Mercoledi' 17 Gennaio 2018

Comportamento della gatta incinta

  • Pubblicato il:  09/12/2017
Foto Comportamento della gatta incinta

Come si comporta una gatta incinta? I gatti possono mostrare diversi cambiamenti comportamentali durante il periodo della gravidanza, durante il parto e quando si prendono cura dei loro gattini. Per molti proprietari, questi comportamenti possono essere però confusi, preoccupanti e persino strani.

Collegamenti sponsorizzati

Nella maggior parte dei casi, si tratta di situazioni che, sebbene a volte stentiamo a crederci, sono assolutamente naturali. Capire il comportamento di un gatta incinta può aiutarvi ad alleviare le vostre preoccupazioni e la tensione.

Come sapere se la gatta è incinta?

La vostra gatta ha appena superato il suo ciclo di calore e non sapete se puoi essere incinta? Conoscere e identificare i diversi sintomi della gravidanza felina è fondamentale per iniziare a prendersi cura della gatta durante questo periodo molto delicato.

Il primo dettaglio da valutare per sapere se la vostra gatta è incinta è il momento della gestazione. La durata della gravidanza dei gatti, che generalmente varia tra 64 e 67 giorni, vi aiuterà a identificare i primi sintomi nella gatta incinta.

Ovviamente i sintomi fisici più notevoli appariranno durante l'ultimo mese di gestazione, e fino ad allora, potreste notare solo cambiamenti nel comportamento.

  • Seno gonfio: è probabile che il seno del vostro gatto sia un po' più gonfio e rosato rispetto al solito fin dai primi giorni di gravidanza. Poiché i sintomi della gravidanza nel gatto non sono molto evidenti fino al secondo mese di gestazione, è utile verificare questo cambiamento.

  • Mangia di meno: la mancanza di appetito è uno dei primi sintomi della gravidanza nel gatto. Anche se di solito dovrebbe "mangiare di più" durante la gravidanza, è probabile che la vostra gatta assaggi solo un morso del suo cibo. La soluzione? Date del cibo più appetitoso e viziateli un pò!

  • Cerca di appartarsi: per ovvi motivi, se il vostro gatto avrà una cucciolata di gattini, sarà molto più calmo durante questo periodo. Se il vostro gatto è meno attivo del solito... uno dei motivi potrebbe essere la gravidanza.

  • Evita altri gatti: il punto precedente ci porta di conseguenza anche a questo: la vostra gatta eviterà la compagnia di altri animali, specialmente se sono giovani e/o molto attivi e possono metterla a disagio.

  • E' più affettuosa del solito... o il contrario: questo cambiamento dell'umore è caratteristico della gravidanza felina, ed è anche uno dei sintomi del gatto in calore. Pertanto, se la vostra gattina è più affettuosa del normale dopo il calore... molto probabilmente è incinta.

    Ma attenzione! Potrebbe anche essere il contrario. È probabile che se la gatta non si è mai attaccata ai membri della famiglia, potrebbe mostrare un temperamento più sfuggente del solito, soprattutto nei prossimi due mesi.

  • Pancia gonfia: è l'ultimo dei sintomi della gravidanza nei gatti, il più ovvio, e che apparirà quando avrete identificato i cinque precedenti.

I gatti iniziano a mostrare i primi segni di gravidanza tre settimane dopo l'accoppiamento.

Tra i problemi durante la gravidanza dei gatti, ci sono gli aborti, perdite di calcio, aumento di peso, apatia, mancanza di coordinazione nei movimenti fisici o il riassorbimento del feto. Circostanze su cui dobbiamo rimanere sempre molto vigili.

Qualche giorno prima del parto, le gatte mamme vanno in cerca di nidi per i loro piccoli. Aiutate la vostra gatta a creare questo nido, ad esempio, con una scatola foderata di asciugamani puliti. Circa 24 o 48 ore prima del momento, i gatti possono smettere di mangiare ed ansiosi.

Collegamenti sponsorizzati

Esistono test di gravidanza per gatti?

Il kit per il test di gravidanza è stato sviluppato per i cani, ma può anche essere usato nei gatti. Il kit rileva la presenza dell'ormone relaxina e può rilevare la gravidanza più o meno dopo 30 giorni.

Potrebbe essere più economico andare direttamente dal veterinario. In questo modo non dovrete prelevare alcun campione di sangue! I kit online costa più di 50 euro e, comunque, non sono accurati al 100%. Risparmierete tempo ed energie se andate da un veterinario.

Il tuo veterinario può fare un'ecografia sul vostro gatto e determinare rapidamente se è incinta o meno. Nei mesi successivi, potete far eseguire una radiografia per sapere quanti gattini nasceranno. Il battito cardiaco fetale può essere rilevato dopo 20 giorni.

Comportamento della gatta dopo il parto

Una volta che i gattini sono nati, la mamma gatto inizierà a leccare i suoi piccoli. Questo è importante perchè li aiuterà a rimuovere tutto il liquido amniotico rimasto nei loro nasini.

È normale anche che i gatti mangino la placenta e mordano il canale ombelicale. Eccezionalmente, ciò potrebbe non accadere se è necessario l'intervento umano, sebbene i veterinari di solito raccomandano di lasciare ai gatti fare tutto il lavoro, soprattutto per rafforzare il legame materno con la loro prole fin dal momento della nascita.

Tra la nascita di un gattino e un altro, possono essere necessari circa 20 minuti. È il gatto stesso a provvedere alla rimozione del cordone ombelicale. Bisogna anche essere vigili se nota qualche gattino rimasto dentro. Controllate anche l'espulsione della placenta. Se non succede, portate il gatto dal veterinario.

Cura dei gattini

La gatta si prenderà molta cura dei suoi piccoli durante le prime tre settimane di vita. Durante questo periodo, il vostro gatto avrà un atteggiamento molto territoriale, nervoso e persino aggressivo.

È un istinto naturale di protezione verso i suoi piccoli. Alcuni gatti riescono a spostare i gattini e persino a metterli in posti diversi per impedire a presunti predatori di ucciderli. In ogni caso, quella reazione di nascondere i gattini è tipica nelle gatte che hanno partorito la prima volta.

Alcuni consigli

Aspettate almeno otto settimane dopo la nascita dei gattini prima di darli in adozione. Separarli troppo presto dalla madre può causare seri problemi di salute e socializzazione.

Non accarezzare la pancia del vostro gatto. Questo potrebbe farlo abortire involontariamente, può causare la morte del feto o innescare altre gravi complicazioni per i suoi cuccioli.

Fate attenzione ai bambini quando sono vicini ai gattini. I gattini richiedono una cura delicata e i bambini piccoli a volte possono essere troppo irruenti.

Alcuni veterinari consigliano di "far abortire il gatto" o di sterilizzare la gatta incinta, altri, invece, sconsigliano di farlo dopo un certo punto della gravidanza.

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere