Giovedi' 14 Dicembre 2017

Cereali nel cibo per cani: alcuni consigli

  • Pubblicato il:  25/11/2017
Foto Cereali nel cibo per cani: alcuni consigli

Tutti sappiamo che l'esclusione dei cereali dalla nostra dieta aiuta a ridurre il grasso della pancia, a migliorare il tono della pelle e ad alleviare i sintomi della depressione. Ma lo stesso vale anche per i nostri cani? La riduzione dell'apporto di cereali può migliorare la salute e la qualità di vita dei nostri cani?

Collegamenti sponsorizzati

Perché i cereali vengono usati nel cibo per cani?

I cereali rappresentano una buona fonte di vitamine, minerali e fibre. Forniscono carboidrati e aiutano a far essiccare il cibo per animali mantenendone la forma e la croccantezza...e non "non vengono usati solo come riempimento".

Fino a qualche anno fa, il grano e il mais erano i cereali più usati dai produttori di alimenti commerciali per cani. Negli ultimi anni, invece, c'è stato un aumento di quello che molti chiamano "nuovi grani", tra cui orzo, avena e segale.

Alcuni marchi, invece, stanno abbandonando completamente i cereali, producendo alimenti per cani con altri ingredienti come patate dolci, piselli e fagioli.

Collegamenti sponsorizzati

Cereali e cereali

Ogni grano ha il suo profilo nutrizionale ed unico, quindi è importante parlare con il veterinario per trovare i migliori ingredienti alimentari per il vostro cane.

Non esiste in assoluto che possa soddisfare un singolo cane ma sarebbe bello avere più opzioni diverse.

Indipendentemente dal tipo di grano scelto, molti veterinari concordano sul fatto che i cereali integrali, che contengono tutte le parti della pianta, sono i migliori.

Leggete bene la lista degli ingredienti del cibo del vostro cane, e vedete se contengono "avena o grano integrale". Se c'è scritto "macinato di soia", "semola di grano o macinato di grano", hai a che fare con un marchio che usa gli scarti del grano.

Questi cibi per cani contengono solo una parte della pianta del cereale. Non sono alimenti cattivi, ma semplicemente "incompleti".

Molti veterinari, per lo più di vecchia scuola, diranno che non c'è alcun vantaggio nei cereali integrali rispetto agli altri... molti nutrizionisti animali però preferiscono i cereali integrali.

Cibo per cani senza cereali?

Poiché le diete senza glutine e cereali sono molto popolari tra gli esseri umani, i produttori di alimenti per cani stanno seguendo la stessa tendenza, sfornando cibi che utilizzano altri prodotti come patate, piselli e lenticchie al posto di frumento, avena e orzo.

Come i cereali, questi ingredienti apportano ai nostri animali alcuni benefici nutrizionali. Le patate dolci sono una ricca fonte di beta carotene e i piselli sono ottimi nella gestione del peso.

Ma molte delle tendenze che promuovono la popolarità delle diete prive di cereali tra gli esseri umani, ma anche la continua scoperta di allergie e intolleranze alimentari, non devono necessariamente farci condizionare quando si sceglie il cibo per i nostri animali.

Anche se ci sono molte persone intolleranti al glutine, un ingrediente presente in molti prodotti a base di cereali, il problema è estremamente raro tra i nostri cani.

Nei cani, sono molto più comuni le allergie alle proteine ​​che quelle verso i cereali.

Dal momento che i nostri cani non hanno le stesse abitudini e gli stili di vita dei loro antenati, le diete ad alto contenuto di grassi e carne non sono così necessarie come in natura. Oggi, la maggior parte dei cani non fa abbastanza esercizio fisico per consumare tutte queste calorie.

E' meglio scegliere alimenti privi di cereali?

Se pensate che il vostro cane starebbe meglio con una dieta senza cereali o "nuovi grani", parlatene con il veterinario. Solo un medico può consigliarvi il meglio per il vostro cane.

Se il vostro cane si trova bene con la sua dieta attuale, non cambiatela!

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere