821/04/2017 | Rispondi

Un gran bell'articolo... grazie Mondopets!!!

Articoli da non perdere