Giovedi' 14 Dicembre 2017

Alimentazione per prevenire il Diabete nel Gatto

  • Pubblicato il:  28/02/2016
Foto Alimentazione per prevenire il Diabete nel Gatto

La dieta è di fondamentale importanza nella prevenzione del diabete del Gatto. Così come nelle persone, la maggior parte dei gatti sviluppano quello che viene chiamato il diabete di tipo 2, che è strettamente legato al cibo che mangiamo.

Collegamenti sponsorizzati

Alcuni gatti possono sviluppare anche un diverso tipo di diabete, il diabete di tipo 1. In questi casi, una dieta appropriata è molto importante nella gestione della malattia, ma purtroppo non potrà far nulla per impedirla.

Due aspetti della dieta sono fondamentali per prevenire il diabete di tipo 2 nei gatti.

1- La qualità del cibo

I gatti sono carnivori. Mentre possono utilizzare i carboidrati come fonte di energia, la loro fisiologia non è adatta per gestire grandi quantità di carboidrati nella dieta (mancano alcuni degli enzimi digestivi che altre specie usano per bruciare i carboidrati).

Il corpo del gatto è una macchina per metabolizzare principalmente proteine ​​e grassi.

Una alimentazione basata su molti carboidrati può indurre il gatto a sviluppare una resistenza all'insulina. In altre parole, sono ancora in grado di generare l'insulina, ma le loro cellule reagiscono in modo anomalo.

Il pancreas (l'organo che produce insulina) risponde cercando di aumentare i livelli di insulina, ma con il tempo si deteriora e non può più soddisfare le esigenze del corpo. A questo punto, il gatto svilupperà il diabete.

L'alimentazione del gatto con un basso contenuto di carboidrati, e alto contenuto di proteine e di grassi, può prevenire l'insulino-resistenza e il diabete nei gatti a rischio.
In generale, fate attenzione alle varietà di cibi commerciali che contengono più carboidrati e cercate di sostituire alimenti secchi (crocchette), che sono molto ricchi di carboidrati, con alimenti in scatola (cibo umido). Gli alimenti secchi sono ricchi di carboidrati.

Collegamenti sponsorizzati

2- La quantità di cibo

Un altro aspetto critico della dieta di un gatto è la quantità di cibo che mangia. L'obesità è probabilmente il più importante fattore di rischio per lo sviluppo del diabete di tipo 2.
Pertanto, anche se state alimentando il vostro gatto con cibo a basso contenuto di carboidrati ed alto contenuto di proteine, è possibile che i suoi effetti benefici svaniscano.

La quantità di cibo da dare al gatto è determinata da un numero infinito di variabili: densità calorica del cibo, quante calorie il gatto consuma durante il giorno, il tasso metabolico, la temperatura, lo stato di salute, e altro ancora.

Una soluzione semplice è quello di alimentare il gatto con l'obiettivo di mantenerlo in un peso ideale.

Naturalmente, tutti noi abbiamo visto gatti obesi che mangiano poco, e gatti che hanno mangiato cibi secchi ad alto contenuto di carboidrati da sempre e non hanno mai sviluppato il diabete.

Il diabete è una malattia multifattoriale che implica anche l'ereditarietà, l'esercizio fisico, e altri fattori non ancora conosciuti dalla comunità scientifica.

Dieta e obesità non sono gli unici fattori di rischio per il diabete, ma sono i due più importanti che possiamo controllare.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere