Domenica 17 Dicembre 2017

Problemi respiratori nel Cane

  • Pubblicato il:  24/02/2017

Il sistema respiratorio del cane comprende diversi organi: narici, cavità nasale, la trachea e infine i polmoni.

Qualsiasi malfunzionamento di uno di questi organi può causare problemi respiratori.

In questo articolo cercheremo di darvi alcuni suggerimenti per capire se il vostro cane ha problemi di respirazione.

Collegamenti sponsorizzati

Quali sono le caratteristiche del respiro del cane?

La respirazione è un fenomeno essenziale per la vita del cane e per la maggior parte degli essere viventi in generale.
Essa si verifica nei polmoni, dove l'ossigeno viene trasferito ai globuli rossi.

Ci sono diversi termini che indicano le anomalie della respirazione del cane:

  • La dispnea è il termine scientifico per indicare la respirazione difficile e faticosa

  • Si parla di tachipnea quando i movimenti respiratori del cane sono più veloci del normale

  • Infine, il termine ansimante è un significativo aumento della frequenza respiratoria, con il cane che in genere mantiene la bocca aperta

Attenzione, il termine ansimante non deve essere confuso con un problema respiratorio.
Infatti, è un mezzo per il cane di regolare la sua temperatura, aumentando il flusso d'aria nei polmoni.

Un cane ansima per lo stesso motivo per cui l’uomo suda.

Come calcolare la frequenza respiratoria del cane?

È facile contare il numero di respiri al minuto, guardando i fianchi dell'animale: questo è chiamato frequenza respiratoria.

Si misura a riposo, quando il cane è sdraiato, e dopo almeno 30 minuti dallo sforzo fisico.
Nei cani, la frequenza respiratoria normale è di circa 25 respiri al minuto.

Se avete qualche dubbio circa la respirazione del vostro cane, contattate immediatamente il veterinario.
Eventuali difficoltà respiratorie possono mettere in pericolo di vita il vostro animale molto rapidamente.

Clicca per ingrandire le foto
Collegamenti sponsorizzati

Il mio cane ha problemi di respirazione: quali sono i sintomi?

Quando un cane ha difficoltà a respirare, si dice che sia a corto di fiato, e possono manifestarsi sintomi come:

  • movimenti anomali dell'addome e del torace

  • respirazione con la bocca aperta

  • respirazione con il collo proteso in avanti

  • suoni respiratori udibili (anche senza uno stetoscopio)

  • in caso di grave dispnea, le mucose diventano cianotiche (blu)

A volte, il cane può avere anche la tosse.

Quali sono le cause di dispnea canina?

Qualsiasi ostruzione degli organi del sistema respiratorio può causare dispnea nel cane.

PROBLEMI ALLE NARICI E CAVITA’ NASALI
Narici molto strette (stenosi delle narici), come nel caso di cani che soffrono della sindrome brachicefala, possono ostruire il passaggio dell'aria e, a volte, provocare la dispnea.
Analogamente, infezioni delle cavità nasali o un tumore, possono causare impedimento meccanico al passaggio dell'aria.

MALATTIE DELLA LARINGE E DELLA TRACHEA
Alcuni cani brachicefali possono soffrire del palato molle, troppo lungo o troppo spesso, che ostacola il passaggio dell'aria.
Potrebbe anche essere causato dalla presenza di un corpo estraneo presente in gola o nella trachea.

problemi respiratori cane
MALATTIE DEI POLMONI O DELLA PLEURA
Quando vi sono problemi ai polmoni, lo scambio di gas tra l'aria e il sangue diminuisce, creando così problemi respiratori.
Questo è il caso di infezioni polmonari, emorragia polmonare o un tumore del polmone.
La pleura è la parete che circonda i polmoni.
Se la pleura si riempie di liquido (versamento pleurico), impedisce ai polmoni lavorare.
Alcuni tumori possono causare questo fenomeno, ma può essere dovuta anche ad un trauma.

MALATTIE CARDIACHE
L'insufficienza cardiaca provoca disturbi respiratori.
Essa può anche essere responsabile dell’edema polmonare nel cane, in cui vi è la presenza di liquido negli alveoli.

Cosa succede se il mio cane ha problemi di respirazione?

Qualunque sia la causa della dispnea, vi consigliamo sempre di portare il cane dal veterinario urgentemente.

DIAGNOSI
La diagnosi della causa della dispnea può essere fatta solo dopo che l'animale è stato stabilizzato, soprattutto per non aggravare la situazione.

Dopo il primo soccorso, e una volta che il cane respira meglio, il veterinario esegue in genere una radiografia del torace ed un esame del sangue per rilevare possibili infezioni.

Se si sospetta un problema cardiaco, il veterinario effettuerà un’ecografia del cuore e un elettrocardiogramma (ECG).

TRATTAMENTO
Il trattamento dipende dalla causa diagnosticata:

  • il trattamento dell’insufficienza cardiaca se si tratta di una malattia del cuore

  • antibiotici e sedativi della tosse nei casi di malattie infettive

  • chirurgia nella sindrome del cane brachicefalo

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere