Venerdi' 15 Dicembre 2017

Cos'è il collare elisabettiano per cani e come funziona?

  • Pubblicato il:  17/08/2017

Tutti coloro che hanno la fortuna di condividere la propria vita con un cane sanno quanto questi animali siano curiosi di scoprire il mondo fiutando e leccando qualsiasi cosa, oltre a leccare le proprie parti intime, zampe, etc...

Collegamenti sponsorizzati

I cani feriti o che sono stati operati tendono istintivamente a leccarsi la ferita. Questa abitudine, però, potrebbe peggiorare la situazione, aumentando il rischio di infezioni o che i punti di sutura vengano rimossi. Ecco che qui entra in gioco il famoso collare elisabettiano.

Il collare elisabettiano non è altro che un collare di plastica a forma di cono la cui funzione è quella di evitare che il cane possa leccare o mordere parti del suo corpo. È utilizzato principalmente nel post-operatorio o se il cane ha delle ferite che si stanno rimarginando.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Come funziona il collare elisabettiano per cani?

Ci sono diverse dimensioni del collare elisabettiano, che si adattano al collo del cane, e dovrebbe essere leggermente più largo rispetto al collo in modo da non impedire la respirazione.

A fini pratici, questo tipo di collare per cani si inserisce nello stesso modo del collare normale, solo che la sua forma conica impedisce al cane di accedere alle zampe, genitali o nella parte posteriore del corpo.

Quindi, se il nostro cane è stato sterilizzato e ha ancora i punti di sutura, il collare elisabettiano può impedire che il cane lecchi la ferita. Lo stesso vale se si il vostro "peloso" si è procurato una ferita alla gamba o nella zona posteriore.

Così come questo collare impedisce al cane di leccarsi le ferite, è possibile utilizzarlo anche per impedire di grattarsi la testa. Se per esempio l'animale soffre di dermatite vicino al collo, o è stato operato per un problema agli occhi o alle orecchie, il collare evita ulteriori graffi e altri strofinamenti inopportuni.

collare elisabettiano cane

Quando usare il collare elisabettiano?

Il veterinario ci dirà quando e per quanto tempo è necessario utilizzare un collare elisabettiano sul nostro cane. Tipicamente viene consigliato dopo un'operazione o in caso di ferita che potrebbe peggiorare se si graffia o si lecca.

Il cane dovrà indossare sempre il collare elisabettiano, giorno e notte. Ovviamente, all'inizio il cane sarà un po a disagio, ma dopo qualhe giorno si abitueranno.

Solo durante i pasti e solo sotto costante sorveglianza è possibile rimuovere solo per qualche minuto il collare.

I cani soffrono quando indossano il collare elisabettiano?

Sì e no, ma anche se i cani sono a disagio e non possono condurre una vita normale, il collare elisabettiano non provoca alcun dolore.

In realtà sono i proprietari dei cani che soffrono di più nel vederli con quell'"arnese sul collo". Inutile ricordare che l'uso del collare elisabettiano è sempre temporaneo, fino a quando la ferita guarisce e che è uno strumento per il bene del cane stesso.

Per precauzione, è importante evitare che il cane corra o giochi con altri cani in quanto potrebbe ferirli.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere