Mercoledi' 15 Agosto 2018

Collasso tracheale nel Cane: cause e trattamento

  • Pubblicato il:  18/01/2018
Foto Collasso tracheale nel Cane: cause e trattamento

Il collasso tracheale (o crollo della trachea) nel cane è una malattia respiratoria cronica e progressiva che si sviluppa soprattutto nelle razze più piccole.

Collegamenti sponsorizzati

E' causata da una degenerazione degli anelli cartilaginei che supportano la trachea e l'indebolimento della membrana tracheale dorsale, con conseguente diminuzione della condotto tracheale.

Il collasso della trachea si riscontra frequentemente nei cani di mezza età e nelle razze di taglia piccola o nana: Barboncino nano , Chihuahua, Lhasa Apso, Spitz nano, Yorkshire terrier, Maltese, etc... Una forma di crollo tracheale può svilupparsi anche nel Labrador nero.

Quali sono i sintomi del collasso della trachea nel cane?

I principali segni clinici sono la tosse secca durante l'eccitazione e, nei casi più gravi, difficoltà respiratorie, spesso rumorose. Sovrappeso e mancanza di esercizio fisico sono fattori che contribuiscono alla comparsa del problema.

La gestione dell'obesità è fondamentale per tutti i cani. Se l'animale è in sovrappeso, è necessario iniziare subito una dieta ipocalorica. Vi consigliamo anche l'uso delle pettorine al posto del collare per ridurre la pressione sulla trachea. Anche il fumo di sigaretta può essere un fattore irritante che deve essere evitato.

Collegamenti sponsorizzati

Come diagnosticare il collasso della trachea?

Nei cani, la diagnosi è basata su segni clinici e sul referto delle radiografie del collo e del torace. L'endoscopia è necessaria quando il veterinario vuole confermare la diagnosi e ha ancora qualche dubbio, e vuole escludere altre malattie respiratorie che possono complicare i sintomi della malattia.

Trattamento del collasso tracheale nel cane

La maggior parte degli animali con collasso tracheale risponde alle cure mediche. Il trattamento si basa principalmente sulla somministrazione di farmaci antitosse, broncodilatatori e corticosteroidi. Queste medicine possono essere usate insieme con alcuni farmaci anti-infiammatori.

Il veterinario dovrà fare attenzione a curare anche le condizioni respiratorie sottostanti che possono contribuire ad aggravare i sintomi (insufficienza cardiaca congestizia, infezione del tratto respiratorio).

Nel grave collasso tracheale, il posizionamento di una protesi ("stent") è ormai l'opzione migliore per il trattamento dei casi gravi di collasso tracheale. Uno specialista può aiutarvi a capire se il vostro animale può trarre benefici da questo tipo di trattamento.

Prima di optare per l'intervento con una protesi tracheale, il veterinario dovrà provare con tutti i rimedi farmacologici a disposizione e determinare se in realtà tutti i sintomi sono gravi e incontrollabili dal punto di vista medico.

L'installazione di uno "stent tracheale" nel Cane

Il posizionamento di uno stent tracheale può essere eseguito sotto guida fluoroscopica o video-broncoscopica. L'ossigeno viene somministrato attraverso l'endoscopio o direttamente attraverso il tubo tracheale durante la guida fluoroscopica.

La protesi viene introdotta nella trachea e i l'intervento dovrebbe durare all'incirca sui 30 minuti. Un controllo endoscopico e radiografico successivo sarà necessario per verificare la corretta posizione dell'impianto.

Cure post-operatorie

Il miglioramento clinico è immediato. L'animale deve rimanere tranquillo per alcuni giorni per prevenire qualsiasi espettorazione dell'impianto.

La massima espansione dello stent di solito avviene in meno di 24 ore. Gli antitosse (codeina, butorfanolo, ecc.) sono in genere prescritti insieme ad una copertura antibiotica ad ampio spettro per una settimana.

Guarda il Video

Collasso Tracheale del Cane
Collasso Tracheale del Cane

La prognosi

Le complicanze riscontrate sono sempre più rare e dipendono dalla preparazione pre-operatoria e dall'esperienza del veterinario. E' necessario uno specialista per mettere questo tipo di protesi.

Molto raramente, la presenza dell'impianto può causare un'infiammazione significativa che può progredire in granuloma.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere