Domenica 20 Maggio 2018

Come sapere se il cane ha la rabbia

  • Pubblicato il:  23/12/2016
Clicca per ingrandire le foto

La rabbia è una delle peggiori malattie virali che può colpire un cane, e una delle più contagiose tra i cani e l'uomo.

E' quindi molto importante saper riconoscere quali sono i sintomi della rabbia per prendere le dovute precauzioni.

Pertanto, vi spieghiamo come capire se il vostro cane ha contratto la rabbia.

Collegamenti sponsorizzati

Che cosa è la rabbia?

La rabbia è una malattia causata da un virus della famiglia Rhabdoviridae. I cani sono i principali trasmettitori, ma quasi tutti i mammiferi possono essere infetti e trasmettere il virus.

E' sufficiente che un animale malato morda un altro cane o venga a contatto con la saliva o una ferita per essere infettato. Sapendo questo, è molto importante prendere le dovute misure preventive per evitare problemi.

Sintomi

I sintomi variano a seconda della fase dell'infezione:

  • Prima fase: dura circa tre giorni.
    L'animale infetto può diventare nervoso, ansioso e pauroso. Se un animale è nervoso o ha un carattere reattivo, potrebbe invece apparire affettuoso.
    Il cane potrebbe avere la febbre.

  • Seconda fase: dura da un giorno a una settimana.
    Non sempre si manifesta, ma è forse la più pericolosa.
    Gli animali infetti diventano irritabili, iperattivi ed aggressivi.

  • Terza fase: i muscoli della testa e del collo del cane si paralizzano, impedendo la deglutizione e la respirazione causandone la morte.

Collegamenti sponsorizzati

Esiste un trattamento?

La rabbia ancora oggi non ha ancora alcun trattamento o cura, ma per fortuna, può essere facilmente prevenuta con la vaccinazione.

La prima dose del vaccino dovrebbe essere somministrata al cane a circa sei mesi, e bisogna fare dei richiami una volta l'anno e per tutta la vita, per evitare la diffusione.

Vaccinazione antirabbica nei cani: è necessaria?

Le vaccinazioni contro la rabbia nei cani sono utili per prevenire l'infezione dal virus della rabbia. L'italia è stata considerata libera dalla rabbia da parecchi anni, ma grazie ai decenni di vaccinazione. Pertanto, molti veterinari raccomandano la vaccinazione antirabbica nei cani.

Molti proprietari di cani si domandano se sia veramente necessario un vaccino contro la rabbia, dopo tutto, il rischio di infezione per i cani è davvero trascurabile. Tuttavia, le conseguenze dell'infezione da rabbia sono sempre mortali, quindi è meglio pesare attentamente le proprie scelte e discuterne con il veterinario di fiducia.

Anche se a rabbia in Italia è considerata sradicata, c'è sempre il rischio che la malattia venga introdotta da altri paesi. Pertanto è necessaria una vaccinazione permanente nei cani per garantire il controllo a lungo termine di questa malattia infettiva mortale.

Se il cane dovesse essere infettato dal virus della rabbia, è destinato a morire. Inoltre, la malattia può essere trasmessa agli esseri umani, e non esiste alcun trattamento efficace. Se il vostro cane non è stato vaccinato contro la rabbia e viene morso da un animale infetto, sarete obbligati a uccidere il vostro animale per sicurezza.

Come e quando deve essere fatta la vaccinazione contro la rabbia nel cane?
Innanzitutto, è necessaria un'immunizzazione di base del cane. Il cucciolo dovrebbe ricevere il primo vaccino dopo il terzo mese di vita. Un mese dopo dovrà ricevere la seconda dose. Oggi, non è più necessario rivaccinare ogni anno il cane contro la rabbia, ma la maggior parte dei vaccini dura tre anni.

Chiedete al vostro veterinario un consiglio per proteggere il vostro cane con un vaccino triennale. Se volete viaggiare con il vostro "amico a quattro zampe" in un paese in cui vi è un aumentato rischio di infezione da rabbia, il cane ha bisogno di una vaccinazione valida e certificata.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere