Giovedi' 24 Maggio 2018

Posso tagliare i baffi al cane?

  • Pubblicato il:  09/12/2017
Foto Posso tagliare i baffi al cane?

Non è la prima volta che sentiamo dire a qualcuno che ha tagliato i baffi al cane. In genere molte persone lo fanno in buona fede e sempre con le migliori intenzioni, soprattutto per renderlo più bello e curato. Ma si possono tagliare baffi ai cani? Continuate a leggere questo articolo e troverete la risposta sui baffi del vostro cane.

Collegamenti sponsorizzati

Tagliare o no i baffi del cane?

Ci sono due motivi per cui è meglio evitare di non usare le forbici sui baffi del cane:

  • Il primo luogo tutti i cani sono belli, indipendentemente da quanto siano lunghi o corti i loro baffi. Quindi, non è necessario ne accorciarli ne abbellirli.

  • Il secondo, un po' più scientifico, è che i baffi sono più che semplici peli e, quando vengono tagliati, si priva il cane di uno dei suoi sensi.
Un toelettatore per cani è molto simile al parrucchiere per gli esseri umani. Come con i capelli o la pelle, anche i baffi del cane ricrescono, quindi, anche se sono tagliati, non sarà per sempre.

A cosa servono i baffi al Cane?

I cani hanno i baffi sul naso, sopra il labbro superiore, sul mento e sulla fronte. Se li tagliate, non non gli procurate alcun danno fisico. Tuttavia, bisogna sapere che i baffi dei cani sono come un sesto senso, quindi per un certo periodo si potrebbe limitare la sua capacità durante il gioco o la caccia.

Le radici dei baffi del cane sono molto più profonde rispetto ai peli normali. Attraverso i baffi, che sono anche molto spessi, il cane riesce percepire il mondo che lo circonda e ad interagire con esso.

I baffi del cane aiutano l'animale a percepire le correnti d'aria e capire la forma e le dimensioni degli oggetti vicini.

Allo stesso modo, i baffi sono utili come protezione degli occhi, proprio come succede per le ciglia delle persone.

Se siete ancora dubitanti sul fatto se è un bene tagliare i baffi al vostro cane continuate a leggere i prossimi paragrafi di questo articolo, dove chiariremo molti aspetti sui baffi del cane.

Collegamenti sponsorizzati

I baffi sono importanti nei cani! Perché?!

I baffi rappresentano uno strumento di orientamento molto importante per i cani. Nascono già in tenera età, soprattutto ai lati del naso o del tartufo, sopra il labbro superiore, sul mento, sulla fronte appena sopra gli occhi, sui lati della testa a un'altezza media tra gli occhi e anche sotto il muso.

I baffi dei nostri "amici animali" sono molto sensibili alle correnti d'aria e alle vibrazioni. Permettono loro di reagire subito quando qualcosa si avvicina a loro, e possono addirittura rilevare superfici o oggetti pericolosi.

Sono simili ai polpastrelli delle nostre dita. Quando vi è una corrente d'aria, i baffi del cane vibrano e queste vibrazioni aiutano il cane decodificare i messaggi circa le dimensioni, la presenza e la forma degli oggetti vicini.

Attraverso i baffi possono anche misurare gli spazi, come ad esempio determinare quanto può essere stretto un tunnel o un buco. Come abbiamo detto prima, i baffi hanno anche la funzione di proteggere gli occhi.

Da tutto questo, è possibile dedurre il perché i baffi rappresentano un elemento vitale quando un cane perde il senso della vista.

Perché si chiamano peli tattili?

Il senso del tatto nei cani dipende dai recettori della pelle che sono distribuiti in tutto il corpo. In genere, alcuni di questi recettori si trovano alla base dei follicoli piliferi (nella radice dei peli) e sono chiamati meccanocettori.

Alcuni dei peli dei nostri cani hanno la funzione di trasmettere al cervello informazioni tattili. Vengono quindi chiamati peli tattili, e sono divisi in cinque gruppi: sovraciliare, mento, zigomatico, labiale e mandibolare.

Come funzionano?
Funzionano come una leva. Sembra un strano vero? Ve lo spieghiamo subito.

I peli tattili sono lunghi, piuttosto rigidi e molto vascolarizzati e innervati. Quando si spostano, di solito agiscono come una leva con il loro punto di ancoraggio sul bordo del follicolo. In questo modo, qualsiasi movimento nei peli, indipendentemente da quanto sia leggero, viene amplificato. Ed è così che si traduce un potente stimolo per le terminazioni nervose che circondano il follicolo.

Quindi, ogni volta che un oggetto si sfrega sui baffi del nostro cane (o qualsiasi di quei peli lunghi e duri che nascono sul mento, sopracciglia, ecc) il cervello riceve informazioni tattili preziose sulla natura e la vicinanza dell'oggetto.

Pro e contro di tagliare i baffi al cane

Anche se come abbiamo visto i baffi del cane sono molto importanti , alcuni di essi non interferiscono con le loro funzioni.

Molti amano spuntare i baffi dei loro cani per dare loro un aspetto più pulito e ordinato. Qualunque scelta farete, vi consigliamo sempre di parlare con il veterinario e decidere insieme se vale la pena o meno tagliare i baffi del vostro animale.

Ricordate che tagliare i baffi al cane dipende esclusivamente da una propria scelta estetica. Inoltre, è importante comunicare al toelettatore di fiducia di non tagliare i baffi al vostro cane se volete che mantenga intatti questi elementi essenziali, soprattutto se ha problemi di vista.

Possiamo concludere dicendo che potete tranquillamente tagliare i baffi dei vostri cani (ricresceranno) ma gli effetti potrebbero essere simili ai tappi per le orecchie o ai paraocchi!

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Non ci sono ancora Commenti

Lascia Tu il primo Commento

Articoli da non perdere