Lunedi' 23 Ottobre 2017

Dieta BARF per gatti: consigli e ricette

  • Pubblicato il:  30/09/2017

Sapete cos'è la dieta BARF per i gatti? Conosciuta anche come dieta ACBA, è una speciale alimentazione basata su cibi crudi e con ingredienti naturali.

La dieta BARF non è altro che il cibo naturale che il gatto dovrebbe mangiare durante i suoi anni di vita.

Collegamenti sponsorizzati

I gatti in natura non mangiano croccantini o scatolette di carne, ma si sono evoluti cibandosi di prede come topi o uccelli, o dagli scarti della tavola degli esseri umani.

Se amate il vostro gatto e volete renderlo felice, vi invitiamo a leggere a fondo questo articolo in cui spiegheremo chiaramente in cosa consiste la dieta BARF e quali sono i benefici per il gatto.

Cos'è la dieta BARF per i gatti?

Prima di tutto dobbiamo chiarire il termine dieta... che non serve a dimagrire, ma si chiama così, per identificare un particolare stile alimentare.

La dieta BARF è anche conosciuta con il nome ACBA, e si regge su una speciale alimentazione composta da prodotti freschi e naturali, cioè da cibi comuni non cucinati.

È il tipo di alimentazione più simile al cibo che un gatto ha a disposizione in natura.

Grazie a questo tipo di alimentazione, il vostro gatto non solo mangerà a proprio agio, ma sarà più sano e forte, calmo, vigorosa e felice.

dieta barf gatto
La dieta BARF può essere anche acquistata, purché soddisfi i requisiti fondamentali di questa tipologia di dieta (ci sono aziende che vendono prodotti BARF), oppure può essere fatta a casa propria (la migliore scelta).

Benefici della dieta BARF nel gatto

In questo paragrafo parliamo dei tanti benefici per i gatti di questo tipo di alimentazione naturale.

  • Il nostro gatto sarà più energico, vivace e più felice che mai. È un comportamento che potrete notare già dopo pochi giorni, un cambiamento veramente incredibile su un gatto abituato a mangiare sempre cibo secco commerciale.

  • Il pelo del gatto sarà più brillante e sano, e anche questo beneficio può essere notato già dopo poche settimane.

  • Le feci saranno più piccole e meno odorose, già a partire dal secondo o terzo giorno. Tutto questo è normale, essendo un alimento naturale, il gatto lo digerirà meglio e avrà anche molto meno gas intestinali.

  • Il suo umore sarà più rilassato e affettuoso. Del resto, un gatto ben nutrito è un gatto felice. Quando durante il giorno gli porterete la dieta BARF... sarete davvero contenti nel vedere i suoi occhi brillare!

  • I gatti che seguono la dieta BARF vivranno più a lungo. I gatti non ingeriranno conservanti, coloranti o alimenti trasformati, e vivranno più sani e forti per molti anni. Una buona alimentazione è una delle chiavi della longevità dei nostri gatti.

  • Risparmierete un sacco di soldi. Anche se sembra difficile crederci, la dieta BARF per i gatti è molto più economica del cibo che acquistiamo sotto forma di crocchette o scatolette. Meno soldi e più cibo sano per il vostro amico!!

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Ingredienti della dieta BARF per gatti

Anche se pensate che questo tipo di alimentazione possa essere complessa.... non è così. Chiunque può creare la propria dieta BARF e nutrire il proprio gatto.

È così semplice che non c'è bisogno nemmeno di conoscere le proprietà dei singoli alimenti, basta semplicemente seguire alcuni concetti fondamentali.

Il cibo per gatti deve contenere tra il 70% e l'80% di carne, tra il 5% e il 10% di ossa, una piccola percentuale di frutta e/o verdura e un po' di olio di pesce.

Per essere più precisi:
  • 70%. 80% di carne o pesce
  • 5%-10% di ossa tenere
  • Un po' di frutta e/o verdura
  • Una spruzzata di olio di pesce (preferibilmente olio di salmone)
Tutti questi ingredienti possono essere acquistati al supermercato, o nel negozio di alimentari sotto casa. Sfruttate soprattutto verdure e frutti stagionali, in modo da rendere l'acquisto ancora più economico.

Ma quali sono i singoli ingredienti per creare una dieta BARF per il gatto?
  • Carne o Pesce: potete usare solo carne, solo pesce o entrambi. Carne di pollo, maiale, manzo, quaglia, visceri, lingua, cuore, ecc... e qualsiasi tipo di pesce in offerta.
  • Ossa tenere: si possono usare carcasse di pollo (molto economiche), le ali di pollo, le conchiglie di quaglie o piccoli pezzi di pesce , il tutto finemente tritato.
  • Frutta e/o verdura: possiamo usare zucca, carota, mela, pera, ecc....

Come si preparano questi ingredienti?

Gli alimenti della dieta BARF per i gatti, tranne per le verdure, non vanno cotti. Quindi, sia carne che il pesce devono essere totalmente crudi, proprio come le ossa.

L'unico ingrediente che bisogna cucinare è la zucca o la carota, e devono essere cucinati con acqua senza aggiunta sale.

Tutti gli alimenti sono crudi, e possono essere dati interi o tritati, anche se i gatti hanno dei denti molto taglienti, non dimenticate che sono animali carnivori.

Molte persone cucinano la carne o il pesce prima di darli al loro gatto, ma così facendo perdono alcune delle proprietà nutrienti e sparisce il concetto di dieta BARF.

Quanto cibo BARF può mangiare il gatto?

Le quantità possono essere calcolate in modo semplice e variano a seconda dell'età e del peso del gatto. Vediamo alcuni esempi reali per calcolare la quantità di dieta Barf per un gatto.

Un gatto adulto ha bisogno dal 3% al 5% del suo peso effettivo. Cioè, se il gatto pesa 5 chili, deve mangiare il 5% di 5 Kg (peso corpore) al giorno, quindi 250 grammi.

cibo crudo per gatti
I 250 grammi dovrebbero essere suddivisi in due o tre pasti giornalieri. Quindi, se il gatto mangia solo a colazione e a cena, gli daremo 125 grammi la mattina
e 125 grammi la sera (per un totale di 250 grammi).

Se con queste quantità il gatto tende ad ingrassare, basta ridurre l'assunzione di cibo giornaliero dal 5% al ​​3% e aspettare qualche settimana per rivalutarlo.

Alcuni gatti molto sedentari hanno bisogno solo del 2% del loro peso, ma le dosi e le quantità devono essere modificate in base alle variazioni di peso.

Un cucciolo dovrebbe mangiare tra il 2% e il 3% del peso totale di un gatto adulto. Quindi non confondete il peso effettivo del cucciolo con quello stimato da adulto.

Se per esempio abbiamo un cucciolo di gatto persiano e sappiamo che il loro peso da adulto è di circa 10 Kg, dobbiamo dare il 2% di questi 10 chili, razionato in 3 o 4 volte al giorno.

E' possibile mescolare dieta BARF con le crocchette per gatti?

Non è raccomandato, perché le digestioni di questi alimenti sono molto diverse. Un gatto che si nutre di crocchette ha una digestione più lunga e complessa, che può durare anche diverse ore. Invece, un gatto alimentato con una dieta BARF avrà una digestione più leggera e veloce.

Ecco perché non è opportuno miscelare diversi tipi di cibo, perché diventerebbe troppo complesso.

Perchè i veterinari continuano a preferire i croccantini e le scatolette?

I veterinari non sono nutrizionisti per animali, e la maggior parte di loro vende alimenti per gatti addirittura nelle loro cliniche.

Un veterinario può raccomandare crocchette, croccantini e scatolette per due motivi:

  • Ignoranza: come abbiamo detto un veterinario non è un nutrizionista e quindi non conosce bene i processi alimentari. Se andate a consultare un nutrizionista felino, vi confermerebbe che non esiste un'alimentazione migliore come quella naturale.

  • Denaro: ogni volta che un veterinario o una clinica vende un sacco di mangime o di alimenti umidi, guadagna una certa percentuale sulla vendita totale. Quindi, più vendono più soldi guadagnano.

Una buona ricetta BARF per il vostro gatto

INGREDIENTI

  • 2 kg di carne macinata di pollo: chiedete al vostro macellaio di macinare la carne e di escludere la pelle.

  • 2 tranci di pesce: non è strettamente necessario, ma se ne avete un pò conservato nel frigorifero potete integrarlo, senza spine, in questo piatto.

  • 200 gr di fegato di pollo: venduto in genere in macelleria, è molto economico e ricco di sostanze nutritive.

  • 400 gr di cuore di pollo, mucca o agnello: ovviamente è possibile utilizzare anche il cuore di vitello. Questi alimenti sono importanti nella dieta BARF per i gatti in quanto apportano taurina.

  • Una tazza di purè di zucca: va preparato bollendo in acqua (senza sale o altro) qualche pezzo di zucca e poi frullarlo. Non comprate purè di zucca in scatola, perchè potrebbe contenere zucchero, sale o altri additivi.

  • 2 tuorli d'uovo crudi: se volete ne potete aggiungere qualcuno in più, al massimo 3 o 4.

  • Olio di salmone: viene venduto nei negozi di animali. Nella confezione ci saranno le dosi consigliate, ma regolatevi in base al peso.

PREPARAZIONE
Dato che non c'è niente da cucinare, creare questa ricetta BARF per i gatti è abbastanza facile:

  • 1. Tagliate il fegato e il cuore con un coltello in piccoli pezzi . Se avete aggiunto il pesce taglialo a cubetti.

  • 2. Mescolate tutti gli ingredienti in una grande ciotola. Non dimenticate di aggiungere anche l'olio di salmone e magari un pò lievito di birra e amalgamate il tutto con un grosso cucchiaio.

Adesso prendete il cibo, dividetelo in piccole dosi e mettete ogni singola dose in un contenitore. Quindi mettete tutto nel congelatore per almeno 3 giorni in modo da uccidere qualsiasi agente patogeno.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere